Good References Good References

Good References

Letteratura italiana

Autore

Editore

Casa editrice

Amburgo. Alice Charlus, giovane e ambiziosa avvocatessa dello studio Bruckenzucher und Fennst, sta per compiere gli anni e deve affrontare un grave dilemma esistenziale. Ma in una catastrofica serata in birreria si ritroverà a confessare il suo più imbarazzante segreto proprio a Fersen Rhein, l’arrogante senior partner dello studio che più detesta in assoluto…



Recensione Utenti

Guarda tutte le opinioni degli utenti

Opinioni inserite: 15

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
3.8  (15)
Contenuto 
 
3.2  (15)
Piacevolezza 
 
4.3  (15)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Good References 2013-12-01 16:15:08 Pia Sgarbossa
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Pia Sgarbossa Opinione inserita da Pia Sgarbossa    01 Dicembre, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

SE L'AMORE NON ARRIVA...LO PIANIFICO!

Quando giovanissima mi sono sposata, ricordo che le ragazze che si avvicinavano ai trenta e ancora non erano convolate al matrimonio, dalle mie parti venivano definide "madeghe"... ora a distanza di alcune decine d'anni, le ragazze o comunque tutte le donne che non si sposano vengono definite "single"...quale la differenza ? Credo...che per le prime non era una scelta, per le seconde spesso si!...almeno così credo...
La prima ti intristisce e in qualche modo di fa a volte persino pena nella sua solitudine...la seconda spesso è da invidiare per tutte le libertà e possibilità di esperienze che può avere...
Ma non è raro trovare ancor oggi ragazze che, come la protagonista di questo "gradevole" libricino, pianifichino per filo e per segno la loro vita...dando in particolare priorità all'ambito lavorativo.
E quando finalmente sono pronte a lasciarsi travolgere dalle emozioni, dai sentimenti cercando una buona storia d'amore...qualcosa non va per il verso giusto...qualcosa s'ingrippa...che fare allora?
Beh, la nostra sicura Alice risolve il suo dilemma nello stesso modo con cui ha lavorato fino a quel momento ... pianifica il tutto : al di là del cuore...al di là dei sentimenti.
Una specie di "contratto" con una persona che altrettanto ponga le sue stesse aspettative all'ambito sessuale... Ecco che in questo modo lei potrà vivere i suoi trent'anni senza rimorsi...senza poter dire di non aver provato tutto ciò che è giusto che una donna provi e viva...
Ma sarà così lineare lo svilupparsi del piano ben progettato?
A voi cari amici scoprirne l'evoluzione della carinissima storia, un po' erotica...un po' romantica.
Un libro che ho letto con piacevolezza in poco più di un'ora...
Auguro di tutto cuore alla scrittrice di continuare a regalarci storie così "romanticamente erotiche" al punto giusto...e appaganti, proprio conformi ai miei gusti...
...magari accoompagnando le conversazioni davvero ben costruite con maggiori sviluppi nelle azioni e nelle descrizioni dei personaggi...perchè ne ho avvertito il bisogno...( e non mi riferisco solo al puro atto sessuale...sia chiaro...ma a tutto lo svolgersi della narrazione).
Io da romantica e tradizionalista sono a favore della "pia"nonna di Alice ; dicendo questo so che sarò considerata una donna d'altri tempi...ma , in effetti, lo sono e ne vado fiera...
Si, anche per me ogni donna è come una perla preziosa...che sarà di chi avrà la capacità di sapersela meritare e conquistare...ma sono consapevole che le cose ormai non funzionano più così...
Vedo e sento in continuazione storie di ragazze che "fanno tutto loro"... e i maschietti, che più tanto maschi non sono più, lasciano fare...si lasciano piacevolmente condurre...finchè, troppo spesso purtroppo , il gioco stanca...e senza tanti problemi...il gioco continuerà altrove, verso altri lidi in cui approdare...
Buona e simpatica lettura ...
Pia

P.S: il mio in bocca al lupo e un abbraccio a questa simpatica ed estrosa scrittrice esordiente !

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
A chi ama leggere storie erotico-romantiche leggere.
Trovi utile questa opinione? 
290
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-06-18 10:59:48 SARY
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
SARY Opinione inserita da SARY    18 Giugno, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

REFERENZE INTERESSANTI

In questo breve racconto la protagonista è Alice, donna in carriera in un prestigioso studio legale. Alice è in preda all’ansia per una scadenza imminente ed improrogabile, ma non relativa a qualche pratica contrattuale, bensì alla sfera personale: il trentesimo compleanno, che implica per noi donne paranoiche l’accelerazione dell’orologio biologico, tic tac tic tac, e il termine è ancora più perentorio se vi si giunge caste e pure. Ma la nostra Alice, da brava professionista quale è organizza la propria agenda per adempiere una volta per tutte ai propri doveri, con la gentile collaborazione di un uomo facoltoso. Finalmente arriva il momento tanto atteso, andrà tutto liscio?
Frizzante, spassoso, romantico e dolce. In poche pagine l’autrice ci regala una lettura leggera e piacevolissima con scene erotiche delicate, per nulla volgari, gaffe davvero imbarazzanti che mi hanno fatto ridere di gusto. Una storia magari non originale, come genere mi sembra che sia abbastanza in voga, ma è scritta bene e riesce a far sognare il lettore, una fuga dalla pesantezza quotidiana.
Più che una fuga è una scappatella, dura troppo poco! Ho terminato la lettura con un gigantesco NO mentale, non doveva e non poteva finire così, lascia l’acquolina in bocca e un po’ di punti interrogativi. Cosa ne sarà di Alice e di tutti i suoi pensieri e le sue speranze che non riesce neanche ad ammettere a sé stessa? Spero in un seguito!
Avrei preferito qualche dettaglio piccante in più e maggior dialoghi fra i personaggi, giusto per conoscerli meglio, ma, concludendo, mi è piaciuto, si legge in un soffio, consigliato alle inguaribili sognatrici.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-05-31 16:23:34 giulia89
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
giulia89 Opinione inserita da giulia89    31 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UN INFARTO ORA SAREBBE QUANTO MAI INOPPORTUNO

Finalmente mi sono decisa a leggerlo dopo vari mesi che aspettava silenzioso nel mio PC.
A differenza di tutti gli altri libri, per quanto riguarda questo breve racconto, non ho letto nessuna recensione precedente quindi non so cosa ne pensino gli altri.
Io a mio avviso, l'ho trovato davvero divertente e ironico.
Sono scene già viste con una storia abbastanza scontata, ciò non toglie che sia un racconto assolutamente godibile dove, inframezzato alla narrazione e ai dialoghi tra i personaggi, fa capolinea il cervello di Alice Charlus (la protagonista) che, come dotato di vita autonoma, ci diverte con battute fuori luogo, lezioni di autostima e lodi al "dio del sole".
Spero che la May decida di scrivere un libro vero e proprio perchè secondo me ha tutte le carte in regole per avere un discreto successo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-05-23 21:05:29 piccicuia
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
5.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    23 Mag, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

CRUDELE MAY!

Era da molto che volevo leggere Good References, perchè curiosa dalle buone recensioni che ci sono state sino ad ora. E a dir la verità, ne sono rimasta un pò delusa.
Non fraintendetemi, mi è piaciuta molto la storia della donna in carriera che vuole sbarrare con un FATTO la "cosa" da fare assolutamente entro i trentanni!
E ancora di più, se quella "cosa" ha a che vedere con la verginità. A 30? Oggigiorno?
Mi stupirebbe di più, una quindicenne che piagnucola per aver perso il cellulare invece che la propria verginità...
Quindi, questa Alice Charlus è del tutto da ammirare, ma non mi va proprio giù quest'amaro che ho in bocca!
Good References è davvero molto, molto corto come racconto!
Ed è davvero un'ingiustizia, perchè come fai a non volerne ancora?
E il fatto che io mi stia ancora chiedendo come sia andata a finire tra quei due, come sarebbe stata la risposta di lei (tecnica e professionale o informale e sbarazzina?) o come saranno state le altre prestazioni... be fatemi dire che non è assolutamente a favore dell'autrice.
Anzi, potrei anche odiarla in questo preciso momento! (Sono molto emotiva)

E' un racconticino molto frizzante e ben costruito. Mi è piaciuto l'intervento della nonna (seppur molto probabilmente si trovasse nell'oltretomba). Fersen Rhein, inoltre, sembra molto freddo e distaccato (badate bene, a quel "sembra"). Insomma, i personaggi sono ben fatti, ma mi sarebbe piaciuto conoscerli meglio!
Crudele May!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-04-30 17:00:58 Robbie
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
Robbie Opinione inserita da Robbie    30 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Buon biglietto da visita, Maggiolina!!

Devo dire che pur non essendo propriamente il mio genere di lettura, Maggiolina, ovvero la scrittrice con lo pseudonimo May, è riuscita a catturare la mia attenzione e a tenerla viva per tutto il breve racconto.

Alice Charlus, giovane donna in carriera, si accorge sempre più del passare del tempo e dell'approssimarsi della fatidica ora "X", cioè i suoi trent'anni. Dopo aver atteso invano l'uomo giusto della sua vita, appare determinata a dare una svolta alla sua vita. Ma un noto avvocato del suo studio, Rhein Fersen, approffittando di un momento di debolezza (troppi galletti rossi saltellanti....leggendo capirete), le carpisce l'inconfessabile...Quest'ultimo ha già tarpato le ali, all'ambiziosa Alice, ora cosa trama nell'ombra? Deve temere un'altra scorrettezza?

La copertina è elegante e perfettamente attinente a quanto narrato. Ottimo stile, moderno e scorrevole, condito da qualche parolaccia, ma che ben si integra comunque con la personalità della protagonista. E' un classico romance contemporaneo, con ambientazione nel XXI secolo, condito da pennellate ben amalgamate di erotismo, sottile romanticismo, irriverenza, ironia e un pizzico di suspense nel finale.

Forse la vicenda, se proprio si vuole essere pignoli, appare un pochino improbabile e forzata negli accadimenti, ma ciò non pregiudica comunque una lettura piacevole ed interessante.

Avanti così May, visto che le referenze sono buone (good reference), ora attendiamo qualche lavoro più corposo!!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Harmony o è appassionata di romance
Trovi utile questa opinione? 
210
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-04-29 14:33:20 EvaBlu
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
EvaBlu Opinione inserita da EvaBlu    29 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una passeggiata in primavera

Quando ho finito di leggere Good References, il primo pensiero è stato: Ne voglio di più! Signora May, sfornami qualcosa di più sostanzioso e sarò ancora tua.

Perché questo è un inizio saporito: un racconto intinto nella tonalità più azzeccata di rosa; di quel rosa che tutte le lettrici di rosa vanno cercando. Né troppo shock, insomma, e neppure eccessivamente slavato; bensì una storia briosa e frizzantina dallo stile semplice e scanzonato che diventa romantica al momento giusto.

Forse il tema della verginità può sembrare out, il solito terreno battuto nel girone romance, ma Alice, la protagonista, riesce a porlo e ad incarnarlo in maniera talmente naturale ed ironica che si finisce per sorridere insieme a lei dei suoi face to face interiori e per empatizzare con la sua altalena di sentimenti nei confronti del tanto temuto ed agognato avvocato Fersen Rhein.

Quello che rimane è la bella sensazione di aver fatto una passeggiata in primavera, quando ci si sente soddisfatti e serenamente felici ed in bocca rimane quel gusto inconfondibile di romantica dolcezza.

L’unico appunto voglio farlo sul titolo, sui nomi dei personaggi e sull'ambientazione: perchè da un’autrice italiana desidererei infinitamente dei titoli, dei nomi e delle ambientazioni nostrani. La mia è forse una pretesa azzardata (chiedo scusa!), ma reputo la nostra lingua e cultura così belle (ed i nostri talenti letterari così forti), che non ce la faccio proprio ad assistere alla loro completa globalizzazione in ogni ambito.
Già lotto con la mia vicina di casa che ha chiamato il figlio Richard e poi gli chiede se “vole du’ spaghi cor sugo”; perché mai devo torcermi il fegato anche con la narrativa?

Ma non divaghiamo: Io ti aspetto Signora May! Stupiscimi e fammi sorridere e sognare ancora.
La tua penna vale; eccome se vale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-04-18 08:00:34 gracy
Voto medio 
 
3.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
gracy Opinione inserita da gracy    18 Aprile, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ottime referenze Mrs May!

Non potevo aspettare l’estate per leggere questo racconto così intrigante e intriso di sex appeal….
I personaggi di questo piccolo romance sono tutti avvocati intraprendenti, non solo professionalmente ma anche in termini di compiacimento sessuale.
Alice Charlus ha trent’anni e molte qualità, laureata in legge lavora presso uno studio legale dove da tutta se stessa per adempiere al meglio all’espletamento dei contratti che le capitano sottomano, grazie alla sua preparazione professionale e alle sue specialità nei vari settori forensi, è pure bella e vergine.….
La nostra eroina, finirà presto per convincersi che bisogna dare via anche quella “cosa” così intima e personale per raggiungere determinati scopi negli affari, pertanto avvalendosi del manuale “101 modi scientificamente testati per fare centro al primo colpo” pensa di sovrapporre l’utile e il dilettevole.
Il bel Fersen si lascerà scappare la bella preda che le si presenta sopra un piatto?

“Piatto ricco? Mi ci ficco!”

……..Lo scoprirete solo leggendo.

Alice e Fersen sono i classici personaggi che con la loro passione e la loro leggerezza rendono il mondo davvero romantico e senza pretese, vanno letti col cuore , senza soffermarsi su quello che coincide o meno con la realtà e i rigidi standard che la vita ci impone. Sono esilaranti e innocui e poi diciamoci la verità…nei romance i protagonisti, supponenti o arroganti alla fine amano per davvero.

S. M. May in questo racconto manifesta tutta la sua passione di donna romantica e inguaribile lettrice di romance e attraverso le storie di Alice non si risparmia l’ironia, quella che davvero ti strappa un sorriso, che non aspetti di finire di ridere per una battuta che già ne trovi altre durante la lettura….rido ancora per quella sulle trivelle in Texas, il petrolio, a Dallas, J.R. con il cappello bianco e il sigaro in bocca!
….E ora Mrs May, non vedo l’ora di leggere un romanzo più completo, di quelli tosti, dove si osa tanto e non si risparmia su nessuna espressione erotica, la fantasia di certo non ti manca….ci siamo capite Mrs May?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
230
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-04-08 00:38:37 petra
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
petra Opinione inserita da petra    08 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

LOVE & ORDER

“Inquadramento obiettivo. Analisi e valutazione dei mezzi. Elaborazione di una strategia fattibile”. Il linguaggio di questo graziosissimo romance, è molto tecnico, all'apparenza freddo…non ci si aspetta in questo ambiente di feroci e superimpegnatissimi avvocati un' evoluzione di vicende sentimentali così piacevole e divertente. Il racconto lascia una sensazione godibilissima di brio e di spensieratezza, e considerato che far ridere è sempre, a mio avviso, più difficile che far commuovere, l’autrice merita davvero un plauso per questo lavoro frizzante e piacevolissimo.

Alice è una ragazza tosta, che ha fatto carriera con impegno e determinazione come avvocato, programmando sempre tutto con ferrea disciplina; d’improvviso si ritrova a meditare sulla sua situazione sentimentale di single, sull’amore e …sulle sue meravigliose implicazioni pratiche! Forse ad Alice un pizzico di autostima in più non guasterebbe, visto che i suoi supporter ( complici una bevuta di troppo ) diventano per magia i galletti disegnati sui boccali della birra… Come risolvere " efficacemente" il problema "amore"? Ma per quello,in fondo, c’è sempre tempo, prima la carriera… o no? Alice rimanda e soffoca questo sacrosanto desiderio finché non si avvicina il fatidico giorno del trentesimo compleanno. Stupende le considerazioni sul decadimento fisico / mentale delle trentenni, mi hanno davvero strappato una risata...
"Presto la mannaia dei trenta , con tutto il suo carico, la maturità, il tic - tic dell'orologio biologico, i primi cedimenti del corpo, la crema antirughe: orrore”! ( Urge che vada a comprare almeno una crema idratante…facciamo idratante rinforzata, va'.)

E così, in modo organizzatissimo e strategicamente impeccabile, Alice decide di festeggiare “come si deve" il suo sospirato compleanno, cercando in qualche modo di colmare le sue lacune sentimentali….ma nonostante la sua ferrea organizzazione qualcosa non andrà come sperato… o meglio, come previsto. Ma la vita a volte ci sa sorprendere nel bene e nel male, e forse un regalo di compleanno può cambiarti la vita!

La lettura è agile e scorrevole, e la protagonista è formidabilmente irriverente e simpatica nel mescolare problemi personali a ironiche e a volte esilaranti considerazioni personali.

Lieve, scorrevole e intelligente: davvero un libro piacevole, assolutamente consigliato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
... a tutti, anche a chi non ha mai letto romance!

Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-03-27 20:41:56 Lady Libro
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Lady Libro Opinione inserita da Lady Libro    27 Marzo, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Piccolo romance

Non so proprio cosa dire, e per tanti motivi.
E’un racconto semplice, molto breve, ma piuttosto carino e scritto bene.
Il linguaggio è fluido, scorrevole ed essenziale esattamente come mi piace trovarlo in un qualsiasi libro. E che dire poi delle scene d’erotismo così sottintese, poco esplicite e delicate? Mi hanno suscitato una tenerezza indicibile, trasmettendomi il timore e la fragilità di questa protagonista che si finge più forte di quanto sembri (chi, almeno una volta non si è mai immedesimata in Alice Charlus)?
Eppure in un certo senso avrei voluto che fosse più lungo e dettagliato.
Non metto assolutamente in dubbio che sia una storia dolce e simpatica che alterna momenti di comicità ad altri di profondità, e i personaggi sono sufficientemente caratterizzati in tutta questa brevità narrativa, però… Ecco, capisco che l’autrice abbia voluto descrivere una determinata situazione che avesse scopi ben definiti e precisi (e ammetto che sono anche io che pretendo troppo) ma a mio parere sarebbe stato più bello se il percorso di “formazione amorosa” tra i due protagonisti fosse stato approfondito e arricchito di particolari, magari inserendo pure qualche flashback che parlasse dei loro rispettivi passati.
Detto ciò, rimane comunque un racconto veramente bello e che dimostra che l’autrice ci sa proprio fare con carta, penna e fantasia. O computer, tasti e fantasia, è uguale.
Bravissima S.M. May!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
200
Segnala questa recensione ad un moderatore
Good References 2013-03-26 16:25:45 marib
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
marib Opinione inserita da marib    26 Marzo, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

buone referenze

Alice alla soglia dei trenta si accorge che nella sua vita è mancato "qualcosa"; tutta presa dalla sua carriera di avvocato in un grande studio, ha dimenticato di pensare alla sua vita privata... e è intenzionata a rimediare entro lo scoccare dei trent'anni... il resto resta da leggerlo in questo racconto, breve, ma molto divertente e ben scritto. Personalmente, non amando i racconti, avrei preferito vedere questa storia più argomentata e dettagliata, ma forse si sarebbe persa la sua leggerezza. Per cui se avete un ora da dedicare ad una lettura leggera e rilassante Good References fa per voi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 
Guarda tutte le opinioni degli utenti
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri