Narrativa italiana Letteratura rosa L'ultimo battito del cuore
 

L'ultimo battito del cuore L'ultimo battito del cuore

L'ultimo battito del cuore

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Nell’incantevole campagna del Kent, Penelope non arriva per caso. Dopo la tragica scomparsa di Adam, il suo unico amore, in un incidente d’auto a cui lei è miracolosamente scampata, si lascia convincere a trascorrere un periodo di tempo nella magnifica tenuta di sua sorella Addison. Ma a casa dei Walker la situazione è tutt’altro che tranquilla. Il matrimonio tra Addison e Ryan, costretto su una sedia a rotelle, peggiora di giorno in giorno, così come l’umore della sorella, sempre più fredda, tagliente e scontrosa. L’unica consolazione per Penelope è prendersi cura del giardino da troppo tempo trascurato. Con l’appoggio di Ryan e l’aiuto di Tristan, l’affascinante giardiniere del paese, quel rettangolo di terra infestato da erbacce si arricchisce di una grande varietà di piante e fiori colorati. Tuttavia i violenti litigi con Addison, il tormento del ricordo di Adam e una serata fatale trascorsa con Ryan fanno sentire Penelope sempre più sola e in balìa delle onde del destino. L’unica voce a raggiungerla nel profondo è quella di Tristan, il primo uomo dopo Adam ad attrarla misteriosamente...



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
2.0  (2)
Piacevolezza 
 
2.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'ultimo battito del cuore 2014-07-09 17:50:00 GLICINE
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
GLICINE Opinione inserita da GLICINE    09 Luglio, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

PERSI NELLE SABBIE MOBILI

Appena iniziata la lettura, mi ha colpito positivamente lo stile di scrittura di questa autrice. Una prosa evocativa, poetica in alcuni passaggi:
“ Sui tetti lo sbuffare bianco dei comignoli sembrava scaldare il cielo grigio, mentre il gelo di un inverno senza fine graffiava le pareti.”
“ l’erba prosciugata dal sole estivo era tornata smeraldina dopo le ultime piogge…”
Riconoscibile soprattutto nella prima parte del libro. Poi arrivano i personaggi ed anche le dolenti note, a mio parere.
E’ la vita di due sorelle cuore del libro. Penelope ( nome scelto cercando di cucire addosso al personaggio peculiarità della Penelope mitologica, senza molto successo) , e Addison.
La prima giovane, colpita dal grave lutto della perdita del suo compagno Adam in seguito ad un’incidente stradale, viene ospitata da Addison, sposata con Ryan costretto su una sedia a rotelle, con un bambino di quattro anni.
Le due sorelle sono figlie dello stesso padre, ma avute da due madri differenti; da sempre, il loro rapporto è stato un’alternanza di amore ed odio, gelosie ed incomprensioni.
Anche il matrimonio di Addison non sta passando un buon periodo e l’arrivo della sorella non aiuta di certo a rinsaldare il rapporto tra marito e moglie.
I personaggi li ho percepiti lontani, ognuno chiuso nel proprio dolore, non viene sviluppato il desiderio di redenzione, di continuare a vivere, di speranza, sono pagine buie, come una cappa pesante che si trascina riga dopo riga fino all’epilogo. In alcuni punti compaiono lampi di luce che ti fanno dire:” Ecco ci siamo, finalmente, il miracolo della guarigione delle ferite dell’animo si compie, il perdono reciproco, l’amore che vince, invece…..”
L’impressione è che i personaggi si ritrovino a muoversi nelle sabbie mobili. L’autrice permette che nemmeno loro arrivino a credere alla possibilità di farcela. Questa sorta di fissità, di putredine, fa in modo che la lettura perda mordente e piacevolezza. Anche lo stile di scrittura frizzante e stimolante della Cebeni, soffre dell’atmosfera creata dalla stessa, perdendo di freschezza e poesia.
Peccato! In ogni caso leggerò altro di questa autrice che mi ha comunque incuriosita.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
L'ultimo battito del cuore 2014-04-23 08:31:46 Minuscola
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Minuscola Opinione inserita da Minuscola    23 Aprile, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Confuso

Questo libro è tanti genere insieme e non ne è nemmeno uno.
Non so come classificarlo. Mi era piaciuto il titolo e l'ho preso.
La storia è quella di Penelope che perde il fidanzato in un incidente. Invece di rifarsi una vita, va a stare dalla sorellastra,( antipatica) con la quale litiga sempre. Il marito della sorella è paraplegico e sembra che i due (Penelope e il cognato) si vogliano bene, infatti fanno sesso. Non si sa perchè. Era una sera qualunque, anzi abbastanza triste e guarda caso questa donna ha voglia di fare sesso con il marito della sorella peraltro!. Poi lo ignora. E in tutto il resto del libro non si parlano, neppure per spiegarsi o mandarsi a quel paese!
Così come viene ignorata un'altra figura di questo libro: ossia il figlio della sorellastra, il nipote di Penelope, pieno di problemi e di silenzi, ma con il quale nessuno parla. Non si capisce che età abbia e cosa pensi di tutta questa faccenda. Le urla della madre, il broncio del padre e la zia che porta lì in casa un uomo....bah!
Ecco però che Penelope scopre che, forse (in realtà non si capisce) che il cuore del fidanzato è stato donato proprio a quest'uomo che guarda caso abita nello stesso apese......e a lei è molto simpatico...e forse lei se ne innamora (? boh, non si capisce neppure questo).
SPOILER
Intanto quel povero paraplegico si suicida....la sorrelastra manda via Penelope da casa. Era ora! Io sarei scappata moooolto prima!
Non si sa bene come va a finire, ma le sorelle si scrivono, si sono perdonate a vicenda? Non si capisce.
Una storia troppo confusa con troppi generi mescolati.
Bah!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri