Il leone d'oro Il leone d'oro

Il leone d'oro

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Africa orientale, seconda metà del diciassettesimo secolo. Hal Courteney incarna la quintessenza di una vita vissuta pericolosamente: ha per moglie una nobile guerriera etiope che combatte al suo fianco, ha da parte un cospicuo tesoro e ha un ancor più cospicuo numero di nemici. Hal è convinto di aver seppellito per sempre il peggiore di questi, l'Avvoltoio, il responsabile dell'ingiusta condanna di suo padre. Ma l'uomo è invece sopravvissuto e, benché sfigurato e mutilato, è più combattivo che mai: l'unico scopo della sua vita ormai è uccidere Hal e la moglie.

Recensione della Redazione QLibri

 
Il leone d'oro 2015-10-27 20:22:35 Valerio91
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    27 Ottobre, 2015
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un'avventura degna di questo nome

Alla mia prima esperienza con Wilbur Smith, posso dire che ci troviamo al cospetto di un autore che merita la sua fama. Tralasciando il titolo del libro, che non ha molto a che vedere con la trama in sé, se non una vaga citazione all'inizio, mi sono ritrovato di fronte a un libro davvero bello e coinvolgente.
Lo stile di Wilbur Smith mi ha colpito. Leggero, scorrevole, accurato e piacevole. Ma la vera nota positiva che voglio mettere assolutamente in risalto è la egregia caratterizzazione dei personaggi. Non esistono personaggi inutili e, non vorrei esagerare, ma credo ce ne siano almeno sei degni di nota. Anche le comparse sono funzionali alla storia e davvero ben presentate. L'autore ha fatto un lavoro perfetto nel far muovere questi personaggi in una storia appassionante e varia, che sono loro stessi ad arricchire e rendere più interessante. Ci troveremo a navigare nei mari dell'Africa e ad attraversare alcune delle sue terre, inseguendo in lungo e in largo le frenetiche avventure di Courteney e dei suoi uomini.

C'è un po' di tutto ne "Il Leone d'oro". Assisteremo alla storia del comandante della nave Golden Bough, il comandante inglese Hal Courteney, valoroso combattente distintosi nelle battaglie tra musulmani e cristiani, alla difesa di reliquie sacre come il Graal e il Tabernacolo, e figlio di un altro grande comandante (e corsaro). Assisteremo all'amore che lo lega al generale Nazeth, valorosa e bellissima guerriera etiope, alla sua amicizia con il possente guerriero Aboli, ma soprattutto alla battaglia contro il suo peggior nemico: Angus Cochran, altrimenti detto l'Avvoltoio. Cochran, uomo che Courteney credeva di aver ucciso in battaglia, torna dal regno dei morti con il corpo ridotto a una carcassa bruciacchiata, ma animato dall'inesauribile desiderio di vendetta nei confronti di colui che l'ha ridotto a un vegetale. Coglierà al volo l'opportunità offertagli a Zanzibar dal sultano in persona, con il quale condivide l'odio per il comandante inglese, e che gli offrirà i mezzi per mettere a punto la sua tanto desiderata vendetta e privare il suo nemico di tutto quello che ha di caro a questo mondo: la sua nave, i suoi uomini, il suo oro, ma soprattutto la sua donna e il bambino che porta in grembo.
Popolato da uomini valorosi, da pirati, sultani, uomini senza scrupoli e vigliacchi, e animato da avventura, onore, amore, amicizia e vendetta, questo romanzo di Wilbur Smith mi ha piacevolmente sorpreso, e non posso fare altro che consigliarlo caldamente a tutti, soprattutto agli amanti dei romanzi d'avventura.

"Non sono gli schiavi a puzzare. Il tanfo è quello delle anime degli uomini che li riducono in schiavitù."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Clive Cussler
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.5  (2)
Contenuto 
 
4.5  (2)
Piacevolezza 
 
4.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il leone d'oro 2018-08-27 09:51:43 Niki
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Niki Opinione inserita da Niki    27 Agosto, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Avventura esotica

'Il leone d'oro' è un romanzo d'avventura in piena regola ambientato nell'Africa orientale, nella seconda metà del diciassettesimo secolo. Ci sono 'buoni' e 'cattivi' in competizione, velieri, arrembaggi, porti pittoreschi, schiavi, sultani, harem, miniere d'oro, tesori da recuperare, vendetta e amore ... il tutto supportato da una scrittura coinvolgente ma soprattutto, ci tengo a sottolineare, 'sapiente'. Wilbur Smith non si improvvisa scrittore: conosce le ambientazioni e le può descrivere con competenza, studia i personaggi, il periodo storico, ogni elemento di contorno nei minimi particolari e per questo è perfettamente credibile. Pur essendo di godibile lettura anche se non si sono letti altri romanzi del ciclo dei Courteney, io consiglio caldamente di leggere prima gli altri per evitare l'impressione che manchino dei pezzi, soprattutto all'inizio, visto che, ovviamente, molte cose sono date per scontate.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gli altri romanzi del ciclo dei Courteney
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Il leone d'oro 2015-10-28 16:54:18 Fede1975
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Fede1975    28 Ottobre, 2015

Wilbur

E' molto bello quello che ha scritto Valerio a proposito di Smith e del suo libro. A differenza sua io li ho letti tutti e quindi ritrovo dei personaggi conosciuti in precedenza che diventano dei conoscenti.
I personaggi diventano, protagonisti o meno, positivi o negativi, epici.
Adoro le descrizioni fisiche, di carattere ma anche degli ambienti e con i suoi libri mi immergo negli eventi. Grazie a lui mi sono innamorata (purtroppo senza esserci ancora andata) dell'Africa e del Sud Africa in particolare.
Io lo consiglio a tutti quelli che mi chiedono cosa leggere. Non li farei magari iniziare con questo romanzo, perché leggendo gli altri prima si possono apprezzare e amare ancora di più i personaggi qui presentati.
Attraverso i suoi libri poi si imparano molte cose anche della cultura africana e delle diversità esistenti e dei problemi che essa ha dovuto sopportare.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
10
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Stelle minori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
I tredici passi
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il cuoco dell'Alcyon
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Tutto sarà perfetto
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Bugie e altri racconti morali
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Ninfa dormiente
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il sussurro del mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La scuola
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Al Tayar
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Delitti senza castigo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Persone normali
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri