Il re dei rovi Il re dei rovi

Il re dei rovi

Letteratura straniera

Classificazione

A Buenos Aires un famoso Autore di fumetti è stato assassinato. Al suo funerale partecipano i parenti, i fan, la stampa e l'OFAC, l'infame polizia segreta. Ma c'è anche qualcun altro. Quattro uomini vestiti in modo inusuale: Tariq il Moro, un cavaliere medievale, Saigon Blake, un pirata delle guerre dell'oppio, Metnal, un vampiro di origine maya che dà la caccia alle creature scappate dall'inferno, e Flint Moran, un cacciatore delle praterie, ma del futuro. Nessuno presta attenzione a loro tranne Milo, il becchino. Da dove provengono questi quattro uomini? È possibile che siano i personaggi dei fumetti dell'Autore? E sono così improbabili come sembra? Milo, insieme al suo amico Bava, cercherà di scoprire il mistero che lega questa incredibile apparizione alla morte dell'autore, dietro cui sembra esserci la terribile OFAC. Figueras attraversa linguaggi e generi narrativi diversi, dal romanzo d'avventura al fantasy, intrecciando memorie salgariane e temi epici propri del fumetto, per rappresentare una realtà sorprendente e sfaccettata. Un omaggio a Héctor Oesterheld, celebre fumettista argentino, autore de "L'Eternauta" - capolavoro che ha segnato un'epoca e più di una generazione anche in Italia -, desaparecido durante la dittatura, così come le sue figlie, tutte uccise dai militari, la cui immagine rivive nelle quattro ragazze rapite alle quali i protagonisti cercheranno di salvare la vita. Una storia di amicizia e di lealtà, che lascia il lettore con la certezza che un altro mondo, anzi, altri mondi sono possibili.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
2.0  (1)
Piacevolezza 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il re dei rovi 2019-10-18 07:13:40 Scavadentro
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
Scavadentro Opinione inserita da Scavadentro    18 Ottobre, 2019
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il Re della confusione

Raramente mi sono imbattuto in un testo come questo, che provoca in me sentimenti e reazioni contrastanti. Comincio col dire che il libro è di difficile definizione: in alcune librerie è esposto nel settore ragazzi, in altre nei fantasy, in ulteriori nei fumetti (?) o nella fantascienza. Personalmente penso che Figueras si sia cimentato in un'impresa francamente difficile, cercando di riunire in un unico narrato la storia di più personaggi, su più piani temporali ed in più generi. Il filo conduttore, Milo, ragazzo argentino vittima di un regime dittatoriale, viene affiancato da personaggi più o meno riusciti e oggettivamente accettabili solo in un contesto che prevede l'uso del fantastico e dello spazio metafisico. La lettura scorre soltanto se si accetta questo punto di vista, che si apre con il protagonista che durante le esequie dell'Autore (assassinato dal regime), è in loco nel ruolo di becchino. Tra le nebbie appaiono quattro figure, parto fumettistico del defunto, completamente autonome e differenti tra loro: Tariq il Moro giunto dall'epoca di Artù e Merlino, il pirata Saigon Blake emerso dalla Cina delle guerre dell'oppio, Metnal, vampiro di origine sudamericana che è in realtà un “non vivente” e antagonista del diavolo, ed infine Flint Moran, da un epoca futura e dotato di astronave organica (senziente e dotata di emozioni). Qui abbiamo un primo punto di partenza con le vicende di Milo (che abita nel Delta acquitrinoso) e dei suoi amici il Bava, il Bonzo ecc.. e del Vecchio (che da una vita presidia una specie di triangolo misterioso ove avvengono fenomeni spazio-temporali), che si svolgono nel “presente” (se di esso si può parlare...) di un'Argentina come detto dittatoriale con Polizia e OFAC che uccidono e perseguitano le latitanti tre figlie dell'Autore (una quarta è già stata “eliminata” ma apparirà comunque...) e la Vedova. In questo filone Milo ha a che fare con un padre ubriacone, miserabili vari, la detta polizia, sino all'arrivo del Pilota, altra figura emersa dal passato con intenzioni omicide. Contemporaneamente si sviluppano altre sotto trame: Tariq rientra nel medioevo post romanico dell'età arturiana diversa ed abbruttita; Blake nella Cina dove la sua nemica ora è sua amante, nel bel mezzo di un attacco europeo al palazzo imperiale tra francesi, inglesi e mongoli: con l'ausilio di Moran interverrà nel conflitto. Metnal procede nel trasformare la defunta figlia dell'autore Helena in una creatura a lui analoga, per poi sfidare il diavolo (?) in una lotta che non ci viene narrata... Insomma una trama che con il procedere delle pagine (troppe) giunge ad un finale onestamente deludente e che non giustifica un eccesso dimensionale del romanzo, che nulla ha a che vedere con Salgari né tanto meno con Verne o Stevenson.... Per concludere una serie di buone idee sviluppate con difficoltà e con confusione.


























Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
120
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Un'amicizia
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri