Narrativa straniera Fantascienza Atti casuali di violenza insensata
 

Atti casuali di violenza insensata Atti casuali di violenza insensata

Atti casuali di violenza insensata

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Per il suo dodicesimo compleanno, Lola ha ricevuto in regalo un diario, “Perché così, tesoro, – dice la mamma – potrai ricordarti di come è bella la vita anche quando non ti sembrerà più che lo sia”. E, va da sé, la madre pensa alle vicissitudini di un’esistenza normale. Ma nulla è normale nella New York che Jack Womack tratteggia sospingendo l’azione in un immediato e non improbabile futuro: i presidenti, assassinati, si succedono l’uno all’altro, la città è militarizzata e la sopraffazione è all’ordine del giorno. Le multinazionali abusano del loro strapotere, l’inflazione impazza, la tensione sociale è alle stelle, la violenza nelle strade è incontrollata. Il diario di Lola registra con puntualità gli eventi che premono sempre più da vicino sulla sua famiglia: il collasso economico, il trasloco dalla raffinata Park Avenue agli slum di Harlem, la disperazione di un padre sceneggiatore costretto – fino a morirne – a lavori sempre più umilianti, la depressione della madre, le crescenti nevrosi infantili della sorellina. Parallela alla discesa agli inferi sociale ed economica della famiglia Hart scorre la vita di Lola, in una metamorfosi dalle piccole diatribe di una scuola media privata femminile alle bande giovanili del ghetto afro-ispanico, in un costante interrogarsi sulla sua sessualità, pronta infine a saltare il fosso e a passare fra quei marginali che non hanno più speranza di ritorno nella cosiddetta società civile. E il linguaggio di Lola, da un inglese corretto e strutturato, evolve franando in un originalissimo idioma di strada che ci ricorda il nadsat burgessiano. Paradossale Anna Frank del Duemila, nelle paginette del suo diario Lola incide prima i giochi da bambina, poi lo sgomento, infine il dolore e la rabbia di un’infanzia che si sgretola e rinasce, gergale e violenta, armata di cinismo, per affrontare i mostri metropolitani.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Atti casuali di violenza insensata 2014-05-16 12:04:14 Donnie*Darko
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Donnie*Darko Opinione inserita da Donnie*Darko    16 Mag, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lola corre

Inquietante discesa agli inferi della dodicenne Lola che in un futuro non troppo lontano vede la crisi economica e sociale distruggere ogni sua certezza.
Lei, di famiglia borghese, assiste impotente al disfacimento di quel mondo da cui ha sempre tratto protezione e amore. Ora un incedere feroce scandisce senza sosta una regressione crudele, mentre all'esterno la violenza impazza all'insegna di una continua guerriglia tra esercito e poveracci ridotti alla fame.
Doloroso e incalzante, scritto stile diario mediante una proprietà linguistica che sfiorisce con l'avvicinarsi dell'abisso per sposare uno slang da "strada", questo romanzo colpisce duro dipingendo una realtà ben poco fantascientifica, dove pochi si arricchiscono e i più devono sottostare a un violento stato di polizia.
E' un futuro da incubo quello immaginato da Womack, il quale partendo dall'annullamento di ogni diritto sfalda la società attuale per volere di un governo dispotico intenzionato a piegare le masse tramite un clima di serrato terrore.
Il microcosmo è quello di Lola, solo una bambina in balia degli eventi, ciò che la attornia è un mondo impaurito, aggressivo, denudato di ogni sua conquista civile.
Adeguarsi al clima violento o resistere cercando uno spiraglio di speranza?
Se non altro coraggiosamente Lola proverà a mantenere integra la propria dignità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri