Narrativa straniera Fantascienza Il mare infinito. La quinta onda
 

Il mare infinito. La quinta onda Il mare infinito. La quinta onda

Il mare infinito. La quinta onda

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Come si fa a cancellare dalla faccia della Terra sette miliardi di persone? Sopravvivere alle prime quattro onde sembrava impossibile eppure Cassie Sullivan e i suoi compagni ci sono riusciti. Ora si ritrovano in un mondo che non riconoscono più, tutto è stato distrutto, anche quello che ci teneva uniti, che ci rendeva umani. Con gli Altri alle costole, Cassie, Ben e Ringer si trovano di fronte a una scelta difficile: prepararsi ad affrontare l'inverno sperando nel ritorno di Evan Walker o partire alla ricerca di altri sopravvissuti. Perché il prossimo attacco è inevitabile - e imminente. La Quinta Onda, infatti, continua implacabile la sua avanzata, e il nemico non si fermerà fino a che la razza umana non sarà completamente annientata. Dopo il successo di "La Quinta Onda", diventato un film, Rick Yancey torna con il secondo capitolo della saga.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il mare infinito. La quinta onda 2016-02-08 17:05:36 Mian88
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    08 Febbraio, 2016
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Vincit qui patitur

Con la “Quinta Onda”, primo capitolo della trilogia, abbiamo lasciato Cassie, Zombie e tutti gli altri protagonisti ideati da Rick Yancey in fuga, reduci da una rocambolesca missione di salvataggio con tanto di ritirata propizia.
“Il mare infinito”, dal punto di vista delle ambientazioni non apporta grandi novità al racconto, è statico stante il fatto che sostanzialmente l’intero libro si svolge nell’albergo in cui il gruppo si era dato appuntamento dopo il predetto ripiegamento.
Le voci narranti, esattamente come nel precedente episodio, si intervallano incentrandosi in particolar modo su quelle di Ringer, con il quale il romanzo ha inizio e conclusione, e quelle di Cassie che occupa al contrario la parte centrale del componimento.
E’ vero però altresì che se dal punto di vista della location questo non spicca per movimento, per pluralità di luoghi, al contrario notevoli sono gli sviluppi dal punto di vista contenutivo; in particolare sul finale (dove regina indiscussa è Marika-Ringer) il lettore inizia a far chiarezza su chi è il vero nemico ed al tempo stesso è costretto a far fronte a quello che è il suo mare infinito, quel luogo di perdizione di sé ove nulla ha più valore e dove quello che sino ad allora sembrava averne viene rimesso in gioco, montato e smontato, plasmato e distrutto dagli stessi uomini. Viceversa il cuore dell’elaborato si snoda sul ritorno di Evan dalla sua Cassie, sulla metafora dei roditori e vede nello specifico svilupparsi il rapporto umano tra i due giovani.
Stilisticamente lo scritto è fluente, scorrevole, si esaurisce in un paio di giorni, e risulta essere privo di quegli elementi di prevedibilità che rendevano a tratti farraginosa “La quinta onda”.
In conclusione, un testo nettamente migliore e superiore rispetto alla precedente prova, un’opera capace di sorprendere e senza cali di tensione. Per conoscere dell’epilogo dovremo però aspettare giugno, mese entro il quale è prevista l’uscita de “L’ultima stella”.

«Il mondo è un orologio e l’orologio è sempre più scarico, e il loro arrivo con questo non ha nulla a che fare. Il mondo è sempre stato un orologio. Anche le stelle si spegneranno, a una a una, e non ci sarà più né luce, né calore, e questa è una guerra, la guerra vana e perpetua contro il vuoto senza luce né calore che avanza spedito verso di noi»

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri