Narrativa straniera Fantascienza L'atomo stagnante
 

L'atomo stagnante L'atomo stagnante

L'atomo stagnante

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


«Non fare ricerche atomiche»: questo è il primo comandamento dell'Impero Mondiale faticosamente costruito, nell'ormai lontano 1999 d.C, sulle rovine di una guerra atomica che, nell'ultimo quarto del secolo, aveva quasi cancellato dalla faccia della Terra non solo la civiltà ma addirittura l'umanità. Ora, governato da ferree leggi che mantengono un equilibrio immobile, il mondo ristagna. Si sono costruite città galleggianti o sottomarine, si estraggono minerali dal fondo degli oceani, si dividono gli uomini secondo i Quozienti d'Intelligenza (QI) Alti, Medi o Bassi, si eleggono le massime cariche dell'Impero Mondiale con un sistema simile ai «quiz» televisivi. E l'avventura creativa dell'uomo sembra esaurita. Ma in realtà l'evoluzione della specie prosegue. Nascono uomini dotati di facoltà nuove, più ampie, straordinarie. E trovano strutture rigide, che li considerano nemici, che soffocano lo sviluppo delle loro possibilità. La lotta per rimettere l'umanità in cammino verso i suoi destini nel Cosmo si svolge ai limiti estremi di un rischio mortale.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'atomo stagnante 2017-08-02 09:07:25 catcarlo
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
catcarlo Opinione inserita da catcarlo    02 Agosto, 2017
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fantascienza anni Sessanta

** Attenzione, spoiler! ** Uscito in origine nella prima metà degli anni Sessanta, questo romanzo del californiano Sutton risente molto del periodo in cui fu scritto – la Guerra Fredda e l’incubo dell’atomica – ma si rivela alla fine un buon thriller fantascientifico che procede con ritmo spedito attraverso un intreccio ben congegnato e personaggi che, pur rispettando gli stilemi del genere, sanno farsi seguire con curiosità. Siccome niente può invecchiare più alla svelta di un libro di fantascienza, l’azione è ambientata in un futuro datato 1999: un conflitto nucleare ha quasi spazzato via l’umanità e perciò la regola fondante del rinnovato patto sociale, che fa base soprattutto nella decentrata e si suppone meno contaminata Australia, è il divieto assoluto di ricerca sull’atomo. Pare però che qualcuno stia cospirando in tal senso e per indagare viene chiamato un poliziotto strappato al suo dorato esilio su di un’isoletta del Pacifico. In una società rigidamente classista, le divisioni sono basate sul Quoziente d’Intelligenza, il nostro uomo si piazza a un livello stranamente basso, ma riceve l’incarico dal gran capo mondiale in persona: le sue capacità extrasensoriali lo aiuteranno a sgarbugliare la matassa. Il protagonista si sforza a lungo di nascondere una simile dote perché quelli come lui sono considerati dei pericolosi reietti: un tema, quello della minoranza perseguitata solo per preconcetto, che serve a variare il filone principale che, a sua volta, unisce l’investigazione ai colpi bassi della lotta politica in cui sono impegnati i candidati alla più alta poltrona terrestre, peraltro assegnata con una sorta di quiz televisivo all’ennesima potenza. L’ultimo ingrediente, che si va esplicando in un azzeccato crescendo, è quello delle scoperte scientifiche che possono essere indirizzate al bene o al male: i famosi cospiratori vogliono difatti riprenderla per poter tornare a puntare verso le stelle.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri