Narrativa straniera Fantascienza Quella luce negli occhi
 

Quella luce negli occhi Quella luce negli occhi

Quella luce negli occhi

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Dopo l’esplosione di un’epidemia che ha popolato Baton Rouge di non-morti, le cose stanno lentamente tornando alla normalità. Sono ormai tre settimane che Michael, Rachel e il loro amico Matt stanno cercando il padre di quest’ultimo, il signor Mazoch. Quasi certamente è stato morso e adesso vaga per Baton Rouge, come i non-morti ancora in libertà, sull’onda dei ricordi di quando era vivo. Mentre la stagione degli uragani minaccia di spazzare via gli ultimi zombi rimasti, i tre protagonisti setacciano i luoghi che, un tempo, erano importanti per lui, animati dalla speranza che anima tutti coloro che piangono la perdita di una persona cara, che cioè chi è morto possa tornare, in una forma o nell’altra.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Quella luce negli occhi 2015-12-18 14:56:40 Raven90
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Raven90 Opinione inserita da Raven90    18 Dicembre, 2015
Top 1000 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una zombie story alternativa!

La collana Black Coffee delle edizioni Clichy raccoglie i romanzi di autori americani emergenti e lo fa con passione, selezionando penne di ottima qualità che hanno dalla loro una certa originalità. Bennett Sims conferma questa visione con il suo primo romanzo, una zombie story alternativa, originale e molto riflessiva.

Il protagonista del romanzo, Michael, tiene un diario nel quale racconta le vicende svoltesi nel giro di una settimana e nelle quali lui stesso ed il suo amico Matt sono andati alla ricerca del padre di quest'ultimo, visitando luoghi facenti parte della sua vita passata, a prima dello scoppio dell'epidemia che ha trasformato parte della popolazione in non morti.
I personaggi dunque si muovono in un mondo parzialmente abbandonato ma che, a differenza di altri romanzi che trattano lo stesso tema, è sotto controllo grazie alle forze dell'ordine che sono riuscite a dare una parvenza di normalità alle vite dei sopravissuti attraverso controlli e precauzioni varie.
A differenza di altri romanzi dedicati al tema "zombesco", in cui l'avventura è al centro della vicenda, nel romanzo di Sims è preponderante la riflessione su come possa essere la non morte. Ecco che allora lo zombie più che un pericolo imminente sarà il pretesto per l'introspezione, per la riflessione sulla vita e la non vita da parte di un protagonista arrivato al limite della paranoia verso un fenomeno per lui incomprensibile quanto affascinante. I personaggi sono pochi, ma ben presentati attraverso le accurate descrizioni che di essi fa Michael, sia a livello fisico che per quanto riguarda il loro passato, le loro abitudini; ognuno di essi inoltre ha la propria visione riguardo la non morte ed i modi con cui bisognerebbe trattarla.
L'autore scrive bene, con un linguaggio elegante e colto ed arricchisce il testo con frequenti note a piè pagina, che arricchiscono ulteriormente i pensieri del protagonista attraverso descrizioni dettagliate di un oggetto e concetti filosofici interessanti e profondi. A volte può sembrare che queste note, unite alle tante parentesi (tonde e quadre!) che il protagonista apre durante la sua narrazione, possano spezzare il ritmo del romanzo, ma secondo me ne danno ancora più valore, lo rendono diverso da altri racconti.

Bennet Sims è sicuramente un autore da tenere d'occhio con estrema attenzione ed interesse. Statene lontani se cercate un romanzo pieno di avventura e di azione, perché qui non ne troverete affatto.

Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri