Narrativa straniera Fantascienza The 100. Homecoming
 

The 100. Homecoming The 100. Homecoming

The 100. Homecoming

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


Nuove navicelle arrivano sulla Terra, in fuga dalla stazione spaziale a corto di ossigeno. I 100 sono pronti ad accogliere i fortunati sfuggiti a una morte certa. Tra i nuovi arrivi ci sono vecchi amici come Glass e Luke, che ritrovano così Clarke e Wells. C'è anche il temibile Vice Cancelliere Rhodes, però, che intende ristabilire il regime di terrore instaurato sulla stazione spaziale, senza sconti per nessuno. Bellamy, colpevole di aver causato il ferimento del Cancelliere, è il suo primo bersaglio. In fuga dalla colonia, si rifugia con i suoi amici tra i terrestri. Lo scontro con le truppe di Rhodes è inevitabile. Il Vice Cancelliere sferra un attacco spietato, ma i suoi avversari sono determinati a resistere. È giunto il momento che i 100 si uniscano e lottino per difendere la libertà che hanno trovato sulla Terra.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
The 100. Homecoming 2018-04-26 11:36:27 ClaudiaM
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ClaudiaM Opinione inserita da ClaudiaM    26 Aprile, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La minaccia arriva dal cielo

Dove eravamo rimasti? I nostri cari delinquenti hanno scoperto di non essere soli sulla Terra e che c’è stata una spedizione precedente alla loro di cui, però, sembra non essere sopravvissuto nessuno. O quasi. Clarke inizia ad avere la concreta speranza che i suoi genitori siano ancora vivi. E mentre i cento cominciano a capire come muoversi sul pianeta e che i terrestri non sono tutti ostili come credevano, una nuova ondata di coloni scende dal cielo.
Nella Colonia, infatti, l’ossigeno è ormai agli sgoccioli e delle navicelle di salvataggio sono partite alla volta della Terra, atterrando poco lontano dall’accampamento dei cento. E dacché i giovani delinquenti gioiscono della nuova compagnia, pian piano si rendono conto che i nuovi arrivati non portano altro che grane. Il Vice Cancelliere Rhodes prende il comando dei soldati sbarcati con lui e inizia a dettare legge per ripristinare il potere che aveva sulla Colonia. Non passa troppo tempo che le condizioni tornano a essere quelle rigide e dittatoriali attuate nello spazio e i cento, che sulla Terra avevano costruito la loro casa, si ritrovano a dover affrontare una minaccia che inaspettatamente non arriva dai terrestri, bensì dalla loro stessa gente.

Le prove dei protagonisti sembrano non aver mai fine, Bellamy è costretto a fuggire per evitare la condanna a morte per essere scappato dalla Colonia, Clarke ha il suo bel daffare con il curare i nuovi arrivati e proteggere il ragazzo che ama, Wells inizia a capire di avere la stoffa del leader e ad agire di conseguenza, mentre Glass si scontra con i pericoli della Terra per la prima volta. I primi tre protagonisti si sono evoluti parecchio rispetto al primo libro, sono cambiati, cresciuti, e hanno imparato prima a sopravvivere e poi a vivere sulla Terra, facendo i conti con i loro errori passati, col dolore delle perdite subite e con le nuove responsabilità. Diversamente, Glass mi sembra un personaggio un po’ piatto. Lei infatti agisce sempre e solo per Luke, non c’è altro al di fuori del loro amore e la cosa, alla lunga, stufa. Sì, quello che prova per lui l’ha resa forte, non è più la ragazzina snob della Colonia, ma questo cambiamento è stato sottolineato fin dal primo capitolo del primo libro. Solo alla fine di questo terzo volume Glass inizia a capire che sulla Terra non possono esserci solo lei e Luke e che è importante fare parte di un gruppo, di una famiglia, e aiutarsi a vicenda. Spero che la sua trama si amalgami di più a quella degli altri nell’ultimo libro.

Lo stile del romanzo è sempre molto scorrevole e semplice, la trama a tratti un po’ prevedibile ma comunque piacevole. Con questo terzo volume la storia sembra conclusa, ma a quanto pare ai cento spettano nuove peripezie. L’happy ending dovrebbe quindi essere una pausa momentanea, giusto per far riprendere fiato ai giovani protagonisti prima che succeda un’altra disgrazia!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Odio volare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La follia Mazzarino
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri