Fateful Fateful

Fateful

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

1912. Tessa ha 18 anni e lavora come domestica presso i Lisle, una famiglia aristocratica che nasconde dolorosi ricordi. Quando si imbarcano sul maestoso Titanic con destinazione New York, Tessa spera che giunti nel Nuovo Mondo anche la sua vita possa cambiare. Il viaggio, però, si rivela da subito pericoloso a causa di due uomini misteriosi: Alec, affascinante passeggero della prima classe, e Mikhail, un nobile russo. Appartengono a due famiglie antiche, potenti e nemiche, e sono disposti a tutto per conquistare Tessa... che ancora non sa che entrambi sono licantropi.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
3.9
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
3.7  (3)
Piacevolezza 
 
4.0  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Fateful 2014-11-10 08:58:14 JuliettaFlabber
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
JuliettaFlabber Opinione inserita da JuliettaFlabber    10 Novembre, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UNA CAMERIERA CON GLI ARTIGLI

Diciamo che forse ho esagerato con il titolo… :-D
Ho letto questo libro subito dopo la saga di Evernight e lo spin-off Balthazar. Le recensioni non erano troppo convincenti soprattutto dopo aver letto lo spin-off che per i miei gusti è stato bellissimo ma devo riconoscere che nonostante i presupposti negativi mi è piaciuto.
Tess Davies è una delle serve/schiave di una potente famiglia della nobiltà Inglese e insieme a loro si imbarca su Titanic per raggiungere l’America dove sogna di abbandonare la vita da serva ma soprattutto i suoi titolari (arroganti, spregevoli e maleducati).
Sulla nave ha la possibilità di conoscere Alexander Marlowe, detto Alec; Il padre di Alec è uno degli uomini più potenti ed influenti degli Stati Uniti, proprio per questo la titolare di Tess vorrebbe combinare un matrimonio tra lui e la sua figlia maggiore. Ma il corso degli eventi vuole che il bel Alec si innamori della dolce Tess e che nonostante tutti i tentativi lei per restare con i piedi a terra si trova emotivamente coinvolta. I ragazzi hanno entrambi qualche segreto ma quello di Alec è senza dubbio incredibile..
Il loro amore non è solo destinato a sfumare per via di un’evidente questione di classi sociali ma anche perché ogni notte Alec si trasforma in licantropo ed è inseguito da un potentissimo Conte Russo che minaccia entrambi e vuole che Alec si unisca ad una setta che gestisce buona parte del potere nel mondo.
Naturalmente tutti sappiamo della tragedia del Titanic e nonostante tutti i miei sforzi per immaginarmi un finale diverso non sarò esaudita. La nave più grande, potente e lussuosa del suo tempo colpisce l’iceberg e succede l’inevitabile. Come per Rose e Jeck nel film di James Cameron l’amore non potrà avere la meglio sul ghiaccio??? Lascio a voi la risposta..
I protagonisti sono descritti piuttosto bene, non necessariamente nel dettaglio ma tanto basta per rendere un’idea più che immaginabile; Anche i personaggi secondari mi sono piaciuti molto, soprattutto le due signore che condividevano con Tess la cuccetta in terza classe e il padre di Alec che nonostante gli stereotipi del tempo è un uomo che pensa più all’amore per il figlio che al suo status.
Non è assolutamente marginale la tragedia. Il naufragio di quella nave è stata una cosa molto più che seria tant’è che ne parliamo ancora oggi ed io in prima persona mi sento affascinata da quello che rappresentava il Titanic sia per i ricchi, che per coloro che semplicemente volevano cominciare una nuova vita nel “Nuovo Mondo”.
Penso sia stata una bella lettura sotto molti punti di vista, consiglio di leggere questo libro non solo per il romanzo fantasy che è, ma anche per farci un’altra idea sulla vita ai primi del ‘900.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Saga Evernight, Balthazar etc.
Trovi utile questa opinione? 
30
Segnala questa recensione ad un moderatore
Fateful 2012-08-09 10:08:56 •~Bibi•
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
•~Bibi• Opinione inserita da •~Bibi•    09 Agosto, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Fatalmente fatale! :D

Un libro bellissimo che, tuttavia, non rientra tra i miei preferiti perché è troppo triste.

Tess Davies è una cameriera al servizio dei Lisle. Un ''bel'' giorno, la famiglia decide di imbarcarsi sul Titanic, un transatlantico ritenuto extraordinario e indistruttibile che ha purtroppo i giorni contati. La ragazza conoscerà sulla nave l'erede di una delle famiglie maggiori produttrici di acciaio, Alexander Marlowe, detto Alec. Tess si innamorerà di lui. Tuttavia verrà a contatto con un mondo a lei sconosciuto, il mondo dei licantropi e dovrà anche sopravvivere all'imminente fine del Titanic del 14 aprile 1992.

Scorrevole e piacevole (fino all'affondo del Titanic - sì, perché alla fine il transatlantico affonda! Chi l'avrebbe mai detto. Da lì in poi le lacrime scorrono libere)

Personaggi ben caratterizzati e non c'è nessun personaggio a cui non mi sia affezionata o che non avrei voluto buttare giù dalla nave xD

Lo rileggerei 1000 e 1000 volte!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato agli appassionati di libri fantasy, ma soprattutto a quelli dei licantropi e lupi in generale.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
Fateful 2012-04-14 19:35:40 Lady Aileen
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Lady Aileen Opinione inserita da Lady Aileen    14 Aprile, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Licantropi sul Titanic

Dopo il successo della serie popolata da vampiri di Claudia Gray, ecco che arriva in Italia anche il romanzo autoconclusivo ambientato durante la traversata del Titanic (aprile 1912) ma stavolta popolato da licantropi.
Nonostante l'autrice abbia scelto una simile ambientazione (originale per un romanzo paranormale), non si è soffermata a fare ipotesi sugli atteggiamenti e le responsabilità di chi era a bordo, ha perfino evitato di far interagire i suoi personaggi di fantasia con quelli realmente esistenti (salvo il progettista del Titanic) preferendo solo menzionarli. Ha deciso di concentrarsi sulla storia di pura fantasia, gran parte del romanzo si svolge prima dell'impatto con l'iceberg (dedicando poche pagine da quest'evento fino alla salvezza dei superstiti).
La protagonista è Tess (il romanzo è scritto in prima persona ed è l'unico punto di vista) una giovane cameriera di una nobile famiglia che sogna di arrivare a New York e cominciare una nuova vita. E' una ragazza concreta, intelligente, impetuosa e decisa. Il protagonista maschile invece è Alec, figlio di un uomo ricco e potente, è affascinante, coraggioso e generoso ma con un piccolo problema (ogni notte diventa un lupo e come se non bastasse è continuamente braccato). Naturalmente tra i due ragazzi scatta la scintilla e gli immancabili problemi che ne conseguono (la differenza di classe sociale e la pericolosità di Alec).
Il fatto che i due protagonisti siano un passeggero di prima classe e uno di terza classe non vi ricorda qualcosa? E la presenza di una collana speciale? Il resto lo lascio scoprire a voi.
Pur avendo deciso di inserire i licantropi (nessuno sa della loro esistenza), l'autrice ha dedicato poco o nulla alle origini e alle caratteristiche di queste creature soprannaturali.
Molto interessanti e dettagliate (senza appesantire la lettura) l'esposizione delle condizioni di una cameriera dell'epoca e le descrizioni del Titanic e della vita a bordo.
La storia d'amore tra Tess e Alec s'intreccia con le vicende sentimentali e non dei personaggi secondari dando vita ad una storia carina ma niente di struggente come invece mi aspettavo.
Naturalmente il romanzo presenta alcuni cliché e spesso in alcuni punti la storia è facilmente prevedibile ma è scorrevole, romantica e con un livello di sensualità basso (solo baci e il resto lasciato all'immaginazione del lettore).
Per quanto riguarda il finale mi ha lasciato un po' perplessa (una soluzione, a mio avviso, troppo semplice) ma non voglio svelare troppo per cui lascio a voi la sorpresa.
In conclusione, una storia per gli adolescenti e appassionati del Titanic e dei licantropi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri