Narrativa straniera Fantasy Wildwood. I segreti del bosco proibito
 

Wildwood. I segreti del bosco proibito Wildwood. I segreti del bosco proibito

Wildwood. I segreti del bosco proibito

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice


La trama e le recensioni di "Wildwood. I segreti del bosco proibito", romanzo di Meloy Colin edito da Salani. Ci sono posti al mondo dove la gente non va mai ad abitare. Magari fa troppo freddo, o ci sono troppi alberi, o le montagne sono troppo ripide. Ma qualunque sia la ragione, nessuno ha mai pensato di costruirci una strada, e senza strade non ci sono case, e senza case non ci sono città. E proprio vicino a dove vive Prue McKeel c'è un posto del genere, rappresentato sulle mappe da una grande chiazza verde all'estrema periferia della città. Tutti la chiamano 'Landa Impenetrabile' e nessuno ha mai provato a entrarci. O meglio, nessuno è mai tornato per raccontarlo... Ma quando uno stormo di corvi rapisce Mac, il suo fratellino, Prue non ha un momento di esitazione, e lo segue intrepida in quelle terre sconosciute. Comincia così un'indimenticabile avventura che condurrà Prue e il suo amico Curtis nel cuore di un Bosco selvaggio e dimenticato, che nasconde in realtà un mondo segreto in grande subbuglio, abitato da creature magiche sul piede di guerra: animali parlanti, mistici pacifici e potenti figuri dalle intenzioni oscure. Quella che sembrava essere una missione di salvataggio si trasforma dunque in un'epica battaglia senza quartiere per liberare questa meravigliosa terra incantata.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 4

Voto medio 
 
3.4
Stile 
 
2.8  (4)
Contenuto 
 
3.5  (4)
Piacevolezza 
 
3.8  (4)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Wildwood. I segreti del bosco proibito 2014-06-04 22:10:19 Vittoria
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Vittoria    05 Giugno, 2014

Leggetelo, leggetelo, leggetelo

Credetemi, leggo libri da quando avevo 4 anni e per chi ama il fantasy e un po' di mistero è un libro da non perdere assolutamente... Inutile dire che per il filo che segue la storia non è destinato a un pubblico adulto che si aspetta chissà quale insegnamento morale... Per i ragazzi fra i 10 e i 16 anni è un vero tesoro. Azione, thriller, fantasy, mistero, avventura... Mi sono lasciata trascinare da Prue e Curtis nella landa impenetrabile e temo di non poterne più uscire! Scherzi a parte, inutile dire che è il mio libro preferito e che attendo il terzo volume con una vera e propria ansia... È più di un anno che aspetto non ce la faccio più! Quel maledetto libro è la mia droga! Con il finale in suspance del secondo volume, poi, l'attesa è ancora più snervante!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Harry Potter; Il signore degli anelli; Le cronache di Narnia....
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore

Wildwood. I segreti del bosco proibito 2014-04-01 11:52:36 Mariiik
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mariiik Opinione inserita da Mariiik    01 Aprile, 2014
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Dentro la Landa

La storia parla di Prue, una ragazzina, a cui i corvi rubano il fratellino e che portano nella Landa Impenetrabile, un bosco gigantesco che confina con la sua città, Portland. Disperata decide di avventurarsi in questo luogo da cui nessuno fa ritorno, se non dopo molti anni e visibilmente confuso. Ma qualcuno mosso dalla curiosità la insegue Curtis, un suo compagno di classe. In questo mondo fantastico appena fuori dalla porta di casa incontreranno coyote soldato, animali parlanti, principi gufi e ogni sorta di stramberia, ma non tutto ciò che oro luccica, infatti nel bosco li clima non è pacifico, una forza malefica vuole vendicarsi di un torto subito e i due protagonisti, seppur divisi dovranno fare del loro meglio per non permetterglielo.
Wildwood è prima di tutto un libro per ragazzi, da tenere a mente quando ci approcciamo a leggerlo.
Io l'ho acquistato a colpo sicuro ma non avevo fatto i conti con il target di pubblico a cui è rivolto. Ciò che non ho amato di questo romanzo è infatti che sia più indicato ai ragazzini che agli adolescenti e post adolescenti, infatti alcune volte nella lettura l'ho trovato banale e semplice e in alcuni tratti non sono stati approfonditi gli argomenti.
E' una storia piacevole, scritta dignitosamente, a tratti dolce e malinconica. Un libro che aiuta la fantasia, stacca il cervello di noi adulti abitudinari che qualche volta avremmo proprio bisogno di immergerci in mondi fantastici anziché pensare.
Mi sento di consigliarlo ai ragazzi o a chi vuole introdursi in un altro mondo senza pretese. Non comprerò il secondo capitolo, "Wildwood nelle profondità del bosco", anche se leggendo la trama un po' vorrei andare avanti con la storia.
Ciò che vi voglio segnalare è l'ambientazione e soprattutto sulla città su cui si basa: Portland. Se guardate su internet troverete infatti la stessa cartina geografica presente nel romanzo (Colin Meloy si è infatti ispirato alla sua città d'origine), troverete il ponte e soprattutto il bosco e, devo dirlo, fa un certo effetto leggere un romanzo su un'intera civiltà nascosta fra gli alberi.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
Wildwood. I segreti del bosco proibito 2013-02-07 14:44:48 phoebe1976
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
phoebe1976 Opinione inserita da phoebe1976    07 Febbraio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Ma anche no

Sono una grande consumatrice di fantasy ed in genere non vado molto per il sottile.
Ho letto un po' di tutto, da opere molto blasonate e strettamente fantasy come mastro Tolkien, alla Rowling e Terry Pratchett, proseguendo poi con Neil Gaiman e l'onorevole e prolisso Mr. Martin.
Ho letto anche Licia Troisi con un certo godimento, non vado per il sottile io.
E poi ci sono le nuove leve, ma per il momento sorvoliamo.

Son abbastanza di bocca buona quando si tratta di questo genere letterario, che coccola il bambino che vive in me e mi aiuta ad affrontare meglio le giornate di pioggia.
Capirete quindi che non potevo lasciarmi scappare Wildwood, opera prima di un giovane scrittore Meloy Colin, primo di quello che si preannuncia essere una saga e campione d'incassi.
Ne ero molto curiosa per diversi motivi, prima fra tutte l'idea romantica e un po' vintage delle illustrazioni, opera della moglie dello scrittore, Carson Ellis.
In seconda battuta, mi attirava l'idea di una nuova saga che andasse a prendere nel mio cuore il posto di Harry Potter. Le cronache del ghiaccio e del fuoco sono belle, sì, ma diciamocelo: non sono affatto confortanti, ma anzi assomigliano ai telegiornali attuali in versione medievale e io necessito di svago.
Per migliorare il tutto, le recensioni che lo definivano un libro fantasy, dal sapore ecologista, per i bambini di tutte le età. Edito da Salani, per di più, una casa editrice di cui sono feticista.
E poi le vendite strabilianti: possono tutti questi lettori sbagliarsi?
A quanto pare sì.

Perché io, proprio io, che sono in grado di divorare qualunque porcheria fantasy mi sono arresa davanti ad un libro noioso e, sinceramente, anche adeguatamente sciocco, di cui trovate il riassunto qui.

Prima di tutto la protagonista, Prue. Alcuni l'hanno accostata a Coraline, ma evidentemente erano ubriachi. Prue è odiosa e fastidiosa come un protagonista di Masterchef Junior e interessante ancor di meno. Per tutto il libro speri sempre che un'aquila gigante se la porti via per nutrire i cuccioli.
E poi, gli animali parlanti della foresta. Ve lo immaginate voi il re degli uccelli? No, non è un libro porno. No, è un gufo. Gigante. Facile da immaginare, vero?
Facile come immagnare Antonio Banderas disquisire con una gallina.

Insomma, il libro mi è sembrato un frullato di molti libri già letti. Un po' di Gaiman, un pizzico abbondante di Tolkien, e (perché no?) una spruzzatina di Road Dahl per renderlo più ironico.
Peccato che i copia ed incolla non vengano mai bene.
Leggerlo? Insomma, anche no.
Un bel prodotto, con una bella confezione, ma con poca sostanza.
Oppure sono io che sono invecchiata, o che ho perso di vista il fanciullino che vive in me. Può essere, eh.

Attendo altre opinioni...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
il fantasy ed è di bocca buona.
Trovi utile questa opinione? 
80
Segnala questa recensione ad un moderatore
Wildwood. I segreti del bosco proibito 2012-10-12 08:00:13 piero70
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
piero70 Opinione inserita da piero70    12 Ottobre, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'eterna lotta

L'eterna lotta tra Bene e Male. Si può affrontare da diversi punti di vista.
Se ne può scrivere in ambiti diversi e con protagonisti diversi.
In questo libro, scritto senza alcun dubbio per un target di lettori giovani, viene affrontato in modo prettamente favolistico.
L'ambientazione, i personaggi e finanche il linguaggio utilizzato mi hanno tanto ricordato le favole che il mio papà mi leggeva o mi raccontava quando ero piccolo.
Mi ha ricordato Italo Calvino, mi ha ricordato Gianni Rodari, mi ha fatto fare un tuffo nel passato.
Mi sono riscoperto spesso, nel leggere questo libro, col volume aperto appoggiato da parte e lo sguardo fisso nel vuoto, rivangando un momento, od una storia molto piacevoli, di quando ero piccolo.
La storia è originale e, anche se in alcuni capitoli si sviluppa in modo un po' poco coerente (ma d'altronde è una favola no?), non ho potuto fare a meno di restare attaccato a queste pagine fino alla fine.
Alla ricerca di qualche scintilla, di qualche rumore che mi riportasse di nuovo "là", quando le favole erano una piacevole costante della mia vita.
L'ho letto piacevolmente e con una certa nostalgia.
Un esordio coi fiocchi direi.
Chi ha nostalgia delle belle favole di una volta non dovrebbe farselo sfuggire.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
La foresta d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La danza del Gorilla
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La vita gioca con me
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
4.1 (3)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri