Narrativa straniera Romanzi erotici Diario di una sottomessa
 

Diario di una sottomessa Diario di una sottomessa

Diario di una sottomessa

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

La trama e le recensioni di Diario di una sottomessa, romanzo di Sophie Morgan edito da Bompiani. Sophie Morgan è una trentenne indipendente e di successo. È una giornalista, intelligente, brillante e sarcastica. Potrebbe essere la ragazza della porta accanto. Ma Sophie è anche una sottomessa: in camera da letto le piace lasciare la sua libertà e il suo potere nelle mani di un uomo che la domini per il puro piacere di entrambi. Dopo lo scalpore di Cinquanta sfumature di Grigio, questo memoir racconta dalla viva voce della sua protagonista cosa significhi essere una sottomessa.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.1
Stile 
 
3.5  (2)
Contenuto 
 
3.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Diario di una sottomessa 2014-02-12 09:34:37 mia77
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
mia77 Opinione inserita da mia77    12 Febbraio, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Diario di una sottomessa di Sophie Morgan

Questo diario è il resoconto delle esperienze di una vera sottomessa, che non cerca di nascondersi dietro a un dito, ma spiega la sua vita chiaramente. Il linguaggio è abbastanza forte, ma adatto all’argomento di cui tratta. Il libro parla dell’evolversi dei gusti sessuali della protagonista gradatamente, spiegando in modo chiaro e senza inibizioni il suo passaggio da una sessualità “normale” ad una sessualità più disinibita e “particolare”.
Lo consiglio a persone con una certa apertura mentale e non a chi vuole approcciarsi severamente all’argomento di cui si parla. A persone che non si scandalizzano e che vogliono ampliare le loro conoscenze, anche in questo campo. Non perché una persona si debba lasciar convincere ad attuare pratiche che sono contrarie al proprio modo di essere, ma per accettare la diversità delle persone, anche in campo sessuale (che più di ogni altro, non ha regole né confini, ma è molto, molto ampio!) In questo campo, come in ogni altro della propria vita, vige la regola della libertà assoluta, se questa non va a ledere quella altrui. Per cui largo a chi vuole sperimentare, se questo lo fa stare bene e non va a compromettere la propria salute o quella di un’altra persona.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
La trilogia delle cinquanta sfumature
La trilogia di Irene Cao
90 giorni di tentazione
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Diario di una sottomessa 2012-11-05 14:22:15 Amarilli73
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Amarilli73 Opinione inserita da Amarilli73    05 Novembre, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Oltre il limite

“Essere sottomessa è solo un aspetto della mia personalità. Ma è una parte fondamentale di ciò che mi rende la persona che sono, nello stesso modo in cui lo è l’importanza che attribuisco agli amici e alla famiglia, il modo in cui amo il mio lavoro, la tendenza a essere indipendente e ostinata e persino la passione per la Nutella.”

Finalmente un punto di vista dannatamente sincero e dannatamente reale sul sesso BDSM, senza l’alibi di un romanzo da costruirci intorno.
Qui non ci sono ragazze ingenue da irretire e convertire, né miliardari annoiati con sfumature di grigio dentro di sé o traumi infantili da rimuovere, non c’è neppure (e per fortuna!) il solito mieloso happy end dove uno dei due dice all’altro “io ti salverò”, con contorno di lacrime e pentimenti. C’è invece una giovane donna normalissima, con buona istruzione, buon lavoro, senza particolari problemi ad interagire in società, e che crescendo diviene sempre più conscia di cosa piace a lei e al suo corpo.

E’ bene subito dirlo: in questo diario tutto viene chiamato con il suo nome, e ogni situazione viene descritta nel singolo dettaglio, per cui non c’è tempo per ipocrisie o finzioni. Di conseguenza, se pensate che la dolcezza trionfi sempre e comunque, se non siete in grado di sopportare scene intense e DAVVERO violente (in senso fisico-mentale-emotivo), lasciate perdere questo libro.

Il diario di Sophie non insegue lo scandalo, e io non ho trovato esibizionismi, né scene scioccanti messe là, solo per spiazzare gratuitamente: tutte le descrizioni, gli atteggiamenti, i termini usati, le situazioni che si vengono a creare fanno parte di un percorso graduale, dalla semplice curiosità di Sophie ai tempi del college sino agli anni della vera consapevolezza, e sino agli incontri con persone altrettanto consapevoli dei propri desideri e dei propri divertimenti.

Il diario di Sophie è il racconto lucido, spietato, crudelmente sincero di una donna felice, contornata da uomini e donne ugualmente appagati.

L’unica riflessione che mi viene spontanea è questa: Sophie ci accompagna nel suo mondo fatto di desiderio che supera il limite, che va oltre quel confine sottile che ci spinge a dire “questo si può fare” e quello “non riuscirei”. Ma così non si corre il rischio di porre invece proprio un limite al desiderio stesso? Alla fine, Sophie è felice solo quando unisce il piacere al dolore, mai senza questa particolare combinazione. E non è questo stesso un piacere che si autolimita?

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Non cimentatevi in questa lettura come una sfida per mettere alla prova la vostra morale e il vostro senso di disagio; più semplicemente, può essere un’occasione in più per conoscere le mille sfumature degli altri.
Trovi utile questa opinione? 
250
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri