Narrativa straniera Romanzi storici I segreti della camera rossa
 

I segreti della camera rossa I segreti della camera rossa

I segreti della camera rossa

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Quinto mese dell'anno 1721, Pechino. La giovane Daiyu, per mantenere la promessa fatta al capezzale della madre, è costretta a lasciare la modesta casa di provincia dove è cresciuta e a partire per Pechino. Quando arriva, la sorpresa è grande: entra a far parte di una delle famiglie più influenti della capitale e la dimora in cui vive è un sontuoso edificio che accoglie numerosi zii e cugini, tutti indissolubilmente coinvolti nelle trame del Palazzo Imperiale. Per Daiyu è un mondo ignoto e pericoloso, dove gli uomini manovrano abilmente per mantenere il potere, mentre le donne rimangono confinate nella prigione dorata delle loro stanze. È lì che Daiyu cerca l'affetto e la complicità delle altre, trovando da un lato il duro cuore della nonna, dall'altro la docile tenerezza della cugina maggiore. Chi però le ruba l'anima è Baoyu, il bellissimo e ambito cugino con il dono della fortuna: la pietra di giada che lo accompagna dalla nascita. L'amore che sboccia tra i due è sincero e puro, ma le invidie, le gelosie e la ragion di Stato erigono tra loro un muro invalicabile. Solo la pietra di giada sembra, per un istante, proteggere e promettere un futuro agli innamorati.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (2)
Contenuto 
 
4.0  (2)
Piacevolezza 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I segreti della camera rossa 2017-09-18 14:46:41 MrsRiso13
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
MrsRiso13 Opinione inserita da MrsRiso13    18 Settembre, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Apparire e non essere

Storia di donne, di promesse tra donne, di imposizioni tra donne, di cattiverie tra donne. In una Pechino settecentesca, tra giardini rigogliosi e palazzi sfarzosi, tra nobili famiglie e ricchi decaduti, la storia di una ragazza catapultata da un piccolo paese alla dura realtà della corte, dove conoscerà l’amore e l’impossibilità di viverlo. Trame di palazzo e di matrimoni combinati in cui le donne sembrano far da sfondo, relegate nelle loro prigioni dorate.
I vestiti di sete fluenti svolazzano tra le stanze, in luoghi aperti a pochi, desiderati da molti, in apparenza lontani dalla vita politica ed economica, ma, in realtà, vero fulcro delle vicende. Luoghi da cui, le donne, dettano il loro punto di vista attraverso figli e mariti, e, salvo rari momenti, ostacolandosi l’una con l’altra senza solidarietà o conforto reciproco.
Ci si perde tra mogli e concubine, tra serve e fantesche, tra figli legittimi e legittimati cercando di capire il perché di certi comportamenti, il perché di certi usi immutabili che non accontentano nessuno, destinati a far soffrire tutti.
Un’esistenza dorata che non brilla, costellata di manovre nell’ombra, di rigida burocrazia e di codici d’onore a cui sottostare fino alla fine, sacrificando la vita e l’amore. Un mondo lontano, ignoto e pericoloso spesso privo di nobili sentimenti.
Un romanzo dal sapore mistico e dal grande scenario, tratto da un noto scritto cinese e semplificato, ma non impoverito, dall’autrice, nel linguaggio, nelle scene e nei personaggi, che, anche nella “versione occidentalizzata” , non perdono spessore. Uomini e, sopratutto, donne molto vividi e non stereotipati nella classificazione buono/cattivo. Attori tratteggiati a tutto tondo, non privi di coscienza, capaci di riflessioni sulla propria vita e sulle proprie scelte, in grado di guardarsi dentro e di rileggersi, nonostante gli obblighi imposti dalla posizione e dallo stato sociale.
Un’esperienza orientale tra tè, profumi e sete per tentare di capire qualcosa di molto più complesso.
Da leggere!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
I segreti della camera rossa 2012-10-08 20:25:20 C.U.B.
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    08 Ottobre, 2012
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Pechino. Quinto mese :1721

Nel XVIII secolo Cao Xequin scrisse Il SOGNO DELLA CAMERA ROSSA, uno dei classici piu’ importanti della letteratura cinese. Probabilmente autobiografico, il testo e’ poco conosciuto in Occidente. Pauline Chen, scrittrice americana di origini cinesi ci propone una rivisitazione dell’opera originale.

“Nel Gardino dei Cinque Sensi Lascia che il piacere non conosca limiti “.

Inizia in sordina, per un buon terzo pare non decolli alcuna storia, i nomi cinesi sono ostili alla memoria, non e’ immediato l’avvicinarsi al romanzo. Incerta sulla prospettiva di una trama, mi abbandono al perimetro. Affascinante 1721, si apre il sipario su una prospera famiglia della nobilta’ di Pechino. Tra le mura di una grande tenuta i giardini perfettamente curati, una montagna artificiale ricoperta di muschio alle cui pendici un lago trasparente culla una barca di legno su cui possiamo zigzagare tra orchidee d’acqua e ninfee. Stanze dai muri intarsiati d’avorio, abiti cuciti con fili d’oro e gemme preziose. Capelli neri lucidati con olio di rose.
Il matriarcato ed i matrimoni combinati, la servitu’, le fantesche, le concubine, i figli nati dalla moglie principale, l’imperatore, il potere.
Mi sto perdendo tra le stanze del palazzo, quasi non me ne accorgo e decolla la storia, si muovono i personaggi trepidanti, intrighi e sotterfugi, abbandono e azzardo, passioni urlate e amori soffocati.
Le donne al centro dell’attenzione. Splendidamente raccontate, donne la cui funzione e’ dipendere dal marito, obbedienza e rigore. Donne che tessono tele, muovono i fili, donne che soccombono, donne che soffrono, rivali e poi sorelle.

Un viaggio nel meraviglioso Oriente, intrighi di seta e giada intrecciati a mano, da dita bianche e affusolate. Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
300
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri