Narrativa straniera Romanzi La figlia della fortuna
 

La figlia della fortuna La figlia della fortuna

La figlia della fortuna

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Valparaìso, Cile. Una mattina d'estate del 1832 una neonata viene abbandonata davanti alla casa dei fratelli Sommers: Jeremy, il capofamiglia, un severo uomo d'affari, John, capitano di vascello, sempre per mare, e Rose, una giovane che ha rifiutato la schiavitù della vita coniugale. Ma è proprio Rose a insistere perché la piccola, Eliza, sia addottata, entri a far parte della famiglia e possa ambire a un buon matrimonio. Eliza gode i privilegi dell'educazione anglosassone che le viene impartita, ma al contempo è sedotta dalla vitalità della magia, dalla carnalità del suo popolo a cui la introduce Mama Fresia, la cuoca di casa. Quasi a conferma di questo incerto confine tra due mondi così diversi, Eliza si innamora di Joaquìn Andieta, un giovane idealista che lavora alle dipendenze di Jeremy.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 7

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.3  (7)
Contenuto 
 
4.6  (7)
Piacevolezza 
 
4.6  (7)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La figlia della fortuna 2018-08-13 11:08:21 Niki
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Niki    13 Agosto, 2018

Avventura e libertà

Siamo nella metà del 1800 e la protagonista, Eliza, è un orfana accolta, neonata, dalla ricca famiglia Sommers che, dall’Inghilterra, dopo uno scandalo, si è stabilita in Cile. La routine delle sue giornate è caratterizzata dall’alternarsi di due culture: quella forzatamente tradizionalista della madre adottiva, Rose, una donna che nega la sua indole passionale per non turbare la rispettabilità della famiglia ben inserita nell’ambiente altolocato di Valparaiso, e quella magica degli Indios tramandatale dalla domestica Mama Fresia. Da adolescente Eliza si innamora a prima vista di Joaquin e si concede alla passione, dimentica dei consigli sia di Rose che di Mama Fresia. Quando scoppia la corsa all’ora in California, Joaquin abbandona tutto in cerca di fortuna; dopo due mesi, Eliza, accortasi di essere incinta e decisa a inseguire quello che crede essere il suo grande amore, si imbarca clandestinamente su un veliero aiutata da un guaritore cinese, Tao, che prende a cuore la sua sorte. Arrivata miracolosamente in California, dopo aver perso il bambino e aver rischiato di morire, si ritrova a lottare per la sopravvivenza, travestita da ragazzo, dapprima insieme a Tao, poi da sola, alla ricerca vana dell’amante, confrontandosi, per la prima volta, con se stessa, con le infinite possibilità e con la libertà sconfinata che l’America le prospetta.
La figlia della fortuna è un romanzo d’avventura di godibile lettura, in cui la caratteristica che mi è piaciuta di più è l’intreccio delle storie personali dei personaggi, tutti interessanti e ben delineati. La scrittura è elegante e scorrevole, mai pesante. Luoghi, persone, vicende, sono descritti con spontaneità e precisione, ed è ben curata l’ambientazione storica. Nel complesso interessante e avvincente, mi ha deluso solo il finale che ho trovato frettoloso e non compiuto; avrei voluto sapere di più

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Consigliato a chi ha letto...
Romanzi d'avventura e di sopravvivenza, ambientati nell'800.
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

La figlia della fortuna 2015-06-15 07:54:17 LaClo
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
LaClo Opinione inserita da LaClo    15 Giugno, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cambiamento

(Attenzione spoiler)
La figlia della fortuna è un romanzo in cui l'autrice riesce magistralmente a inserire diverse tematiche e personaggi creando un insieme ricco ma coerente. L'aspetto che ho preferito è sicuramente l'ambientazione storica, l'analisi di un periodo in cui buona parte del mondo era resa folle dalla corsa dell'oro, la ricerca di una ricchezza illusoria alla quale si contrappone una ricerca dell'amore altrettanto illusoria e chimerica. Molto interessante anche il confronto tra una cultura occidentale, in continuo sviluppo rappresentata dal giovane continente americano e la cultura millenaria orientale di cui la Cina è portavoce. Tutti gli intrecci narrativi sono gestiti molto bene dall'autrice che crea diverse storie parallele che appaiono perfettamente inserite nel romanzo. Per esempio il personaggio di Jacob Tood mostra come la ricchezza lo spinga a ricadere sempre nella menzogna e nell'inganno mentre i personaggi di Eliza e Tao Chien, scoprono nuove culture, idee e si trovano per necessità a dover mutare il proprio aspetto esteriore e si trovano a percorrere strade diverse da quelle che avevano scelto. Eliza scopre quanto il suo amore sia diventato solo un'idea, un obiettivo da raggiungere mentre Tao Chien che voleva dedicarsi ai suoi studi di medicina e tornare in Cina decide di dedicarsi alla salvezza di bambine cinesi costrette a prostituirsi in California. La California appare come una terra in cui si può partire da zero, in cui ogni persona può diventare un'altra, occupare un altro ruolo. Un semplice medicante può essere un ricco nobile e viceversa. La California offre l'opportunità di rinascere e di creare una nuova società in cui non c'è spazio per i costumi obsoleti della vecchia Europa.
In conclusione penso che questo sia un ottimo romanzo perché mostra che ogni personaggio è diverso dall'idea che possono avere gli altri. Rose, John, Eliza e Tao Chien lungo il romanzo mostrano la loro complessità e la loro vera natura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore
La figlia della fortuna 2013-06-16 13:41:39 Pelizzari
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    16 Giugno, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un cuore acceso dall'amore

Libro ambientato all'epoca della febbre dell'oro, che colpisce per i suoi toni seppia e per il fatto che emana calore dalle pagine. E' la potenza dello stile di quest'autrice e del suo amore per la sua terra che fa entrare il lettore nel mondo latino, seguendo le vicende di Eliza, giovane donna dal viso infantile e dai neri occhi a mandorla, anima ammalata d'amore, che idealizza l'innamorato fino a trasformarlo in un'ossessione che la porta a scelte drastiche pur di seguirlo. Questo libro racconta di passioni, quella di Eliza per Joaqìn, quella di Tao Chièn per Eliza, quella di Joaquìn per la libertà. La passione che mi ha coinvolto di più è stata quella di Eliza, cuore acceso dall'amore, che si trova intrappolata nello scompiglio di una passione da leggenda, priva di contatti con la realtà. Ho apprezzato soprattutto la terza parte del libro, dove Eliza scopre in se stessa forze nuove, che forse ha sempre avuto, ma che non conosceva finchè non ha avuto bisogno di ricorrervi. Da segnalare anche il personaggio minore di mamita Mama Fresia.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
La figlia della fortuna 2013-05-21 11:55:28 paola melegari
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
5.0
paola melegari Opinione inserita da paola melegari    21 Mag, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L' amore ai tempi dell'America selvaggia

Credo che la Allende sia la mia autrice preferita. Mi sono innamorata del suo stile ai tempi di 'La casa degli spiriti'.
Ho letto quasi tutti i suoi libri, a parte la trilogia, Paula (non sono riuscita ad andare avanti), e Afrodite.
Li ho letti sempre almeno due volte, e non è detto che che non lo rifaccia.
Vorrei sempre assomigliare almeno un pò alle donne dei suoi romanzi, sono sempre persone affascinanti, e fanno sempre qualcosa di speciale, come ad esempio : Clara o Inès.
Così come la nostra Eliza, che per amore affronta pericoli e avventure incredibili. La scrittrice sa sempre come affascinare i lettori , ma l'amore e la personalità dei protagonisti sono sempre il fulcro dei romanzi e la Allende sa come tenerci incollati alle sue pagine.
Bello, anche se consiglio a chi si avvicina per la prima volta alla Allende, di iniziare dai primi romanzi, in questo modo si segue anche il percorso e la crescita dello scrittore. per non parlare poi dei collegamenti che si possono fare ad es fra i personaggi di 'La casa degli spiriti' e 'La figlia della fortuna', non che sia fondamentale, ma utile.
Paola

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
a chi ama i racconti ambientati In Sud America
Trovi utile questa opinione? 
111
Segnala questa recensione ad un moderatore
La figlia della fortuna 2012-06-16 18:49:02 MATIK
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
MATIK Opinione inserita da MATIK    16 Giugno, 2012
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La figlia della fortuna.

"Ormai non poteva più ignorare il sospetto di essersi innamorata dell'amore e di trovarsi intrappolata nello scompiglio di una passione da leggenda priva di alcun contatto con la realtà".
Un libro bellissimo, sono rimasta affascinata dalla storia e dalla bella scrittura dell'Allende.
Questo è stato il primo libro che ho letto di questa autrice e sono felice di avere la possibilità di leggerne molti altri!
Storia lunga con protagonista una donna Eliza che a causa di un grandissimo amore e con la sua immensa caparbietà si lancierà in un'avventura che la renderà forte, indipendente e libera.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Per chi ama storie con protagonisti grandi amori....
Trovi utile questa opinione? 
31
Segnala questa recensione ad un moderatore
La figlia della fortuna 2012-02-01 16:17:50 macchiolina
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
macchiolina Opinione inserita da macchiolina    01 Febbraio, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il coraggio di seguire l'amore

Per me questo libro è stato prima di tutto il racconto di una grande storia d'amore vista al femminile.Descrive il coraggio di rinunciare a tutto il conosciuto per rincorrere e abbracciare un sentimento irresistibile senza pensare a dove ci porterà o a cosa ci porterà.Mi è parsa una bella storia,ai limiti del fantastico e del surreale come lo sono tutte le storie dell'autrice,ma bella lo stesso.E' anche la storia di un viaggio, materiale e spirituale, che porterà la protagonista a scoprire le risorse e le potenzialità della sua persona.Un libro da leggere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Gabriel Garcia Marquez e Marcela Serrano
Trovi utile questa opinione? 
31
Segnala questa recensione ad un moderatore
La figlia della fortuna 2010-10-24 21:30:26 Debs
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Debs Opinione inserita da Debs    24 Ottobre, 2010
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Semplicemente bello....

Tra i romanzi dell'Allende sicuramente il migliore...tra i romanzi in generale uno dei miei preferiti...il libro l'ho letto parecchi anni or sono ma la trama è incisa nella mia mente...in tanti potrebbero dire che è la classica e difficile storiella d'amore...invece no, è molto di più...la trama racconta del viaggio della giovane Eliza alla ricerca del primo amore, partito alla ricerca di libertà e fortuna...ma il viaggio della giovane non è altro che il simbolo più palese della ricerca personale che ogni personaggio in sè ingloba. La travolgente passione della protagonista la spinge fino al limite, mettendo in discussione sè stessa, i prncipi impartitele ma anche la vita stessa. E' la potenza del grande amore che però se rimasto male si trasforma in morbosa e futile ossessione che non permette alla stessa di apprezzare ciò che le sta intorno, cm lo stesso Tao Ch'ien...è una storia ricca di emozioni, semplice ma anche riflessiva...sembrerò di parte ma è un vero capolavoro!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri