Dettagli Recensione

 
Il trono di spade. Il grande inverno
 
Il trono di spade. Il grande inverno 2017-04-21 14:15:02 the boy who read
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
the boy who read Opinione inserita da the boy who read    21 Aprile, 2017
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

l'inverno sta arrivando

(SPOILER ALERT)
Come cominciare la recensione di un libro di 800 pagine così denso di significati e di intrecci narrativi al limite della perfezione? Beh iniziamo con il dire che non è un libro adatto a tutti, la violenza che trasuda dalle pagine non è adatta ai deboli di stomaco, stesso dicasi per la costante presenza di scene di sesso. Insomma il libro non è roba per palati fini ma ciò non toglie nulla alle grandissime qualità che questo romanzo racchiude in sè.
Lette le prime 200 pagine la storia non sembra aver nessun elemento innovativo, insomma sembra la solita brodaglia di cavalieri ambientata in un mondo immaginario ma che è molto simile al nostro... nulla di nuovo direte voi, invece anche nelle prime 200/300 pagine si riesce a cogliere un senso di novità proveniente dalla suddivisione in capitoli. Essa è caratterizzata dal continuo cambio di vista, prima vediamo tutto sotto il punto di vista di Eddard Stark, poi passiamo per la moglie,poi per i figli, fino ad arrivare al punto di vista dei cosidetti cattivi: i Lannister. Ciò risulta totalmente innovativo in questo genere poichè eravamo e siamo abituati a vedere il mondo solo tramite gli occhi dei cosidetti buoni mentre qui tale canovaccio non viene seguito anzi.....
Un altro punto a favore di questo fortunato libro anzi saga è la totale assenza di un vero eroe,cioé insomma riusciamo a capire per chi tifare ma nessuno dei personaggi compie atti solo a fin di bene, c'è che rapisce persone,chi uccide,chi sa da ai piaceri carnali insomma tutto ciò porta all'assenza del cosidetto eroe senza macchia. Questo è un elemento di novità poichè possiamo finalmente immedesimarci in personaggi molto umani e nei quali magari ci specchiamo pure,certo sempre facendo riferimento al periodo in cui la storia é ambientata.
Altro grandissimo elemento a favore del libro di Martin sono i personaggi che vengono caratterizzati in modo perfetto e a volte anche in maniera maniacale con tendenze a sottolineare alcuni elementi cardine delle loro personalità. Da qui passiamo direttamente allo stile di scrittura che è molto cristallino nel senso che è leggero e veloce ma é anche prezioso così come un cristallo.
Per concludere vorrei analizzare i 2 punti cardine del libro, la divisione del mondo fantasy e i colpi di scena. Il mondo in cui la vicenda si svolge si chiama Westeross, ove sono situati i 7 regni che fanno riferimento tutti ad unico re, presente nella città di approdo del re. Poi c'è Esteross ove sono situate le città libere ovvero quelle città che non sono sotto la protezione del reame. Poi c'è il mondo oltre la barriera ove si trovano i bruti ovvero una popolazione che discende direttamente dai primi uomini ma che é stata "esclusa" dai 7 regni grazie alla barriera(un muro di ghiaccio alto 700 piedi). Insomma la suddivisione di tale mondo è di alta qualità, certo non raggiunfe vette cone quelle toccate nel signore degli anelli ma non ci si scosta nemmeno troppo.
Passando ai colpi di scena troviamo il vero punto di forza della serie, la totale incertezza delle vicende e il continuo susseguirsi di morti inaspettate(vedi morte di Eddard Stark) e di eventi inattesi(nascita di draghi dopo cento anni dalla loro scomparsa).
Insomma un libro che tesse la sua ragnatela lentamente ma con estrema maestria fino a far cadere il lettore nella trappola e intrappolandolo definitivamente nel mondo creato da Martin

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Epic fantasy
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri