Dettagli Recensione

 
La mossa del principe
 
La mossa del principe 2019-06-30 14:50:22 La Lettrice Raffinata
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
3.0
La Lettrice Raffinata Opinione inserita da La Lettrice Raffinata    30 Giugno, 2019
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cambia il genere, non l'attitudine

"La mossa del principe" è il secondo capitolo della trilogia Captive Prince di C.S. Pacat. Dopo la lettura de “Il principe prigioniero”, ero rimasta parecchio delusa da quella che veniva decantata come una serie meravigliosa ed innovativa; in questo secondo capitolo ho riscontrato alcuni miglioramenti, specialmente nello stile e nella caratterizzazione dei personaggi, a dispetto delle fissazioni dell'autrice, che nel primo libro inseriva in ogni descrizione qualcosa di intarsiato, mentre qui obbliga il povero Damen a stilare continui ed inutili inventari.
La storia riprende immediatamente dopo la fine del precedente capitolo: Laurent e il suo seguito sono diretti a sud del regno di Vere su ordine del Reggente che spera di potersi sbarazzare del nipote e ascendere così al trono; ampio spazio viene dato all'evoluzione del rapporto tra Damen e Laurent, che si mantiene credibile e ben sviluppato fino a un capitolo completamente fan-service sul finale, che viene comunque accantonato subito dopo. La trama continua ad essere il punto debole di questa serie, perché anche in questo volume non ci sono avvenimenti imprevedibili, anzi le stesse scene vengono ripetute più e più volte (agguati, marce a cavallo, scambi di battute attorno al fuoco).
In un mare di personaggi secondari più o meno piatti, Laurent si riconferma il più brillante, soprattutto per l'accostamento alla stoltezza di Damen, che pur essendo in sostanza il protagonista si rivela davvero inadeguato, quasi una versione maschile di tante protagoniste dei romanzi con target YA: anziché pensare ad un valido piano di fuga perde tempo a shippare i suoi commilitoni, è completamente dimentico dell'odio che dovrebbe provare per Castor e non solo non tenta di scappare di sua iniziativa, ma non vorrebbe neppure quando gli viene imposto di andarsene! Il tutto viene ovviamente motivato dalla sua estrema lealtà alla parola data... sure!
Arrivati a questo punto, mi domando seriamente come farà la Pacat a risolvere in modo appropriato tutte le situazioni in sospeso in un solo volume, tra l'altro più breve di questo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo del porto
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il gioco della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri