Dettagli Recensione

 
La mandorla
 
La mandorla 2014-08-22 18:52:24 mia77
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
mia77 Opinione inserita da mia77    22 Agosto, 2014
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La mandorla di Nedjma

Romanzo erotico molto interessante, scritto da una donna berbera mentalmente libera, che parla della propria iniziazione sessuale per opera di Driss, un medico emancipato, che ha studiato a Parigi. Badra (termine arabo che significa "luna" e come la stessa ha un lato visibile ed uno nascosto, più misterioso ma altamente affascinante), la protagonista, si sposa giovanissima con un notaio che la sceglie come terza moglie, poiché le precedenti non gli hanno saputo dare un figlio. Lo stesso la maltratta, fisicamente e psicologicamente, perché nemmeno Badra saprà dargli il figlio che tanto desiderava. Lei con coraggio decide di scappare a Tangeri, da una zia emancipata, che la accoglie in casa propria, come una figlia. Da quel momento in poi la sua vita cambia completamente e Badra si lascia andare alle necessità del proprio corpo. Con alcune digressioni durante il romanzo, veniamo a sapere che è sempre stata una bimba e una ragazza con una mentalità molto aperta (fin da giovane ha avuto esperienze omosessuali), fino a che, lontana da casa e dalla propria famiglia, asseconda i propri sensi e vive la vita piena che aveva sempre sognato. Per anni Badra resta ancorata a Driss, il suo maestro, l'uomo che la ama di un amore molto fisico e sensuale, che le fa esplorare l'universo del sesso in tutti i suoi anfratti, costringendola a volte ad assistere anche ad amplessi con le proprie amanti. Finché, prendendo il coraggio a due mani, si riappropria della propria vita, andandosene anche da lui, per essere completamente libera. La mandorla, che rappresenta l'organo sessuale femminile, dà il titolo a questo romanzo sensuale e coinvolgente e rappresenta la testimonianza della vita di una donna forte, che decide di recidere il tabù sulla vita sessuale delle donne arabe, sfidando una mentalità arcana, che vorrebbe queste donne costrette al silenzio (in questo è anche una lotta politica). Molto bello, lo consiglio a chi vuole approfondire una cultura diversa (anche se non troppo) dalla nostra e conoscere un mondo intrigante, speziato e molto sensuale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
70
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri