Dettagli Recensione

 
Gabriel’s Inferno. Tentazione e castigo
 
Gabriel’s Inferno. Tentazione e castigo 2014-11-03 14:13:13 Claire
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
Claire Opinione inserita da Claire    03 Novembre, 2014
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L' uomo dell' Ibuprofene ...

----Attenzione possibili Spoiler ----

Dalla serie...ognuno ha i suoi gusti, e non sempre i miei vanno a braccetto con quelli degli altri . Come in questo caso . Mi trovo infatti un pò in difficoltà a commentare questo libro perché a dispetto dei pareri entusiasti delle altre blogger ... a me questo libro non ha entusiasmato e faccio veramente fatica a mettere a fuoco le mie impressioni, soprattutto perché ci sono parti del libro che mi sono piaciute veramente , mentre altre parti mi hanno annoiata e lasciata perplessa.
Inizio col dire che se pensate che questo libro sia un erotico scordatevelo ! Non lo è per niente , ma vi posso dire che ha un filo di erotismo sottile che aleggia per tutto il libro, e che tutto sommato a me non è dispiaciuto per nulla questo aspetto della storia, perché sembra un continuo crescere del desiderio ad ogni incontro fra Julia e Gabriel.
Per quel che riguarda i personaggi mi sono piaciuti abbastanza, forse ho trovato Julia un pò troppo piagnucolosa per i miei gusti, e che cavolo ! Sembra che abbia sempre la lacrima facile !
Vabbè la fragilità di una persona con brutte esperienze ma che cavolo , questa qui dovrebbe camminare con una perenne scorta di fazzolettini di carta .
Gabriel all'inizio della storia è odioso sopra ogni dire, mortifica la povera Julia in maniera brutale che ti far venir voglia di prenderlo a sberle, sempre con sta' puzza sotto il naso da snob che si ritrova .
Eppure quando comincia a capire che per quella ragazza prova una forte attrazione ridimensiona il suo forte ego, e da li in poi cominciamo a scoprire davvero l'uomo tormentato che si nasconde dietro il professore intransigente e snob , studioso di Dante e della sua Divina Commedia.
Gabriel mi ha dato la sensazione che idolatri Julia come se fosse davvero la sua Beatrice, la stessa figura di cui il sommo poeta Dante parla nella sua opera.
Julia per Gabriel diventa quasi un angelo venuto per lui ,per redimerlo dai suoi grandi peccati.
La mette su un piedistallo nonostante Julia continui a ripetergli di non farlo, di non essere quella persona che lui s'immagina sia, che è invece una donna come molte altre con anch'essa i suoi peccati e i suoi fallimenti.
Ma lui giuro è una testa dura , ma talmente dura che penso che nemmeno se sbattesse contro un muro di pietra riuscirebbe a cambiare idea su di lei.
Non voglio svelarvi niente circa le circostanze del loro primo incontro, altrimenti vi svelerei buona parte della loro storia e non voglio farvi perdere la sorpresa.
Però una cosa la devo dire e riguarda la fine del libro , quando finalmente le cose fra Julia e Gabriel sembrano essere in buona parte chiarite, e sembrano almeno per un pò liberi di vivere il loro amore e coronare (finalmente) il sogno di far l'amore , ecco che in quel frangente ho rischiato un attacco di diabete acuto.
Ormai lo sapete che sono una donna romantica, e amo i lieto fine, ma come sempre il troppo secondo me stroppia e quando si supera quel piccolo scalino di estremo romanticismo a me vien da storcere il naso.
Il bel Gabriel per dimostrare il suo amore per Julia organizza infatti una prima notte d'amore da favola .
Immaginatevi luci soffuse, candele sparse per la stanza, un letto incredibile e soffice , e una camera d'albergo nella magnifica Firenze con una vista mozzafiato.
Ora immaginatevi che tutto questo coroni una splendida prima notte d'amore (infatti la nostra Julia è ancora vergine) e Gabriel da il suo meglio per renderla ancora più indimenticabile .
Allora volete sapere dove ho cominciato a storcere il naso ?
Inizio col dire che Gabriel in quel frangente sembra preso si , ma anche estremamente controllato, infatti decide"lui " la posizione da fare affinché la sua Julia senta meno dolore possibile, addirittura pensa pure a comprare un lubrificante ( o quel che è ...) per renderle meno traumatico possibile il suo ingresso ^^ e dulcis in fundo ... alla fine del rapporto le prepara due pillole di ibuprofene per evitarle il dolore della prima volta !
Lì ragazze mie sono quasi caduta dal divano e alla faccia del romanticismo ! Ma daiiii !!!
Questa qui se la poteva risparmiare .
Insomma nella mia vita reale e letteraria non avevo mai avuto a che fare con un uomo che dopo (volgarmente parlando) aver sverginato la sua donna le desse pure un antidolorifico ! Ma per favore !
Ditemi voi sono stata io la sfortunata a non trovare un esemplare da romanzo per la mia prima volta , oppure un'elemento del genere non esiste nemmeno in letteratura ?
Mah ?! Che devo dirvi oltre a questo , mi aspettavo di più da questo libro, ma non posso dire che non sia bello perché per carità in alcune parti è romantico e dolcissimo ma per i miei gusti poco raffinati probabilmente manca quel qualcosa per rendermelo "unico".
Ovviamente leggerò anch'io il seguito ma senza grandi aspettative .

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Le ossa parlano
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Annientare
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)