Dettagli Recensione

 
La matematica delle bionde
 
La matematica delle bionde 2013-07-21 15:14:09 Fr@
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Fr@ Opinione inserita da Fr@    21 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

L'importante è essere bionda dentro, piccola!

Marilyn Monroe e Audrey Hepburn. La diva "femminilissima, sensuale, calda, bionda, solare" e quella "androgina, nevrotica, fredda, scura, inquieta".
Ecco come sono presentate le due grandi dive degli anni '50 in questo romanzo da Marilyn Monroe in persona (o farei meglio a dire dalla sua voce e la sua mano fluttuante?), impegnata in un compito che le sembra impossibile: dare una lezione di femminilità e autostima a Camilla Casteldiani, giornalista milanese di gossip decisamente frustrata.
Camilla, reduce di una storia importante, decide di dedicarsi solamente al proprio lavoro e alla stesura della biografia della sua icona: Audrey Herpburn.
Per questo sarà più che sorpresa quando sente la voce di Marilyn che cerca di darle consigli sulla sua vita privata e pubblica e non quella dell'attrice di "Colazione da Tiffany".
La trama del romanzo è data dal susseguirsi di episodi di vita quotidiana, dei pensieri e degli incontri della protagonista che ho trovato un personaggio piuttosto convincente.
C'è una forte autoironia all'interno del racconto che rende la protagonista divertente ma penso che il personaggio a cui ci si affezioni maggiormente è di sicuro Marilyn.
Essendo sempre stata molto interessata alle grandi dive degli anni '50, quando lessi la trama del romanzo cercai di immaginarmi come avrebbe potuto l'autrice rappresentare un personaggio esplosivo e così complesso come Marilyn Monroe. Mi immaginai una rappresentazione piuttosto superficiale della diva. Invece sono rimasta piuttosto colpita da come l' autrice sia stata capace di caratterizare un personaggio di cui la protagonista all'inizio sente solo la voce o vede solo la mano guantata. Marilyn non è presentata solamente come la "bionda bomba sexy", Marilyn è una donna con sogni e desideri, e, come tutte le donne, ha un lato triste e malinconico che all'interno del romanzo viene presentato.
Consiglio questo romanzo alle donne di tutte l'età perchè come dice la copertina, questa storia è una lezione di femminilità e di amore per se stesse.
Quindi che dire se non buona lettura? ;)

"Le brune si sposano, le rosse fanno sesso. Le bionde fanno tutte e due le cose baby. E' matematica, la matematica delle bionde!". "Vale anche per le finte, quelle che si tingono?". "L'importante è essere bionda dentro, piccola!"

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Consigliato alle donne di tutte le età, a chi ama i libri romantici con un pizzico di ironia, ma soprattutto a chi adora Marilyn!
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Per inserire la tua opinione devi essere registrato.

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il castagno dei cento cavalli
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Sulla pietra
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ultimo conclave
Valutazione Utenti
 
1.3 (1)
Il bacio del calabrone
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Stivali di velluto
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una morte onorevole
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
You like it darker. Salto nel buio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Eredi Piedivico e famiglia
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Pioggia per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Legami
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Renegades. Verità svelate
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una primavera troppo lunga
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Volevamo prendere il cielo
La felicità del gambero
La Costanza è un'eccezione
L'amore fa miracoli
La piccola bottega di Parigi
Il traghettatore
Un tè a Chaverton House
Tutto ciò che il paradiso permette
Baci da Polignano
La forza della natura
Non essere ridicola
Divino amore
Volevo essere una vedova
L'amore secondo me
Il calore della neve
L'amore a vent'anni