Dettagli Recensione

 
Maestre d'Italia
 
Maestre d'Italia 2019-03-25 08:53:15 ornella donna
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
ornella donna Opinione inserita da ornella donna    25 Marzo, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un figura professionale importante

Bruna Bertolo, dopo aver scritto Donne del Risorgimento, Prime … sebbene che siamo donne, Donne nella Resistenza in Piemonte, Donne nella Prima Guerra Mondiale, torna sulla scena letteraria con un libro curioso: Maestre d’Italia. Un libro che racconta di donne vissute nell’Italia post-risorgimentale e che in quell’epoca esercitavano la professione di insegnanti di scuola elementare. Uno spaccato di emancipazione femminile, una pletora di figure che si delineano e si configurano nette e precise all’interno di un quadro alquanto precario, dove a dominare era l’analfabetismo imperante a vario titolo in molte delle classi sociali. La Storia è qui vista ed osservata attraverso una particolare lente d’ingrandimento:
“Il percorso delle maestre , seguito lungo un arco temporale di quasi cento anni. E lo fa inserendo nella sua ricerca storica figure di donne che, nell’epoca in cui hanno combattuto le loro battaglie, sono state determinanti per scrivere e accompagnare i cambiamenti della società. A volte piccole conquiste, dopo lunghe e dure battaglie. A volte profondi sacrifici destinati a produrre risultati in tempi successivi.”.
La famosa frase di Massimo D’Azeglio:
“Abbiamo fatto l’Italia. Ora si tratta di fare gli italiani”,
qui può essere trasposta e divenire:
“Abbiamo fatto l’Italia. O forse le maestre che hanno fatto gli italiani.”.
Un libro frutto di approfondita ricerca, molto saggio e molto storico, che narra di donne:
“donne, capaci di soffrire e di trovare nella loro sofferenza i semi di un riscatto che ha attraversato ed accompagnato la storia delle donne nella nostra Società: da Italia Donati alla “maestrina dalla penna rossa”, dalle “maestre di Senigallia” a Rita Majerotti, dalle maestre scrittrici a quelle che diedero la vita durante la Resistenza; sui banchi di scuola, ma con il pensiero e il cuore rivolti al sogno di una società migliore.”
Un testo sul ruolo fondamentale di una figura professionale importante e determinante per la formazione culturale e di vita di ciascuno di noi. Una figura che con questo testo, bellamente descritta dalla stessa autrice, viene rivalutata con la precisione di una ricerca storica approfondita e ricercata. Un ottimo saggio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tre gocce d'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il rogo della Repubblica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'inverno dei Leoni. La saga dei Florio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Yoga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grido della rosa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rosa sola
Valutazione Redazione QLibri
 
1.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I demoni di Berlino
Valutazione Utenti
 
4.8 (2)
L'uomo del bosco
Valutazione Utenti
 
2.8 (1)
Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri