Saggistica Storia e biografie La caccia alle streghe in Europa
 

La caccia alle streghe in Europa La caccia alle streghe in Europa

La caccia alle streghe in Europa

Saggistica

Editore

Casa editrice


"Il Diavolo, essendo venuto a prenderla per condurla al sabba, le dette un unguento nerastro col quale si strofinò la schiena, il ventre e lo stomaco. Poi, rivestitasi, uscì dalla porta e fu immediatamente sollevata in aria a grande velocità...": è la confessione rilasciata da una vedova condannata a morte per stregoneria e satanismo nel 1617. D'altronde chi non confesserebbe tutto ciò che la commissione giudicante vuole sentire, pur di porre fine all'agonia della tortura? Psicosi, disagio sociale, superstizione: nell'Europa di età moderna divampa il terrore delle streghe. Accusate di praticare malefici e di adorare il diavolo, bruciano sul rogo almeno in 45 mila donne. Ma molte di più sono quelle processate e torturate da tribunali religiosi e civili. Perché questa mattanza? Chi erano le accusate? Chi gli accusatori?

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La caccia alle streghe in Europa 2020-01-10 05:39:16 archeomari
Voto medio 
 
4.6
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
archeomari Opinione inserita da archeomari    10 Gennaio, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una questione storica complessa

Volevo consigliare questo interessante saggio scritto da Brian LEVACK insegnante di storia all’Università del Texas di Austin, specialista in storia della stregoneria in Europa e in Occidente in generale.
L’opera è divisa in nove corposi capitoli seguiti da un”altrettanto corposa bibliografia e note finali. La caccia alle streghe è forse la questione storica dove i disaccordi tra gli studiosi sono i più numerosi ed è un fenomeno solo europeo.
La credenza nella magia e nella stregoneria fa parte di quasi tutte le culture del mondo (Africa, America Latina, etc.), ma il sistema europeo di credenze di stregoneria è unico perché, sottolinea più volte LEVACK, è presente in esso la componente satanica . In altre parole patto col diavolo, infanticidio, volo notturno, anche cannibalismo. Tale sistema è stato definito e costruito da generazioni di teologi cristiani. Diciamolo: la componente della Riforma cattolica ha dato un forte contributo, ma non decisivo secondo lo storico, alla costruzione di tale fenomeno.
Sotto tale impulso la stregoneria da crimine spirituale diventerà secolare, con mobilitazione di tribunali laici, l’ammissione di tortura a scopo di estorcere le confessioni.
Il mago o la strega erano considerati eretici, anche quando i loro scopi, le loro azioni, erano benevole, perché le pratiche magiche davano al Male ciò che era dovuto a Dio. L’eretico era pur sempre un traditore e quindi col tempo divenne meritevole delle più aspre pene.
LEVACK adotterà il “concetto cumulativo di stregoneria” per indicare un sistema dotto di credenze, in cui il patto col diavolo è il fondamento giuridico dei processi, seguito poi dal volo notturno, dalla partecipazione ai sabba (con particolare enfasi sull’aspetto erotico). Lo studioso tra l’altro sostiene che senza la credenza nel sabba la caccia alle streghe sarebbe stato un fenomeno storico di portata molto minore.
Nei vari capitoli verranno indicate le figure più suscettibili di essere accusate di stregoneria, la reazione dei vari stati europei al fenomeno , le varie tipologie di tortura, i vari libri e trattati sulla magia che grazie all’invenzione della stampa divennero di dominio quasi pubblico.
In un’epoca definita da White “l’età dell’ansia”, per i vari processi di cambiamento demografico, politico, religioso il fenomeno della caccia alle streghe ha sicure basi psicologiche, insite nel grande mutamento sociale, dove il diverso, l’emarginato è considerato una figura ribelle e sovversiva.

Un saggio arricchente ed approfondito.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Ah l'amore l'amore
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Universum. Cronache dei pianeti ribelli
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Anello di piombo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa delle voci
Valutazione Utenti
 
3.4 (4)
Nozze. Per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Elefante a sorpresa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'avvocato degli innocenti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Quantum
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'architettrice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ladra di frutta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Confidenza
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La seconda vita di Nick Mason
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri