Saggistica Storia e biografie La strada della vittoria
 

La strada della vittoria La strada della vittoria

La strada della vittoria

Saggistica

Editore

Casa editrice


La strada della vittoria, perché gli Alleati hanno vinto la seconda guerra mondiale. Riportiamo una breve presentazione del saggio. Nel 1942 le forze dell'Asse nazifascista (Germania, Giappone, Italia) erano vittoriose ovunque; nel 1944 divenne evidente che un esito della guerra favorevole agli Alleati era solo questione di tempo. Cosa rese possibili questo rovesciamento di equilibri e il radicale annientamento di due imperi guerrieri come la Germania e il Giappone? Con il suo libro Richard Overy, uno dei maggiori esperti di storia militare della seconda guerra mondiale, ha inteso rispondere a questa domanda. Egli descrive e analizza i grandi settori in cui gli Alleati seppero volgere a proprio favore le sorti del conflitto: la guerra sul mare, le grandi battaglie del fronte orientale, la guerra aerea, lo sbarco in Normandia. Ma risalendo a monte, Overy mostra dove ebbe origine la superiorità militare alleata: nella maggiore capacità di riconvertire alla guerra il sistema economico, nella superiorità tecnologica, nella maggiore efficienza della dirigenza militare, e infine nella mobilitazione morale delle popolazioni che si trasformò in volontà di combattere e di vincere.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La strada della vittoria 2012-04-21 12:31:48 misu
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
misu Opinione inserita da misu    21 Aprile, 2012
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una vittoria non troppo scontata

A volte capita di dare per scontate determinate vicende storiche, ma sempre non è così. Nel caso delle guerre la vittoria o la sconfitta dipendono da molti fattori come ad esempio l’abilità strategica dei vertici militari, le capacità di mobilitazione dei mezzi di produzione e delle risorse umane nonché le disponibilità energetiche e delle risorese naturali dei belligeranti in conflitto, le alleanze e gli accordi politici da essi stipulati.
Il libro che abbiamo di fronte affronta l’argomento della seconda guerra mondiale, spesso affrontato dalla storiografia, in modo diverso ponendosi appunto questa domanda.
Chi si accinge a prendere in mano questo interessante testo storiografico non si troverà di fronte il tipico elenco di battaglie combauttute sui vari fronti del conflitto mondiale o l’analisi dettagliata dei incontri diplomaciti dei protagonisti della guerra di una o dell’altra parte. I libro parla dunque di guerra in modo totalmente diverso ponendo l’accento sui mezzi e le risorse che hanno reso possibile la vittoria angloamericana e sovietica nella seconda guerra mondiale.
Il punto di partenza è in pratica la risposta ad una domanda molto semplice : ma la vittoria della compagine anti-nazifascista era prevedibile o non prevedibile. Trovare una risposta esaustiva a questa domanda diventa per l’autore di capitale importanza per poter capire le dinamiche nascoste della seconda guerra mondiale. A questo capitolo introduttivo sono in pratica collegati tutti gli altri capitoli del libro nei quali si affronta per esempio la guerra cambatutta sui mari, la guerra terrestre e la guerra aerea cercando di mettere in risalto i mezzi tecnologici con i quali venivano affrontate le battaglie. (tipi di navi, piccole o grandi, carri armati, bombardieri, bimotori quadrimotori). Una particolare atttenzione viene posta dall’autore nell’affrontare l’argomento della produzione di massa al quale sono legate le innovazioni tecnologiche che in defintiva avevano determinato la potenza militare dei due schiramenti in conflitto.
Le guerre però sono anche vinte dagli uomini e non solo dalle macchine perciò l’autore si sofferma sulla questione delle alleanze politiche e la loro capacità di mobilitazione interna ed esterna. In breve qualle alleanza risultò più efficace in guerra, quella tra Hitler e Mussolini in Europa o quella di Churchill,Roosevelt, Stalin? Analizzando i risultati sui campi di battaglia e il tipo di mezzi usati nonché i rapporti personali instaurati riuslta chiaro che alla fine la ricetta giusta per ottenere la vittoria l’avevano trovata i Tre grandi sia in Europa che nell'Estremo Oriente contro il Giappone militarista.
In sotanza un libro senza alcun dobbio interessante, arricchito da approfondimenti e riscontri storici ampiamente documentati che però si presta ad una scorreole e piacevole lettura.
In conclusione un libro sicuramente di elevata caltura scientifica da leggere con la dovuta attenzione per scoprire le ragioni della vittoria angloamericana e sovietica in Europa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Si consiglia di leggere libri storiografici sulla seconda guerra mondiale in gernerale ma anche testi che trattano specificamente dell’ ruolo avuto nel secondo conflitto mondale delle potenze vincitricie di altri paesi coinvolti.
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri