Saggistica Storia e biografie Sei milioni di accusatori
 

Sei milioni di accusatori Sei milioni di accusatori

Sei milioni di accusatori

Saggistica

Editore

Casa editrice

La presentazione e le recensioni di Sei milioni di accusatori, saggio di Gideon Hausner edito da Einaudi. Quando il 15 dicembre 1961 la prima edizione di Sei milioni di accusatori veniva pubblicata in Italia, la condanna a morte di Adolf Eichmann da parte della corte distrettuale di Israele era stata pronunciata da poche ore. Si consumava cosí uno dei piú celebri e controversi processi del XX secolo, il primo e uno dei piú importanti in cui vennero affrontati in modo specifico i crimini dell'Olocausto, l'inizio di una vera presa di coscienza di ciò che la «soluzione finale» aveva significato. Da allora il nome di Eichmann divenne uno dei simboli della barbarie del Novecento, spesso associato con l'interpretazione che ne diede Hannah Arendt nell'opera La banalità del male, apparsa qualche tempo dopo. Oggi, quasi mezzo secolo piú tardi, il discorso del procuratore Gideon Hausner offre ancora un drammatico affresco degli eventi dell'Olocausto e, soprattutto, costituisce un importante documento della vicenda del processo e del complesso di significati che esso ebbe per la coscienza collettiva in Israele e nel mondo.

Gideon Hausner (Lwów, Ucraina, 1915 - Gerusalemme 1991) emigrò in Palestina con la sua famiglia nel 1927, stabilendosi a Tel Aviv, e nel 1948 combatté nei ranghi dell'Haganah. Dopo il processo Eichmann fu deputato e ministro del governo israeliano. Nel 1967 ha pubblicato la testimonianza autobiografica Justice in Jerusalem. È stato presidente del Museo nazionale dell'Olocausto, Yad Vashem.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Sei milioni di accusatori 2010-12-28 21:32:24 Jan
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Jan Opinione inserita da Jan    28 Dicembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Cronaca di un atto di giustizia.

Hausner era un sabre.
"Sabre" è il nome col quale in Israele si contraddistingue il nativo della Terra più bella del mondo.
Ma, noterà qualcuno, Gideon Hausner era nato a Lwów, in Ucraina.
Sì, è vero anche questo, ma la sua "asetticità storica consapevole" lo rende più un figlio dell'Haganah che di qualsiasi altra zona culturale del mondo.
Questo rendiconto cavilloso e dettagliato è redatto da un esterno, da un uomo che deve insieme ad una nazione chiudere un conto in maniera simbolica.
L'avevo letto in slavo e mi aveva colpito.
Ora, in questa veste piacevole e autorevole tipica dell'Einaudi, devo ammettere che mi attira di meno.
La parte che rileggo sempre con grande stupore è l'elenco delle "giustificazioni" di Eichmann.
Dura parecchie pagine ed è, a mio avviso, sconfortante.
Hausner, quasi cronachisticamente, tiene la conta degli svenuti in aula mentre il ragioniere del male sferza con lo schiocco arcigno del suo idioma tutti gli astanti.
Da leggere, credo.

Purtroppo sempre attuale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Ai soliti negazionisti ed agli ipocriti che si scandalizzano per niente.
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Come amare una figlia
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il castello di Barbablù
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Delitti a Fleat House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un volo per Sara
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il caso Alaska Sanders
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Senza dirci addio
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Run, Rose, Run. La stella di Nashville
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il vivo mare dei sogni a occhi aperti
Valutazione Redazione QLibri
 
2.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La casa di marzapane
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una stella senza luce
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Che razza di libro
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le madri non dormono mai
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri

I diciotto anni migliori della mia vita
Tutankhamen
L'origine degli altri
Il tribunale della storia
Memorie dalla Torre Blu
Nulla è nero
Non per me sola. Storia delle italiane attraverso i romanzi
A riveder le stelle
Marco Polo. Storia del mercante che capì la Cina
The Queen. Diario a colori della regina Elisabetta
Margaret Thatcher. Biografia della donna e della politica
L'arte della fuga
Dante
Autunno a Venezia. Hemingway e l'ultima musa
Passione sakura
Effie. Storia di uno scandalo