Cronosisma Cronosisma

Cronosisma

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Nel 2001 l'universo viene colpito da una crisi di autostima e decide di non espandersi più bensì di contrarsi, tornando indietro di dieci anni. Teoricamente la grande occasione che l'umanità attende da sempre: ripercorrere il passato per non commettere più gli stessi errori. Tutti però ripeteranno ogni azione, pronunceranno perfino le stesse parole e quindi sconteranno le stesse pene. E quando, passato il decennio per la seconda volta, il tempo ricomincia a muoversi, l'umanità, assuefatta a non esercitare il libero arbitrio, vivrà una crisi ancora più profonda. Toccherà a Kilgore Trout, scrittore di fantascienza e alter ego dell'autore in diversi suoi romanzi, cercare di far rinsavire la popolazione. In Cronosisma - unione di fiction e autobiografia e ideato appositamente per essere l'ultimo romanzo della sua carriera -Vonnegut propone una critica tragicomica della società contemporanea, imbrigliata in schemi preconcetti e capace, di fronte alla libertà, di reagire soltanto con il panico.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Cronosisma 2020-05-04 13:30:26 Mian88
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    04 Mag, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il mio nome è Kilgor Trout

«Dicono che la prima cosa che parte quando diventi vecchio è la vista o l’uso delle gambe. Non è vero. La prima cosa che se ne va è la memoria.»

Tanti nomi celebri della letteratura (da Romain Gary a J.K. Rowling) si sono avvalsi nell’arco della loro carriera di pseudonimi con i quali hanno portato avanti le proprie opere in varie forme e sotto tante vesti. Tuttavia, ben pochi sono ricorsi ad un alter ego da promuovere come pseudonimo e tra questi vi è Kilgor Trout, personaggio che notoriamente ha preso vita contro la volontà stessa del suo ideatore e coego, Kurt Vonnegut.
Kilgor Trout fa la sua prima apparizione in “Dio la benedica, Mr. Rosewater” nel 1965 per mutare sembianza, città, età e connotati in ogni opera. L’unica costante che lo caratterizza è data dal fatto che impersona il più prolifico autore fallito di fantascienza. Non a caso, nella sua falsa esistenza egli è autore di una miriade di falsi romanzi (circa 117) e di falsi racconti (circa duemila). Vonnegut, dunque, ben caratterizza il suo altro io in un gioco letterario che finisce con il prendere il sopravvento e assumere dimensione propria. Torna a ripresentarsi e a riproporsi con una cadenza tanto regolare quanto irregolare che sorprende lo stesso originale. E così accade anche in questo titolo, opera all’interno della quale ricostruiamo la trama per via frammentaria e attraverso pensieri e riflessioni che sono portate alla luce dall’io narrante. È un libro all’interno del quale a prevalere è l’ironia, l’introspezione, la satira.
Un volume adatto a chi già conosce l’americano e vuole approfondire le tematiche trattate.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
I delitti della salina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempi duri
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
L'altra donna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il teatro dei sogni
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cose che succedono la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Midnight sun
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Jane va a nord
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una grande storia d'amore
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Proprio come te
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri