Narrativa straniera Fantascienza Il pigiama del gatto
 

Il pigiama del gatto Il pigiama del gatto

Il pigiama del gatto

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

"Molti dei racconti che leggerete si sono impossessati di me in questo o quel momento, e non mi hanno lasciato libero finché non li ho inchiodati alla pagina." Così Ray Bradbury descrive la genesi dei testi racchiusi nel "Pigiama del gatto", l'ultima raccolta da lui pubblicata. Sono venti storie, più un prologo e un epilogo, venti gemme del tesoro d'immaginazione chiuso nella geniale mente letteraria dell'autore di "Fahrenheit 451". La quotidianità dell' American way of life, o quasi, ma osservata con l'occhio indagatore di Bradbury, che sa renderla sempre sorprendente.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.2
Stile 
 
4.0  (3)
Contenuto 
 
4.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.3  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il pigiama del gatto 2016-02-20 17:24:35 Valerio91
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    20 Febbraio, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

I get the Blues when it rains

La copertina di questa raccolta di racconti di uno degli scrittori moderni più apprezzati, almeno dal sottoscritto, è la cosa che meglio la riassume.
Questo libro è una lettura piacevole, leggera, ma come ben saprà chiunque abbia letto Bradbury, per nulla frivola.
Ogni racconto, nella sua leggerezza, ha qualcosa da lasciare, ma lo farà solo al lettore attento e scrupoloso. Dimenticate e quindi le favole dalla morale spicciola, che si delineano in quattro parole, con concetti spesso stereotipati, triti e ritriti. Bradbury non è così, è complesso, ricercato, e nasconde il suo pensiero tra le righe, come un tesoro da scovare. Ed è decisamente più soddisfacente ed efficace. Vi troverete a fronteggiare la bizzarra natura dell'essere umano, dei suoi lati positivi, dei suoi lati bui. Vi troverete a riflettere sull'unicità di alcuni momenti che compongono la nostra vita, momenti unici e irripetibili che vanno vissuti pienamente. Questo e tanto altro.
"Il pigiama del gatto", che è solo uno dei venti brevi racconti che compongono questa raccolta, non sarà memorabile come il capolavoro "Cronache marziane", ma ha comunque dei racconti memorabili da regalarvi, come "I get the Blues when it rains", che quello che ho apprezzato di più. In breve, vi consiglio assolutamente di leggere questa raccolta di racconti, leggera, spensierata, ma carica di significati. Vi innamorerete sicuramente di questo autore.

"[...] come fare le cose giuste? Nello stesso modo in cui si fanno quelle sbagliate. Lo stesso procedimento, rovesciato. Le cose sono sbagliate quando si rompe un vaso, si strappa una tenda o si lascia un libro sotto la pioggia. Si ritorna a fare le cose giuste riparando un vaso, cucendo la tenda e comprando un altro libro. Questo significa fare."

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Isaac Asimov
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il pigiama del gatto 2015-12-29 13:56:40 C.U.B.
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    29 Dicembre, 2015
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tanti petali fanno un fiore

Venti storie nella sua ultima raccolta pubblicata, che si debba essere affini al racconto per amare l'opera in questione e' un assioma opinabile. Io che di rado mi associo al genere, se non per puro caso , ho nutrito un piacere crescente pasteggiando con questo Bradbury.
Ecco allora quella buffa vertigine che dopo un paio di racconti ti lascia a ondeggiare su un terreno incerto, perche' non ne cogli il senso, ma e' bello ugualmente che importa abbiamo i nostri limiti.
Poi volti pagina e senti il calore che cresce da dentro, che fenomeno incredibile quando le parole scaldano davvero. 
Fermi un attimo accoccolati nel passato, poi dall'altra parte del mondo dove Lui scrive quel futuro così tangibile da incalzare il presente. 
Basterebbero cinque minuti per essere un gatto e guardare fuori dalla finestra, immobili, osservando in pochi metri quanto puo' essere incredibile il mondo. Indossando un pigiama quasi inutile.
Porsi domande così ovvie da non avere risposta, perche' se l'uomo bianco al sole diventa nero come puo' non impallidire la pelle dell'uomo nero all'ombra ? 
Una casa accogliente e le dita per caso saltellano sui tasti di un pianoforte, con gli amici ci si scopre ancora capaci di Cantare sotto la pioggia, in una notte speciale che non ritornera'mai piu'.
Forse domani, quando ormai sara' troppo tardi, potremo fare un passo indietro nella fantascienza e salvarci la vita per un'altra trentina d'anni.
E le donne sappiano, se non c'e' altra scelta che piangere, che un abito verde risalta sulla pelle arrossata e la fa apparie piu' bella . Tanti petali in cerchio, uno accanto all'altro, fanno proprio un fiore.
Oggi di questo bel libro non posso che scriverne così, con affetto e telepatia e come viene viene, se qualcosa e' insolito non dobbiamo per forza ammazzarlo, intendeva Ray.
Buona lettura.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
190
Segnala questa recensione ad un moderatore
Il pigiama del gatto 2014-12-03 08:36:12 Mian88
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    03 Dicembre, 2014
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il lascito degno di un grande autore.

Finora inedita in Italia, “Il pigiama del gatto” è l’ultima raccolta in vita di uno degli autori più geniali presenti sul panorama letterario. Costituita da 20 storie, a cui si sommano un prologo ed un epilogo; l’opera si caratterizza per l’inconfondibile penna di Bradbury che se da un lato rende omaggio agli autori che da sempre l’hanno ispirato quali Fitzgerald, Poe, Wilde o Melville, dall’altro trascina il lettore nel suo policromatico mondo, un universo fatto di amicizie, paure, panico, delusioni, viaggi nel tempo, amori perduti, incompresi e ritrovati, artisti tanto improbabili quanto sottovalutati resi celebri da inaspettati colpi di scena, senatori ubriachi capaci di giocarsi uno stato dopo l’altro degli Stati Uniti D’America in un casinò indiano, femmes fatales ammaliatrici di emofiliaci scrupolosi in tutto tranne che sul versante femminile. E così tra una pagina e l’altra l’opera si fa divorare rapendo lo sconosciuto avventuriero che si incammina sul sentiero di promesse delineato da Bradbury.
Ciascun racconto ha una sua morale, lo scrittore nell’introduzione ci narra come questi siano stati concepiti, qual è stata la molla che ha ispirato il “demone” inchiodandolo alla scrivania fintanto che la redazione quei pensieri non fosse indelebilmente trascritta su carta. Sono stata colpita in modo diverso da ogni racconto, alcuni quali ad esempio “Crisalide” o ancora “Il completista” sono lo specchio della realtà di ieri e di oggi e Bradbury non erra quando suggerisce al lettore di mettere a confronto i due scritti, “Il pigiama del gatto” è di una delicatezza e di una dolcezza infinita che si esprime con tutta la sua folgorante forza soprattutto sul finale, con “l’isola” le paure e le fobie umane sono messe in luce con ogni sfumatura ed ogni paradosso, in “Ci comporteremo normalmente” la Susan del passato si ritrova a far i conti con il Ray del presente e il timore interiore di diventare l’uomo non sperato.
Un’opera di indubbio valore, che si esprime indelebilmente grazie alla sua semplicità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Cronache Marziane, Fahrenheit 451, il popolo d'autunno, il gioco dei pianeti e le altre opere di Bradbury.
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Donne dell'anima mia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La donna degli alberi
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La donna da mangiare
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il libro della polvere. Il regno segreto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La biblioteca di mezzanotte
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'appello
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
Buonvino e il caso del bambino scomparso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
V2
V2
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Amo la mia vita
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Gli ultimi giorni di quiete
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Dimmi che non può finire
Valutazione Utenti
 
4.9 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri