Narrativa straniera Fantascienza L'isola del Dottor Moreau
 

L'isola del Dottor Moreau L'isola del Dottor Moreau

L'isola del Dottor Moreau

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Un uomo di nome Pendrick, a seguito di un naufragio nel Pacifico, viene accolto a bordo di un'imbarcazione piena di animali di proprietà di un tale Montgomery e del suo assistente M'Ling, un individuo deforme e dal comportamento bizzarro. I due uomini conducono Pendrick su un'isola sconosciuta fuori dalle rotte, abitata da un singolo individuo (o almeno è quello che sembra): il dottor Moreau, un medico eccentrico il cui nome non è del tutto nuovo a Pendrick. Sembra infatti che da Londra, un certo dottor Moreau, era stato allontanato dopo che erano emersi alcuni suoi esperimenti raccapriccianti sulla vivisezione. Il giorno dopo al suo arrivo, Pendrick ha un incredibile incontro che un gruppo di uomini dalle fattezze simili a quelle dei maiali. Queste creature lo inseguono, ma Pendrick riesce in qualche modo a seminarle, stordendo uno di essi che rimane riverso a terra, mostrandosi in tutta la sua mostruosità. Sconvolto, Pendrick chiede spiegazioni a Montgomery che però si rifiuta di offrire chiarimenti. Durante la sua permanenza sull'isola, l'uomo verrà a conoscenza degli orribili esperimenti del dottor Moreau, volti ad umanizzare gli animali. Ma qualcosa andrà storto..

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.6
Stile 
 
4.0  (2)
Contenuto 
 
3.5  (2)
Piacevolezza 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
L'isola del Dottor Moreau 2018-08-25 09:15:13 Valerio91
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Valerio91 Opinione inserita da Valerio91    25 Agosto, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Siamo uomini o animali?

Wells è uno degli autori che, in quanto a originalità (che ovviamente va considerata nel contesto e nell’epoca in cui scriveva) ha pochi rivali. “L’isola del dottor Moreau”, tra le sue tre opere che ho letto, se la gioca con “La guerra dei mondi” per il posto d’onore.
Lo stile di Wells è buono ma non si può dire sia distintivo, non ha quell’unicità che ti fa immediatamente capire che stai leggendo un suo lavoro; mi è quasi parso che nei tre libri che ho letto avesse sempre uno stile differente. Tuttavia, le sue idee interessanti sono una costante e credo siano stata un’ispirazione per tantissime opere (letterarie e non) che le hanno seguite.
L’isola del dottor Moreau non fa eccezione.

Questa storia viene narrata dal punto di vista di Prendick, uomo sopravvissuto a un naufragio e soccorso da un tale, Montgomery, accompagnato da uno strano compagno dalle forme bestiali. Il capitano della barca (un ubriacone di prima categoria), si libererà presto dei suoi ospiti indesiderati, lasciando Montgomery e il suo carico di bestie sull’isola verso cui era diretto e Prendick a un nuovo naufragio. Montgomery avrà pietà di lui e convincerà il controverso dottor Moreau a ospitare Prendick sull’isola.
Il nostro protagonista si accorgerà presto che sull’isola c’è qualcosa che non va, che i suoi abitanti hanno fattezze eccessivamente animalesche. Delle grida gli toglieranno il sonno, anticipazione delle spaventose verità e dei pericoli che si ritroverà a fronteggiare.
Una storia da leggere, che fa riflettere sulla nostra umanità, su quello che siamo disposti a fare in nome della scienza e del progresso e delle effettive differenze (nemmeno troppo marcate) tra noi e gli animali puramente istintivi.

“Per quanto non sappia né il come né il perché, c’è un senso di protezione nello sfavillio delle stelle. Forse tutto ciò che non è animale in noi trova conforto e speranza nelle vaste ed eterne leggi della materia, e non negli affanni terreni. Lo credo fermamente, poiché altrimenti non potrei vivere.”

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
180
Segnala questa recensione ad un moderatore

L'isola del Dottor Moreau 2017-11-04 10:35:06 martaquick
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
martaquick Opinione inserita da martaquick    04 Novembre, 2017
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

UOMINI, ANIMALI O MOSTRI?

Prendick,un'uomo disperso in mare, viene salvato da una nave particolare, la nave che conduce all'isola del Dottor Moreau. Da qui parte la vera storia di questo romanzo di Wells.
L'isola in questione è una specie di incubo perchè popolata da mostri da sembianze umane; il protagonista scopre verso metà/ tre quarti di libro che in realtà sono animali vittime di esperimenti da parte del Dottore.
Un'incubo a occhi aperti per Prendick scoprire i dettagli da parte di Moreau e il suo aiutante Montgomery: i due vivono sull'isola per poter dedicare la loro vita a sperimentare su animali vivi i possibili innesti per farli diventare uomini.
SI crea così sull'isola una popolazione di uomini metà cani, metà iene e metà lupi, mezze scimmie e mezzi tori, capaci di parlare e timorosi del Dottore in quanto punisce le sue creazioni quando violano un codice da lui stesso creato.
Prendick vive con il terrore di questi mostri e dopo una serie di tragici eventi è costretto però a convivervi in modo ravvicinato.
La conclusione del romanzo è ciò che colpisce, Prendick riesce a tornare nel mondo "reale", ad andarsene da quell'isola ma non riesce a tollerare la vicinanza delle persone normali e subisce un crollo emotivo. Il messaggio che traspare è che anche nel mondo normale l'uomo sotto sotto è animale, non nell'apparenza ma nel modo di essere.
Anche l'uomo civilizzato è da temere.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri