Il giocattolo rabbioso Il giocattolo rabbioso

Il giocattolo rabbioso

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice


Ambientato in una Buenos Aires decadente e piena di riferimenti interculturali dovuti alle continue ondate di emigranti europei, il protagonista adolescente del romanzo vive le sue avventure costantemente contrastate tra il confine delinquenziale e il desiderio di appartenere alla giustizia e all'ordine di tipo militare.In un crescendo di vicende disgraziate, il protagonista, Silvio, finisce per maturare una visione cruda e scanzonata del mondo degli adulti, che lo porta ad accettare la sua condizione di anarchico autodistruttivo in balia di un destino ineluttabile.Edito per la prima volta nel 1926, Il giocattolo rabbioso rappresenta il primo e più autobiografico romanzo di Roberto Arlt.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il giocattolo rabbioso 2018-07-10 06:52:26 Mario Inisi
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Mario Inisi Opinione inserita da Mario Inisi    10 Luglio, 2018
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La vita è bella

Non è poi così rabbioso questo giocattolo rabbioso. Anzi è bello, pieno di energia.
Il romanzo descrive la vita di un adolescente Silvio, che già dai 14 anni fa dei lavoretti per mantenersi. La sua famiglia sembra amorevole ma incapace di contenerlo. All’inizio del romanzo lo troviamo a organizzare furti programmati fin nei dettagli e a progettare invenzioni. Passa di lavoro in lavoro attraversando uno zoo umano molto singolare. La scrittura è fresca, diretta, e si vede che c’è molta della sua esperienza dietro alle pagine del romanzo e una intelligenza acuta e originale. Tornando al protagonista, quella che sembrerebbe una smania di avere più soldi e cose attraverso furti e lavoretti, in realtà è una smania poco legata alla materialità. Silvio insegue emozioni, idee, invenzioni, sogni. Forse cerca un contatto più stretto con la vita che sente gioiosa e bella. Anche se ha una intelligenza brillante, ragion per cui i libri scientifici e letterari lo attirano con grande forza, non è un intellettuale, non è disposto a mettere lo schermo dei libri tra sé e la vita. Forse da questo volere toccare tutto a mani nude, più che dalla povertà della famiglia viene la decisione di smettere gli studi e cercarsi un lavoro.
Tutta l’energia del protagonista si trasmette al lettore nel finale bellissimo in una doccia di salutare gioia di vivere. Il modo di scrivere mi ha ricordato molto Yates, certo non nel finale. Arlt pare fatto di legno rispetto a Yates: dove uno affonda, l’altro resiste a qualunque tempesta pronto a filare via dietro a una nuova idea pieno di nuovo entusiasmo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Isola di neve
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Una di luna
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
M. Il figlio del secolo
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo giro della notte
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La coda del diavolo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Peccato mortale. Un'indagine del commissario De Luca
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'innocente
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
L'idiota
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I colori dell'incendio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quinto comandamento
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La ragazza e la notte
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri