Narrativa straniera Romanzi autobiografici Il segreto del mio turbante
 

Il segreto del mio turbante Il segreto del mio turbante

Il segreto del mio turbante

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

La vita della piccola Nadia scorre felice tra i banchi di scuola e i giochi all'aria aperta: Kabul le appare gioiosa e sempre in festa. Ma quando scoppia la guerra civile, la sua famiglia precipita nell'orrore: una bomba distrugge la loro abitazione e la vita di Nadia ne è segnata per sempre. A soli otto anni rimane gravemente ustionata. Mentre la bambina è sottoposta a una lunga serie di interventi chirurgici, l'amato fratello Zelmai viene ucciso e il padre, reso pazzo dal dolore, diventa incapace di sostenere i suoi cari. Nel Paese dei talebani, che escludono le donne dalla società, una famiglia senza un uomo non può sopravvivere. È allora che Nadia prende l'unica decisione che può cambiare il tragico destino che la attende: nasconde i capelli sotto un turbante, si fascia il petto, indossa abiti maschili e si fa chiamare con il nome del fratello morto.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Il segreto del mio turbante 2013-07-04 19:18:50 Sara Z
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Sara Z Opinione inserita da Sara Z    04 Luglio, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un turbante pieno di coraggio e sacrifici

Un libro semplicemente toccante.
Di Kabul e di guerre ne sentiamo praticamente ogni sera, ascoltiamo, magari ci immedesimiamo, ma nessuno a parte chi vive sulla propria pelle puó capire quanto sia devastante una guerra, quanto sia devastante una bomba che ti piomba sulla casa.
Ed è quello che succede a Nadia, una bambina piena di sogni e speranze, una bambina che ama andare a scuola e imparare, ma quando una bomba si porta via la sua fanciullezza non esita, seppur bambina, a rimboccarsi le maniche e a fare tutto quello che puó per aiutare la sua famiglia; quello che può e anche di più. Perchè suo fratello è morto, suo padre è impazzito dal dolore, e una famiglia senza un uomo in un Paese presidiato dai talebani, è sinonimo di famiglia morta.
Allora Nadia fa una cosa che sfida ogni morale del suo Paese.
Prende il posto del fratello, diventando così Zelmai e rinunciando a essere una donna per dieci lunghi anni. Niente più scuola perchè deve lavorare per mantenere la sua famiglia, fascie strette intorno al petto e un turbante sulla testa a coprire l'unico vizio da donna a cui non vuole rinunciare: i suoi lunghi capelli.
Un libro che ti lascia a bocca aperta a ogni pagina, un libro che ti porta al fianco di Nadia, vicino ai suoi sacrifici e alle sue paure, vicino ai suoi mille dubbi e incertezze, vicini eppure così lontani da un mondo simile, da sembrare una storia puramente romanzata; e invece è una storia vera, di una ragazza realmente esistita, che tutt'ora esiste, la storia di una bambina che sfida il potere e i precetti del suo Paese per amore della sua famiglia.
A parere mio è magistrale anche il lavoro dal punto di vista stilistico; un libro scritto a due mani da Nadia e da Agnès Rotger che rispecchia molto bene l'anima stessa della storia: nella prima parte parla una bambina quindi la scelta lessicale è curata per rendere bene la visione del mondo da parte di una bambina, la seconda parte appartiene a una Nadia più grande e consapevole ed è quindi curata per rendere al meglio i turbamenti di una donna adolescente nei panni di un uomo.
Un libro pieno di personaggi più o meno interessanti che ruotano intorno a Nadia-Zelmai, inconsciamente consapevoli di avere vicini qualcuno di "speciale", ma deviati dai comportamenti perfettamente maschili di Nadia talmente abituata ormai a questo "gioco" che alla fine dell'avventura faticherà a trovare un Suo posto nel mondo.
Una lettura da assaporare e amare per la sua incredibile e toccante testimonianza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La casa senza ricordi
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Léon
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Figlia unica
Valutazione Utenti
 
3.0 (2)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.1 (2)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri