Narrativa straniera Romanzi autobiografici Nato fuori legge. Storia di un'infanzia sudafricana
 

Nato fuori legge. Storia di un'infanzia sudafricana Nato fuori legge. Storia di un'infanzia sudafricana

Nato fuori legge. Storia di un'infanzia sudafricana

Letteratura straniera

Classificazione

Editore

Casa editrice

Nato nel Sudafrica dell'apartheid da madre xhosa e padre bianco, Trevor è colored: né bianco né nero, un'anomalia intollerabile per il rigido sistema razziale sudafricano. Destinato a un'esistenza 'fuori legge', Trevor se la cava splendidamente poiché la sua infanzia, spericolata e indimenticabile, è orchestrata da una madre più potente del tuono: Patricia Nombuyiselo Noah, un magma di contraddizioni stupendamente africane. È bigotta e ribelle, severa e anticonformista, e soprattutto ha fiducia nel fatto che tutto è possibile, di qualsiasi colore sia la tua pelle: l'importante è andare a scuola, imparare l'inglese, fare quello che si pensa sia giusto e rifiutare le leggi sbagliate e illogiche inventate dagli uomini. Ragazzino impacciato di fronte alle prime esperienze sentimentali, poi esperto di pirateria musicale e organizzatore di feste clandestine nelle townships di Johannesburg, Trevor ripercorre la sua vicenda senza retorica, sempre sul filo di un'irresistibile vena ironica che lo affranca dal ruolo di vittima e rende il suo racconto più forte di qualsiasi denuncia. Non teorizza nulla, mostra se stesso, il 'bastardo': la sua mescolanza razziale sfida l'ingiustizia del sistema e ne mette in luce l'insostenibilità e l'incoerenza. Mescolarsi è la vera rivoluzione e questa storia esplosiva e 'fuori legge' ne è la prova.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Nato fuori legge. Storia di un'infanzia sudafricana 2021-04-18 09:21:32 Belmi
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
Belmi Opinione inserita da Belmi    18 Aprile, 2021
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Coloreds

Trevor Noah è un comico americano molto conosciuto e apprezzato nel suo paese ma per diventare quello che è ha dovuto fare tanta strada ed ha deciso di raccontarlo in questo libro.

Trevor Noah scrive la sua storia con lo spirito "del comico" che lo contraddistingue nella vita reale, il libro sembra leggero, divertente, quasi spensierato, ma quello che scrive in realtà racconta la sua dura infanzia in Sudafrica. Noah è nato prima della fine dell'apartheid ed ha provato sulla sua pelle tutte quello che questo significa.

Per lui trovare un posto nella sua patria non è mai stato semplice perché lui è un coloreds:

"A differenza degli Stati Uniti, in cui chiunque avesse una goccia di sangue nero diventava automaticamente "nero", in Sudafrica costoro venivano inseriti in un gruppo a parte: né bianchi né neri, bensì quelli che chiamavamo coloreds".

Mamma nera e babbo bianco, in un periodo in cui non potevano stare insieme, rendono la vita del piccolo Trevor davvero difficile. Sua madre è una vera ribelle ma è anche la regina di questo libro.

Come dicevo il libro è divertente ma quello che l'autore fa passare grazie all'ironia non nasconde la reale portata del suo messaggio. Il renderlo con questo stile l'ha reso accessibile a tutti e tutti devono sapere quello che hanno passato le persone in questa dura fase storica, una fase che spesso viene tralasciata dai libri e che invece meriterebbe molta più attenzione.

Trevor Noah non si nasconde dietro niente e con genuinità e umiltà ci rende partecipi della sua infanzia e di tutte quelle cose che lo hanno reso la persona che è ora.

Avrei preferito uno stile più ricercato? Forse, ma chi sono io per dirlo e lui con tutto quello che ha passato si può davvero permettere di scrivere tutto come vuole.

Ottimo spunto di lettura per chiunque si volesse avvicinare agli usi e costumi della popolazione sudafricana prima e dopo l'apartheid.

Buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Indipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La non mamma
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri