Non puoi dire sul serio Non puoi dire sul serio

Non puoi dire sul serio

Letteratura straniera

Editore

Casa editrice

Genio e sregolatezza, uno dei tennisti più amati di tutte le epoche. Unico per il suo stile di gioco tecnico tagliente e aggressivo, John McEnroe era altrettanto famoso per le sue celebri sfuriate contro arbitri, giudici di linea e avversari. Come quando urlò a squarciagola " You cannot be serious " in faccia all' arbitro, a Wimbledon. La storia di un tennista ma soprattutto di un uomo, dagli inizi fino all' apice del successo e alle relative difficoltà incontrate lungo il cammino. In mezzo una schiera di personaggi che hanno fatto la storia dello sport tra gli anni '70 e '90, tra delusioni, fallimenti sportivi e personali, improvvise resurrezioni.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Non puoi dire sul serio 2015-03-11 15:37:56 Vita93
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Vita93 Opinione inserita da Vita93    11 Marzo, 2015
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Non cambiare mai

"Non cambiare mai" gli disse una volta Jack Nicholson.
Numero 1 del circuito Atp dal 1981 al 1984, vincitore di 7 titoli dello Slam in singolo e 9 in doppio. Statistiche da leggenda. A cui si devono aggiungere le mitologiche sfide contro Borg, Connors, Lendl ed una personalità irrequieta, irascibile, ribelle, arrogante, prepotente, a tratteggiare uno dei tennisti più iconici di sempre.
McEnroe fu un vero e proprio terremoto nel pacato mondo del tennis, da sempre caratterizzato da una rigida osservanza delle regole e da comportamenti eleganti e rispettosi. “Super Brat” (super moccioso) fu un fenomeno generazionale. Una sfuriata su tutte, la celebre frase "You cannot be serious" che rivolse ad un arbitro durante l’edizione di Wimbledon del 1981.

La biografia è una successione di eventi ed aneddoti della carriera sportiva del protagonista. Una carrellata di successi e partite importanti, unita alla narrazione degli avvenimenti più importanti che hanno formato McEnroe come uomo, marito e padre.
Verrebbe spontaneo paragonare ogni autobiografia tennistica allo splendido "Open" di Agassi. Ma sarebbe un errore. Lo stile dei due romanzi è troppo diverso. “Open” è maggiormente incentrato sull’uomo, “Non puoi dire sul serio” sulla più tradizionale componente sportiva ed aneddotica. Agassi sul campo era riflessivo, introverso, mentre McEnroe tipicamente soggetto ad intemperanze. Opposti, infine, i sentimenti verso lo sport che li ha resi leggende. Agassi ha dichiarato di aver avuto un rapporto difficile con il tennis. Un sentimento spesso sfociato nell’odio. McEnroe lo ha amato, senza condizioni, dalla prima all'ultima partita disputata.

“Non puoi dire sul serio” è un’autobiografia divertente, piacevole e nostalgica, incentrata su un personaggio e su un periodo storico tennistico (gli anni ’80) contraddistinto da personalità indimenticabili per tutti gli appassionati.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Agli appassionati di tennis e di sport in generale, condizione più necessaria rispetto alla lettura di " Open " che invece consiglio a tutti indistintamente.
Trovi utile questa opinione? 
130
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il valore affettivo
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Gli occhi di Sara
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri