Polvere rossa Polvere rossa

Polvere rossa

Letteratura straniera

Classificazione
Autore

Editore

Casa editrice

Ma Jian ha trent'anni e conduce un'esistenza complicata: è separato dalla moglie, in crisi con la sua nuova compagna, accusato dalle autorità di comportamento politicamente scorretto. La sua anima ribelle gli suggerisce una sola via d'uscita alla situazione: mandare all'aria tutto e avventurarsi per un lungo viaggio attraverso le strade della Cina. "Polvere rossa" ci restituisce la straordinaria varietà e bellezza del paesaggio, dei costumi e degli abitanti della Cina: i deserti dove si avventurano ancora i cercatori d'oro; i laghi e i fiumi dove i pescatori di notte se ne stanno a parlare e a bere insieme attorno a un fuoco; le montagne dove le donne hanno guance e bluse intensamente rosse.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Polvere rossa 2017-02-23 16:37:50 silvia71
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
silvia71 Opinione inserita da silvia71    23 Febbraio, 2017
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Nervi scoperti

Il peregrinare attraverso l'immenso territorio cinese dona a Ma Jian le fattezze di un novello Odisseo. Nel corso di qualche anno l'autore girovagò senza una meta precisa, mosso dall'intento di evadere dalla gabbia entro cui era costretto a vivere e a lavorare alle dipendenze del dipartimento della propaganda.
Voglia di fuggire, di rinnegare le ipocrisie e di compiere un viaggio senza agi attraversando tutte le province cinesi.
Fiumi, laghi, deserti, montagne, compagne, boscaglie, risaie. Un'immersione totale in ciascuna delle realtà ambientali e sociali che costituiscono il complesso mosaico chiamato Cina.
Ma Jian lascia Pechino con uno zaino in spalla e pochi indumenti, niente denaro a parte gli spiccioli che è pronto a guadagnarsi per strada con qualche umile lavoro.

La potenza impressa alle pagine non viene dalla liricità della penna ma dai volti scavati dagli stenti, dalle violenze, dalle ingiustizie, dalla cattiveria di un potere cieco e sordo ai bisogni del proprio popolo. Sono ritratte persone incrociate in questo lungo e desolato cammino, descritte con pochissime parole, eppure immortalate in tutto il loro dolore e malessere.
Gli scheletri dell'apparato politico vengono portati alla luce in maniera impietosa, senza veli a coprirne la mancanza di liceità e di umanità.

Il racconto si basa su immagini di vita spicciola e quotidiana, senza necessità di utilizzare enfasi e divagazioni saggistiche, eppure al termine della lettura viene spontaneo considerare che se gli stessi contenuti fossero passati attraverso l'inchiostro di Mo Yan, il valore emozionale del testo sarebbe stato ben altro. Questo inciso senza nulla togliere all'autore, ma è d'obbligo evidenziare come lo stile di scrittura, almeno così come reso in traduzione, appare asciutto e scarno, a tratti freddo e tagliente come le storie raccontate, privo di divagazioni e commenti.

Polvere rossa è a tutti gli effetti una grande opera di denuncia, un nervo scoperto che duole, un catalogo di atrocità su cui l'attenzione di un mondo civile deve posarsi.
Impossibile non tributare un grazie al coraggio di chi ha deciso di parlare del proprio paese con consapevolezza e lucidità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
dello stesso autore "Tira fuori la lingua"
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Mastro Geppetto
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La sconosciuta della Senna
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri