Narrativa straniera Romanzi erotici Quello che mi lega a te
 

Quello che mi lega a te Quello che mi lega a te

Quello che mi lega a te

Letteratura straniera

Autore

Editore

Casa editrice

A legare la giovane Francesca all'affascinante Ian Noble è un'attrazione immediata. Per Francesca è la prima volta: un desiderio così intenso non l'aveva mai provato, ed è una cosa che la rende terribilmente nervosa. D'altro canto, Ian Noble, amministratore delegato di un'azienda milionaria, bellissimo, impenetrabile, è il tipo d'uomo cui è praticamente impossibile dire di no. Non importa quali siano le sue richieste, e i suoi molti segreti: Ian Noble ottiene sempre tutto quello che vuole. Ma questa volta, forse, il destino ha in serbo per lui qualcosa che non si aspettava.

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
2.7
Stile 
 
2.0  (3)
Contenuto 
 
3.3  (3)
Piacevolezza 
 
2.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Quello che mi lega a te 2013-04-21 15:46:29 piccicuia
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
piccicuia Opinione inserita da piccicuia    21 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

FRANCESCA : X = IAN NOBLE : CHRISTIAN GREY

Ragazze individuate chi è la X!

Bando agli scherzi, non sopporto quando la gente copia!
A partire dai compiti a scuola, ovviamente.
Preferisco consegnarlo in bianco che scrivere qualcosa che non mi appartiene... Per cui, a mio modesto parere la scrittrice qui ha deliberatamente copiato la trama di altri libri. Primo fra tutti: cinquanta sfumature!
Ok, ieri eravamo deboli e indifese. E per questo andavamo alla ricerca di un principe in grado di salvarci.
Ok, oggi i tempi sono cambiati. E loro con noi donne.
Ok, abbiamo acquistato forza, potenza, abilità che prima restavano nascoste. Ma che succede? Ora che siamo in grado di attaccare, vogliamo un principe delle tenebre?

La storia non mi piace. A partire dal loro primo incontro: lei imbarazzata circondata da una serie di sconosciuti, lui che la individua e... ATTE BONU DIU (si direbbe nel mio paese). In poche parole: AMEN.
Non mi piace neanche lo stile volgare che utilizza l'autrice nei loro rapporti sessuali.
E tanto meno il fatto che l'attrazione che irradiano i due è talmente forte quanto irreale. (O forse, solo a me non capita mai!)
Inoltre ci sono gli inquilini di lei: il suo migliore amico gay (Tanto per cambiare) e due ragazzi perennemente derisori e eccitati. Ooooook, lei vive con tre ragazzi e allora?
Deve per forza essere ritenuta "esperta"?
Così esperta che ci si dimentica dei propri buoni principi?
E per non essere ripetitiva, non vi svelerò che la giovane Francesca è talentuosa e "inesperta" quanto Anastasia Steele.
Inutile dirvi anche, che se avete letto la trilogia di cinquanta sfumature, troverete questo libro un pò banale...

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
60
Segnala questa recensione ad un moderatore

Quello che mi lega a te 2013-04-13 18:18:00 Rory91
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
Rory91 Opinione inserita da Rory91    13 Aprile, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Tutto cambia affinchè nulla cambi

Un altro romanzo nato sull'onda del soft-porno che sta travolgendo l'editoria dopo il fenomeno 50 sfumature. La trama è alquanto scontata e banale: lui Mr Noble che ha turbe psichiche (che riversa in ambito sessuale) dovute all'infanzia trascorsa a tutelare sua madre schizofrenica dagli altrui occhi indiscreti e che nel frattempo riesce a conseguire una laurea e a diventare uno degli imprenditori più ricchi d'America, lei Francesca è una ragazza squattrinata, una pittrice che naturalmente rimane ammaliata dal fascino dominatore di Ian. Lo stile è abbastanza semplice, i rapporti sessuali descritti in modo convincente a differenza delle altre descrizioni che non sono per niente dettagliate, infatti ho avuto parecchia difficoltà ad immaginarmi i due protagonisti. La scorrevolezza è sicuramente un "pregio" che manca all'archetipo 50 sfumature.
Indubbiamente i tempi sono cambiati e si sono affermati modelli di uomini completamente diversi, che hanno mandato in pensione il buon vecchio principe azzurro con il suo cavallo bianco. Si stanno diffondendo nuovi clichè come quelli dell'uomo dominatore, stanza di torture, denaro a bizzeffe e donne schiave , sottomesse il cui unico fine è quello di soddisfare il loro uomo. Mi chiedo : si tratta davvero di un nuovo clichè o in realtà nulla è cambiato? Per me è buona la seconda! L'uomo è sempre stato il sesso forte e la donna serva in quanto (biblicamente) nata dalla sua costola... forse è davvero il caso di invertire i ruoli...mi piacerebbe leggere un libro in cui sia finalmente lei a prendere le "redini"del gioco a suon di sculacciate, tintinni di manette e mugoli di sofferenza. Aveva ragione Visconti... nel suo Gattopardo si diceva "tutto cambia affinchè nulla cambi". Amara verità.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Trovi utile questa opinione? 
101
Segnala questa recensione ad un moderatore
Quello che mi lega a te 2013-04-04 15:26:21 Rosie
Voto medio 
 
2.5
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
2.0
Rosie Opinione inserita da Rosie    04 Aprile, 2013
  -   Guarda tutte le mie opinioni

Monotonia

Non riesco a capire perche' delle donne con una proprieta' linguistica appropriata debbano per forza usare terminologie tipo "fica bagnata, scopare e chi piu' ne ha piu' ne metta". E' squallido e volgare e la cosa che stupisce e' che sia proprio una donna a scriverle! parto dal presupposto che ho amato 50 sfumature perche' affrontava diversi temi senza cadere nell'osceno... ma non se ne puo' piu tutti i libri con la stessa trama, un uomo ricco e potente che domina, una donna con una spiccata facilita' nel togliersi i vestiti senza conoscere l'uomo che si ha di fronte... ok va bene l'attrazione ma cosi' e' troppo! stancante... vorrei leggere di un comune elettricista che si innamora di una ragazza comune... e' impossibile immedesimarsi nella lettura, tutti i protagonisti sono super bellissimi ma su dai siamo un po' realistici.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Redazione QLibri
 
3.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)

Altri contenuti interessanti di QLibri