Dettagli Recensione

 
Vendetta di sangue
 
Vendetta di sangue 2013-02-23 15:58:44 rondinella
Voto medio 
 
2.8
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
3.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    23 Febbraio, 2013
Top 100 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Una Vendetta... senza sale!

Accattivante. Insapore. Entusiasmante. Piuttosto vuoto.
Non sono impazzita, no. E' semplicemente la mia opinione.

Hector Cross ha tutto ciò che un uomo può desiderare: una bella moglie, un buon amico e tanti soldi. Troppi soldi. Il Dio denaro è impietoso, e spesso colpisce i suoi seguaci con dure azioni.
Hector Cross è un uomo tutto d'un pezzo: sua moglie rimane vittima di un assassinio e lui desidera vendetta. Superba vendetta.
Chi ha ucciso la sua adorata Hazel? I soldi sono l'unico motivo? Cosa si cela dietro il potentissimo impero della Bannock Oil?
Se volete scoprirlo, prendete questo voluminoso tomo ed immergetevi nella lettura.

Un'immersione completa, intanto. Già dall'inizio si viene catturati completamente, tant'è che è difficile straccarsi, le pagine volano via senza problemi, fluide; lo stile non ha nulla di complesso, perfettamente aderente al genere, ottimo collante dei nostri occhi che scorrono agilmente tra le righe.
Wilbur Smith non vi risparmierà nulla: descrizioni crude o più dettagliate, ma il tutto in modo da non annoiare mai. D'altronde, un romanzo d'avventura deve invogliare il lettore a proseguire dotandosi di tanta suspance, e lui ci è magistralmente riuscito, non vedrete l'ora di terminare.
La narrazione prosegue incalzante, senza intoppi o punti morti, vivida e coinvolgente.

E a questo punto vi domanderete: perché un giudizio così basso?
In breve: Vendetta di sangue è un libro pieno di contenuti, ma contenuti 'vuoti'.
Come ho già detto si fa leggere con piacere, è denso di azione, colpi di scena, vicende inaspettate, turpi passioni e tanto altro... il lettore non fa fatica ad immaginare il tutto, le scene scorrono intense nella sua mente. Ma sotto, poi, non c'è nulla.
Vuoto: personaggi 'meccanici', davvero non ho provato alcuna simpatia per loro, soprattutto per i cosiddetti 'buoni', mi sono sembrati troppo abbozzati, senza quel soffio dell'anima capace di renderli 'umani'. Capisco che da un romanzo d'avventura non si pretendono abissi psicologici, ma questa 'carenza' si riflette anche su tutti gli svolgimenti principali del romanzo levandogli emotività e veridicità.
Ne risulta un'atmosfera generale fredda, troppo distaccata, di 'superficie',o almeno così a me è sembrato.

In conclusione direi che è una lettura che consiglio se amate il genere, se non avete aspettative letterarie; nonostante la mole infatti si legge in fretta, è un libro leggero che alla fine dà anche soddisfazione e fa sentire 'pieni'. Sazia per bene, anche se ad un'analisi più attenta è abbastanza 'insipido'. E povero di nutrienti.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
  • no
Consigliato a chi ha letto...
Lettura adatta a tutti, ma senza troppe pretese
Trovi utile questa opinione? 
280
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

9 risultati - visualizzati 1 - 9
Ordina 

23 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Ma che fine avrà fatto lo Smith dei "fuochi dell'Ira" e del ciclo egizio dei "Il Dio del fiume", e "Il settimo papiro", io adolescente l'amavo, ma oggi non riesco più ad affrontarlo, sarò cambiato io, o da quanto s'evince dalla tua recensione forse sarà cambiato lui...
In risposta ad un precedente commento
rondinella
23 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
@valeg, non ho mi letto nulla di Smith anche se sono abbastanza avvezza ai romanzi d'avventura, perciò mi sono dedicata a lui. Vorrei poter dire che mi ha pienamente soddisfatto, ma non è così... e il punto è che non sono solo io a pensarlo (vedere rece su ibs...).
Forse è l'età... non mi pare più giovanissimo...

23 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Io ho letto da qualche parte una volta che i suoi romanzi è una decina d'anni che non li scrive più lui... , insomma, uno che ha venduto un centinaio di milioni di libri, potrebbe scrivere solo se ispirato...misteri della fede...
In risposta ad un precedente commento
rondinella
23 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
spero che gli altri lettori non rimarranno delusi...
Bella recensione
Ho amato moltissimo Wilbur Smith anche se una velata vena sadica é sempre stata presente in tutti i suoi piú bei romanzi; sará l'etá, ma il suo sadismo non é piú velato ma ormai conclamato e, oserei dire, giunto ad uno stadio terminale. Non leggeró mai piú niente di Smith anche se alcuni romanzi come " I fuochi dell'ira" oppure
" La spiaggia infuocata" sono i libri che piú di altri mi hanno regalato emozioni.
In risposta ad un precedente commento
rondinella
30 Aprile, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bah... questo è stato il suo unico libro che ho letto... ma si sa, l'età fa brutti scherzi...dalla fama direi che ormai la gloria letteraria l'ha già ottenuta, potrebbe pure riposare ^.^
Io l'ho abbandonato a metà. Non mi è piaciuto molto ad essere sincero.
Magari un giorno... lo rivedrò.
Voi me lo consigliate?

12 Gennaio, 2014
Segnala questo commento ad un moderatore
Decisamente meglio il primo "La legge del deserto"... personaggi stereotipati e fumettistici, senza quell'anima che ti fa coinvolgere e che invece era presente nel primo capitolo... si fa leggere, non annoia, ma è come se andasse tutto troppo in fretta: la trama, la vendetta, la presunta evoluzione del protagonista nel superamento del suo dramma... che così finisce per suonare falsa e non più in linea con quell'Hector che avevo amato nel romanzo precedente.
9 risultati - visualizzati 1 - 9

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io sono il castigo
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Eredità
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il senso della mia vita
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Primavera
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Ohio
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La selva degli impiccati
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La locanda del Gatto nero
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Come un respiro
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Predatori e prede
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
La pista. La prima indagine di Selma Falck
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lo scarafaggio
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Se scorre il sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri