Dettagli Recensione

 
1984 di George Orwell
 
1984 di George Orwell 2011-12-18 18:02:15 Sydbar
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
Sydbar Opinione inserita da Sydbar    18 Dicembre, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

1984

Un libro che se non fosse per il titolo potrebbe essere riadattato tranquillamente ai giorni nostri, forse azzardando posso anche permettermi che si possa riadattare a qualsiasi periodo storico, si perchè l'anno, il 1984, è una mera formalità.
Lo stile di Orwell è diretto, senza similitudini, ogni capitolo ti colpisce alla bocca dello stomaco fiaccandoti il respiro, anche perchè i contenuti sono così reali ed attuali, tanto da farci chiedere, siamo sicuri che sia un libro di fantascienza o trattasi di un saggio di sociologia contemporanea???
La domanda non è poi così retorica e la risposta non è poi così banale.
Quest'opera è davvero un saggio sulla comunicazione, sul marketing, sull'annullamento di volontà, sì ed è così attuale perchè oggi siete tutti sicuri di avere una coscienza libera da inibizioni e soprattutto che la vostra volontà non sia la volontà pilotata da qualcun altro???
E quanti possono permettersi di dire che sin dalla notte dei tempi non ci sia stato un sistema oligarchico a governare i popoli, promettendo una vita migliore per poi annullarne la volontà degli individui e di gruppi di essi per plasmarla alla vera volontà dominante??? Nel libro Orwell fa riferimento ai due grandi sistemi che hanno annullato l'individuo, nazista e sovietico, soppiantati da un sistema di governo che allo stesso modo promette libertà e felicità al prezzo dell'annullamento di volontà.
Aprirò un universo di dibattiti su questo tema ma non mi spaventa, è il mio lavoro affrontare problemi e cercare di risolverli.
Alla piacevolezza non assegno il massimo dei voti solo perchè, per uno come me, non c'è possibilità di trovare il massimo del piacere da una lettura che seppur eccellente ed attuale non mi garantisce futuri rosei.
Questo è il libro del Grande Fratello, purtroppo il reality televisivo a cui ci rimanda da una decina d'anni non è neanche lontanamente vicino alla REALTA' invisibile ma esistente, narrata nell'opera.
Si rimanda anche ad un'altra opera, 1Q84 di Murakami, leggetelo e capirete il perchè.
Buona lettura a tutti.
Syd

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
1Q84 e viceversa
Trovi utile questa opinione? 
260
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

18 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2
Ordina 
kobe
18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella recensione Syd! Questo romanzo lo dovrebbero far leggere a scuola!
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie Tommaso, lo penso anche io, però mi chiedo, leggendolo potremmo capire che le cose forse non sono come ci sembrano ma sono come ci vengono "proposte" e salterebbe l'arcano...

18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Ottimo commento Syd! ;-)
In risposta ad un precedente commento
Sydbar
18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a te Amalia
In risposta ad un precedente commento

18 Dicembre, 2011
Ultimo aggiornamento:
18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Riguardo al farlo leggere, direi più che altro che andrebbe riletto. Leggerlo da ragazzi, quando si hanno 16 anni, non consente di contestualizzarlo tanto quanto si dovrebbe. Prima o poi lo rileggo.
In risposta ad un precedente commento

18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Tra l'altro, leggerlo è un must, no? ;-)
Gran bella recensione...ammetto (un pò imbarazzata)di non averlo mai letto ma le tue parole mi spingono a iniziarlo!Complimenti!
In risposta ad un precedente commento
gio gio 2
18 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
a me è venuta voglia di rileggerlo;)


grande Syd, ottimo commento!!!
Bella Syd, un paio di osservazioni per ciò che ai tempi (avevo 16 anni... 28 years ago...)mi diede il libro e ancor oggi mi porto dietro (il famoso bagaglio...): l'irrinuciabilità della libertà dello spirito critico, toglitetemi tutto ma non quello, ! E la speranza che, con la difesa verso tutti i tentativi di omologazione, il mio futuro DOVRA' essere roseo, perchè questo la mia persona comunicherà ai miei amici, ai miei figli, a tutto quanti incontrerò.
Ho un vago ricordo di questo libro.....una lettura scolastica obbligatoria di troppi anni fa....forse troppo giovane per capire il significato...dovrei rileggerlo?!
Complimenti ciao
18 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Léon
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Per niente al mondo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il codice dell'illusionista
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La gita in barchetta
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il grembo paterno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un matrimonio non premeditato
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La felicità del lupo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.5 (2)
Billy Summers
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Smarrimento
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Galatea
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Angeli per i Bastardi di Pizzofalcone
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)
Inchiostro simpatico
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri