Dettagli Recensione

 
1984 di George Orwell
 
1984 di George Orwell 2013-02-04 09:58:36 C.U.B.
Voto medio 
 
4.5
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    04 Febbraio, 2013
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

TU NON ESISTI

LA GUERRA E'PACE
LA LIBERTA' E' SCHIAVITU'
L'IGNORANZA E' FORZA

Scritto nel 1949, in una sorta di futuro postapocalittico, il mondo e' suddiviso in tre macroaree : Oceania, Eurasia ed Estasia.
Lo stato di guerra e' perenne e la narrazione e' nella mani di Winston Smith, membro del Partito Esterno, una via di mezzo tra i fedelissimi e privilegiati membri del Partito Interno ed i Prolet, ossia la massa cenciosa della popolazione.
La scala gerarchica e' tanto semplice quanto netta: Il Potere Assoluto nelle mani del Grande Fratello, ossia l'estrema incarnazione del Potere e quindi del Partito. Una Londra lurida, affamata e grigia di cenere ove sono ammassati in palazzotti cadenti i funzionari del partito, in squallide abitazioni controllate da teleschermi e microfoni. Nessuno e' mai solo, il controllo e' assoluto.
Niente sentimenti, vietato amare, la famiglia serve per generare giovani e perfide piccole spie, la sessualita' un atto meccanico, il cibo sbobba insapore, la lingua in via di sostituzione con un nuovo vocabolario che riduce drasticamente le sfumature della parola.

Questo libro e' tremendamente forte, estremamente arduo da affronatre.
Non a livello stilistico, Orwell scrive bene, incuriosisce, irretisce. Io mi sto riferendo al contenuto, ad un frangente politico e sociale in cui l'unico scopo esplicito e' l'annullamento totale dell'IO ed il plagio della mente umana.
Non solo carcere, non solo lavori forzati, non solo terribili torture fisiche, ma addiruttura la manipolazione dell'uomo al suo interno, la sua coscienza, i suoi sentimenti, i suoi ricordi.
Nemmeno il passato esiste, il passato viene scelto nel presente e sostituito senza lasciare traccia , l'agghiacciante convalida di tutto questo lavoro e' nel cosiddetto "bipensiero" ossia non solo accettare la negazione di un passato che abbiamo conosciuto ma credere fermamente Nella nuova versione.
Annullare la propria memoria , azzerare la propria intelligenza, meccanicamente imprimersi il nuovo imput ritenendolo reale.

E' un romanzo che da anni ho in casa , che rileggerei , ma che sono felice di avere terminato, Orwell magistralmente trasmette una pressione fisica e psicologica che non avrei sopportato ancora a lungo.
Chiudo il libro, penso sia finita, era fantascienza, datemi un pezzo di pane bianco, un vasetto di marmellata, della biancheria pulita, il canto di un uccellino, dei versi di Shakespeare.
Non mi hanno levato la memoria ne' tantomeno l'intelletto, allora ci penso e concludo : non e' fantascienza.
Questo libro e' il passato, questo libro e' il presente. E dubito il futuro perda il vizio.

Impegnativo, riflessivo, destabilizzante, da leggere.
Buona lettura, forza e coraggio.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
300
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

21 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2 3
Ordina 
gracy
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Bel "bipensiero" :))
Bellissima recensione. "Non mi hanno levato la memoria ne' tantomeno l'intelletto"...
Ma attenzione, qualcuno vuole di nuovo togliere l'IMU :-D
In risposta ad un precedente commento
Speachless
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
bella recensione complimenti :)
Bella recensione CUB. Orwell è uno di quei giganti che mi ha cambiato la vita: penso che abbia intuito il lato più oscuro della socialità umana. Proprio in questo periodo sto scrivendo la sua biografia (breve, divulgativa, narrativa): anche la sua storia personale è un capolavoro, che finisce tragicamente.

04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Brava! Era già in lista, ma con questa tua recensione scala 2 posti, in fondo in questo bel periodo abbiamo bisogno di un po' di sano ottimismo.
In risposta ad un precedente commento
petra
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Analisi profonda e dettagliata di un libro importante... incredibile la capacità di Orwell di precorrere i tempi...
Uh.Mi è venuta l'ansia solo a leggere la recensione O_o
In risposta ad un precedente commento
kobe
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grande CUB!! Questo libro è impegnativo ed estremo, ma (ahinoi) in linea con il presente...
Dilo
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
"Impegnativo, riflessivo, destabilizzante"....concordo!
In risposta ad un precedente commento
C.U.B.
04 Febbraio, 2013
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie a tutti !

@ Antonella, sai che non so nulla di Orwell ? Di solito vado a leggermi tutte le biografie prima, durante o dopo. In questo caso ho vissuto il libro come un'entita' a se' stante, al punto che il fatto che abbia un autore e' passato in secondo piano. (Mi sto psicoanalizzando :-)

21 risultati - visualizzati 1 - 10 1 2 3

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il detective selvaggio
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il mistero degli Inca
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Instinct
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Marie la strabica
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una perfetta bugia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La bella sconosciuta
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il confine
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il tempo dell'ipocrisia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La maledizione delle ombre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'eredità di Mrs Westaway
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Sorelle sbagliate
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri