Dettagli Recensione

 
Vox
Vox
 
Vox 2018-10-17 10:53:37 LittleDebbie
Voto medio 
 
1.8
Stile 
 
1.0
Contenuto 
 
2.0
Piacevolezza 
 
2.0
LittleDebbie Opinione inserita da LittleDebbie    17 Ottobre, 2018
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Sviluppo pessimo

Immaginate un mondo nel quale le donne non possono più parlare, non possono più dire la loro opinione. Peggio, un mondo nel quale possono farlo, ma per massimo cento parole al giorno, dopodiché, per via del braccialetto che portano obbligatoriamente al polso, se solo provano a pronunciare la centunesima parola verranno scosse elettricamente. Un incubo.
La storia si ambienta negli Stati Uniti e già nei primi capitoli scopriamo che il fenomeno per il momento è circoscritto soltanto lì.
Con questo romanzo distopico l’autrice cavalca l’onda dei temi quali il femminismo, anche se da una parte ci sono uomini conservatori, ma anche le stesse donne che puntualizzano come loro debbano essere mogli amorevoli che si occupano della casa. Questo romanzo vorrebbe far comprendere come in qualsiasi circostanza la libertà di parola sia fondamentale.
Queste idee estremiste sono stata inculcate con il tempo, come spiega Jean: «Ecco, è così che ci sono riusciti. Intrufolandosi in un corso qui e una associazione là, ovunque potessero attirare i ragazzi con la promessa di rendere più appetibili le loro candidature. È bastato». (Candidature per il college).
In Vox ciò che porta al silenzio femminile è la religione che prende sempre più piede con i suoi dogmi e regole sulla sottomissione della moglie al marito. Anche se nel romanzo è così, si può invece notare come nella nostra realtà le donne vengono etichettate dagli uomini e si cerchi comunque di farle stare in silenzio, senza che la religione imponga niente.
Sebbene l’idea di questo romanzo sia molto buona, lo sviluppo non lo è altrettanto. Si parla tanto di questo libro per la trama distopica di cui è composto, ma l’autrice non è riuscita a trattare bene il tema prefisso. Si parte bene e si prosegue in maniera confusionaria senza che il lettore riesca a comprendere cosa stia accadendo.
Il romanzo è scritto in prima persona, quindi ci si aspetta una certa introspezione che invece manca. I personaggi non sono minimamente approfonditi e molti concetti vengono ripetuti sino alla nausea ancora ed ancora, risultando davvero ripetitivo.
Con l’andare avanti dei capitoli il romanzo prende una piega con più azione che purtroppo è molto caotica, spesso non si capisce cosa stia effettivamente accadendo.
Il finale è molto veloce e poco sviluppato – come tutto il libro – lasciando il momento clou fuori campo. Anche in questo caso il lettore si chiederà cosa sia davvero accaduto.
Questo è uno di quei romanzi che avrebbe potuto dare tantissimo, ma, forse per la fretta di pubblicarlo, è soltanto un’accozzaglia di frasi e avvenimenti buttati lì alla rinfusa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
L'ho richiesto qualche giorno fa in biblioteca. Ahi, ahi, ahi. Prevedo una lettura che difficilmente mi piacerà, siete già in diversi ad averlo bocciato.
Rollo Tommasi
20 Ottobre, 2018
Ultimo aggiornamento:
20 Ottobre, 2018
Segnala questo commento ad un moderatore
Bella recensione... anche se l'idea di partenza del libro non mi sembra né buona né originale (a questo punto l'unica motivazione che potrebbe spingermi a leggerlo sarebbe quella di verificare come l'idea stessa sia stata contestualizzata in ambientazione distopica).
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli affamati e i sazi
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Pietro e Paolo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Macchine come me
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il silenzio delle ragazze
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Il grande romanzo dei Vangeli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Un dolore così dolce
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Dodici rose a Settembre
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La ragazza che doveva morire. Millennium 6
Valutazione Utenti
 
2.8 (2)
The chain
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
La parata
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri