Dettagli Recensione

 
Shadowhunters. Le origini. La principessa
 
Shadowhunters. Le origini. La principessa 2015-02-24 10:18:02 JuliettaFlabber
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
JuliettaFlabber Opinione inserita da JuliettaFlabber    24 Febbraio, 2015
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

TUTTO CIO' CHE E' MORTALE PASSA

Questa non potrà essere una recensione come tutte le altre, non credo di riuscirmi a concentrare nell’analisi della struttura del testo o della narrazione. Piuttosto vorrei mettere nero su bianco il groviglio di emozioni che mi bloccano la digestione (in senso buono naturalmente…).
Ho finito il libro da almeno due giorni e ancora non riesco ad abbandonarlo.. ho riletto alcuni capitoli e sottolineato i passaggi per me più significativi.
Tessa, Jem e Will mi hanno fatto desiderare di essere una di loro. Di poter vivere le loro emozioni e di poterli aiutare nella guerra contro gli automi di Mortimer.
Il loro triangolo amoroso non è viscido o provocatorio, loro si amano reciprocamente. Perché l’amore è un sentimento complesso, che vive, e che troppo spesso viene stereotipato. Ma non è questo il caso.. Jem farebbe qualsiasi cosa per Will e viceversa. Se fosse per loro Tessa probabilmente resterebbe “zitella” a vita proprio per il rispetto che l’uno prova nei confronti dell’altro. Poi c’è la famiglia, un’altro argomento che la Clare ha trattato con disinvoltura ma toccandomi nel profondo. Mi ha insegnato che non sempre gli errori dei famigliari sono da giustificare, piuttosto dovremmo essere coraggiosi e combatterli, così da essere persone migliori.

--Quando facciamo delle scelte – perché ogni scelta è diversa da quelle che la precedono – dobbiamo esaminare non solo le ragioni che ci inducono a prenderle, ma anche le conseguenze che avranno e se delle brave persone saranno danneggiate dalle nostre decisioni.--

Ogni pagina di questo libro è stata una scoperta… Tutto “il film” che ero riuscita a costruirmi nel cervello durante la lettura dei libri precedenti è stato “bruciato”. Ad ogni pagina un tassello del TETRIS si andava ad incastrare perfettamente con quello precedente e poi con quello successivo, mentre in me si mescolavano le emozioni.. Alcuni personaggi come Jessamine e Gabriel mi hanno sbalordito ma tutti (e davvero tutti) sono stati fantastici. I loro ruoli erano perfetti. Disegnati con cura e personalità.

Ad appena 30 pagine dal gran finale ho dovuto chiudere il libro perché non riuscivo a smettere di piangere. Sono uscita, ho fatto una passeggiata, ho analizzato i miei sentimenti e ciò che il libro mi voleva trasmettere. Così dopo un paio d’ore all’aria fredda ho ripreso la lettura, ma con nuove consapevolezze!
Perché le lacrime che ho versato non erano lacrime “tristi”, ma lacrime di “consapevolezza”:
Lacrime di consapevolezza.. perché la Clare in questo racconto mi ha voluto rendere consapevole della verità e della bellezza, che circonda non solo il mondo degli Shadowhunters ma anche il nostro.
Molto spesso non riflettiamo sulle cose semplici, che ci circondano ogni giorno. Riflettiamo piuttosto sulle cose difficili, quelle che potrebbero sconvolgere la nostra routine senza riflettere sul fatto che: sono proprio le cose semplici, quelle di base, che dovrebbero essere apprezzate. Perché sono quelle che ci rappresentano e ci distinguono per ciò che siamo, per noi stessi e per chi ci vuole bene.

Immagino che come per ogni lettura non sia arrivato a tutti lo stesso messaggio e forse a nessuno sarà arrivato il messaggio che è arrivato a me. Ma fossi in voi interromperei qualsiasi lettura per dedicarvi a questa trilogia che ha creato e allo stesso tempo riempito vuoti enormi dentro di me, volando (letteralmente) al primo posto tra i miei libri preferiti!!!

--Noi vediamo il nostro io migliore negli occhi di coloro che ci amano..--

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
40
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2
Ordina 
Ciao Giulia. Mi piace il tuo modo di 'vivere' la letteratura. Ti riporto una frase tratta da un libro di Marai: "...anche riguardo alla lettura, (...) riesci ad avere davvero qualcosa dai libri solo se sei capace di mettere qualcosa di tuo in ciò che stai leggendo".
In risposta ad un precedente commento
JuliettaFlabber
24 Febbraio, 2015
Segnala questo commento ad un moderatore
Grazie mille per il pensiero! Lo apprezzo tantissimo..
Spesso durante la lettura di un bel libro esagero, mi capita di confondere la realtà del libro con quella che è realmente. Ma è bello così! :-D
2 risultati - visualizzati 1 - 2

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La vita bugiarda degli adulti
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
La misura del tempo
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il colibrì
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
La seconda porta
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Lungo petalo di mare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il ciarlatano
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
I cani di strada non ballano
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spia corre sul campo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Questione di Costanza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Tutti i miei errori
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
L'ultima intervista
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Bianco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri