Dettagli Recensione

 
Alpinismo classico nell'isola di Capri
 
Alpinismo classico nell'isola di Capri 2013-05-30 18:17:49 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    30 Mag, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Rocciatori a Capri

Capri è un'isola che mai finirà di stupirvi, in questo libro l'Isola Azzurra diventa "Montagna" d'attaccare, da conquistare e l'arrivo in vetta dopo la tenace ricerca della via, rinunciando ai chiodi a pressione, scegliendo il purismo nella tecnica alpinistica dona agli eroici scalatori un aeropoema di emozioni verticali. Si cominciò negli anni '30, ad ascendere il "sentiero sassoso che prende quota senza tornanti, dritto e spietato come una via Crucis" dice in una poesia uno degli scalatori più appassionati, il poeta e pittore futurista Emilio Buccafusca. Il Monte Solaro,
il Monte Santa Maria , il Faragliore di Terra,il Faraglione di Mezzo e quello di Mare che Vigilio chiamava Scopolo,l'Arco Naturale, il Salto di Tiberio si lasciarono conquistare da giovani come Francesco e Mario Castellano, Edgardo Hutter,Pasquale Palazzo,Adolfo Ruffini,Antonio De Crescenzo,Franco Leboffe, Ernesto Seller,Imma Boccadamo,Raffaele Lombardi,Paolo Bader,Santi Aiello,Glauco Izzo,Myriam Khune,Antonio Macaro,Aldo Marra,Paolo Pagano,Mario Spada etc
Tra fiori selvaggi e profumi di menta, ancora Buccafusca, questi giovani furono i pionieri che scoprirono al Mondo l'isola verticale. Scalatori instancabili,ancora oggi la roccia caprese ne conserva le loro impronte, proprio come suggerisce Erri De Luca " rinuncio senza difficoltà alla magnesite"(...) " Tutte le vie che ho salito, compreso “Viaggio = infinito”, portano le mie impronte digitali senza polvere bianca".
Un testo ,questo di Francesco Del Franco, che racconta la storia dell'Alpinismo a Capri, offre descrizioni per esperti di tutte le ascese realizzate sull'isola dagli anni '30 ai giorni nostri, con analisi della roccia, consigli preziosi per chi volesse emulare i rocciatori. Non mancano nel testo foto e disegni dei siti studiati , le difficoltà che si possono incontrare durante le arrampicate ,la descrizioni della flora e della fauna , aneddoti, leggende locali,la toponomastica dei luoghi. Una lettura affascinante che consiglio agli amanti del climber e del trekking.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
La vita alla finestra
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri