Dettagli Recensione

 
Il tempo e la felicità
 
Il tempo e la felicità 2011-12-10 21:26:28 AndreaDm
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
AndreaDm Opinione inserita da AndreaDm    10 Dicembre, 2011
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

una piccola fantasia di grande contenuto!

Il Tempo e la felicità.
In questo testo troverete due versioni differenti di entrambi gli argomenti, una trattata da Seneca (Lucio) e l'altra da un suo amico di nome Lucilio.
Due pensieri differenti su una vastità considerevole di argomenti (sulla vita, i viaggi, la ricchezza, il potere, la felicità, il tempo, la morte e tanti altri).
In aggiunta, abbiamo quelle di De Crescenzo che elabora una sorta di parallelo moderno con una sua amica, Alessia, una studentessa universitaria che lo segue nella sua ricerca di manufatti storici.

Non è prolisso solo una novantina di pagine. Non è scorrevolissimo data la natura del testo e gli obiettivi che si prefige.
Le continue riflessioni su temi comuni, pongono il lettore in una condizione di lettura-stimolante nel comprendere qual'è la propria di versione in merito al tema trattato e di confrontarla con le altre.

E' un bel testo, una discussione tra intellettuali dove ognuno espone il proprio pensiero in modo compiuto, logico e conciso, niente giri di parole, si va dritti al punto. Queste lettere di Seneca infatti provengono da una vera e propria traduzione dal latino e reinterpretazione fatta da De Crescenzo in persona. Un'opera divulgativa ben fatta e piacevole.

Una motivazione plausibile per leggere questo testo ve la faccio dare da De Crescenzo stesso, con questa citazione di una delle lettere tradotte che secondo me rappresenta l'anima di questo network di Qlibri:

"qual'è il più operoso di tutti gli animali? Senza dubbio l'ape. E cosa fa un'ape? A detta di Virgilio, < sugge il limpido miele per poi andarlo a depositare nelle cellette del suo alveare >. Solo che, mentre per alcuni il miele è già all'interno dei fiori e l'ape si limita a trasportarlo, per altri invece, è lei, l'ape, a tramutare quello che ha succhiato in dolcissimo miele.
Non ci resta quindi che imitarla: la natura ci suggerisce di volare di autore in autore, per trarre da ciascuno di essi il meglio che ha scritto, salvo poi mutarlo con la nostra sensibilità in nuove regole di saggezza."


buona lettura!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
qualsiasi opera di De Crescenzo
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore

Commenti

4 risultati - visualizzati 1 - 4
Ordina 
Qualcosa di diverso...a Granny piace disquisire...magari mi faccio quattro chiacchere con De Crescenzo prima o poi :) Mercì Spanky...originale ;)
Bella rece !!!!
grazie della segnalazione Spank :)))
In risposta ad un precedente commento
gio gio 2
11 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
bella si,decisamente!!!
In risposta ad un precedente commento
EvaBlu
13 Dicembre, 2011
Segnala questo commento ad un moderatore
Questo me lo leggo!...c'ho il mio bel pensare in questo periodo sulla felicità!...
Bella la metafora Spank! :)
4 risultati - visualizzati 1 - 4

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Hozuki
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Quel luogo a me proibito
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tutto il sole che c'è
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Un tè a Chaverton House
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un romanzo messicano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Flora
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Quando tornerò
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
4.0 (3)
Prima persona singolare
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Tempesta madre
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Spin
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Later
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Sangue inquieto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri