Saggistica Scienze umane Questo immenso non sapere
 

Questo immenso non sapere Questo immenso non sapere

Questo immenso non sapere

Saggistica

Editore

Casa editrice

Una buona pratica preliminare di qualunque altra è la pratica della meraviglia. Esercitarsi a non sapere e a meravigliarsi. Guardarsi attorno e lasciar andare il concetto di albero, strada, casa, mare e guardare con sguardo che ignora il risaputo. Esercitare la meraviglia cura il cuore malato che ha potuto esercitare solo la paura. Questo è un libro disordinato. E l'autrice ha scelto di lasciarlo così. «Perché ogni disordine ha un suo ordine interno e misterioso. Forse è l'andatura della mente, forse quella del ricordo, forse è l'intenzione di essere volatile o l'aspirazione alla semplicità, in ogni caso è qualcosa di sfuggente che non vuole essere imbrigliato in un piano: come un animale o come un albero della foresta, non addomesticati, inutili, nel senso che non si curano di avere uno scopo, sono in vita e gli basta. Il disordine è questo essere così come si è seguendo un filo illogico di stare al mondo». Ognuno di noi nel momento in cui accetta di non sapere si apre alla meraviglia e alla infinita sperimentazione in un inesorabile avvicinamento al mondo animale e vegetale.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Questo immenso non sapere 2022-02-21 12:06:37 C.U.B.
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
C.U.B. Opinione inserita da C.U.B.    21 Febbraio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

“Ti dedico questa farfalla che si finge foglia”

Con questo bel volumetto dall’impostazione insolita e disordinata, Chandra Candiani ci propone una delicata lettura in placida rincorsa della semplicità, della serenità, dello stupore, della compassione.
Sono riflessioni, pensieri sparsi, citazioni e racconti dei saggi. È ambire al non sapere, inteso come l’apertura a un orizzonte sconosciuto da accogliere a braccia aperte.
Passeggiare nel presente nutrendosi della meraviglia di ogni piccola cosa bella che incontriamo sul nostro sentiero, assorbire l’energia e la tenacità della natura che si riproduce ogni stagione, nonostante gli attentati perpetrati dall’uomo a suo discapito.
Sono storie di animali e alberi, di rami e pettirossi, di una donna impaurita. È l’intersecarsi di specie diverse che anelano alla convivenza, invece che alla prevaricazione.
Sono conversazioni tra muti che sorridono, il rassicurante stringersi di creature prive di braccia.

Piccolo libro intenso da accarezzare lentamente, entrare in sintonia coi pensieri dell’autrice è come l’alba dopo una lunga notte buia. Ho palpato l’oscurità affondandoci le dita, ho temuto di non capirlo, di non apprezzarlo. Ho temuto di non sapere.
Poi è sorto il sole, e con lui la luce, in questo immenso non sapere da accogliere come un amico.
“Ti dedico questo merlo che prova la voce arrugginita dalla pioggia”.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A proposito del senso della vita
Vietato scrivere
L'amore sempre
Homo Deus
Eros il dolceamaro
Quando i figli crescono e i genitori invecchiano
Questo immenso non sapere
Un mondo sbagliato
Il metodo scandinavo per vivere felici
Storia dell'eternità
Basta dirlo
Contro il sacrificio
Il corpo elettrico
Il grido di Giobbe
Verso un sapere dell'anima
Le leggi delle mappe mentali