Saggistica Salute e Benessere Storia della castità
 

Storia della castità Storia della castità

Storia della castità

Saggistica

Editore

Casa editrice

In un mondo che sembra aver smarrito ogni equilibrio riguardo al valore della sessualità, e in cui i media ricorrono con sempre maggior frequenza a immagini di contenuto esplicitamente erotico, la castità rischia di essere ridotta alla triste e indesiderabile conseguenza di una condizione "innaturale", come la reclusione in carcere o in convento, o di uno stato patologico. Eppure, per almeno tremila anni e fino a poco tempo fa, è stata, soprattutto per le donne, il frutto di una scelta consapevole per poter esercitare un controllo sul proprio corpo e sul proprio destino, sottraendosi alle inflessibili norme della società patriarcale che le condannava all'unico ruolo di mogli e madri. In "Storia della castità" Elizabeth Abbott affronta questo tema considerandolo non una questione etica o filosofica, ma un fenomeno storico-sociale che si è manifestato in tutte le culture e in numerose varianti. Così, dalle esperienze di mistici cristiani come santa Caterina da Siena, di sacerdoti inca e di saggi indù, si passa alle sfide all'ordine costituito lanciate da Giovanna d'Arco (che rinunciò a ogni aspetto della femminilità in cambio di una vita da guerriero) ed Elisabetta I (che, a dispetto delle pressioni della corte, volle rimanere nubile e vergine), per arrivare ai giorni nostri, in cui si decide di essere casti per timore dell'AIDS (emblematico il caso del campione di basket "Magic" Johnson il quale, dichiaratosi pubblicamente sieropositivo, affermò che "il sesso più sicuro è quello che non si fa") o, all'interno del rapporto di coppia, come antidoto a ogni forma di possessività e gelosia. Pur riservando al mondo femminile uno sguardo privilegiato, l'autrice dedica ampio spazio anche a tutte le categorie di uomini che hanno praticato la castità liberamente - per esempio i Padri del Deserto e gli atleti greci - o perché costretti, talvolta con metodi brutali, dalla mentalità e dagli usi del loro tempo, come gli eunuchi bizantini o i castrati dell'opera lirica. La castità dunque, sostiene la Abbott, non è in sé né un valore né un disvalore, ma in tutte le epoche e le circostanze ha presentato il duplice e ambivalente aspetto di rinuncia intenzionale o privazione subita, di mezzo d'emancipazione o strumento di coercizione. Lo dimostra ai giorni nostri la scelta di alcuni giovani di astenersi dai rapporti sessuali come prova di "vero amore" e, nel contempo, la sopravvivenza in diversi paesi di pratiche barbare, quali l'infibulazione, che reprimono la sessualità delle donne.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Storia della castità 2009-12-15 22:26:36 Lettore entusiasta
Voto medio 
 
4.4
Stile 
 
3.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
5.0
Opinione inserita da Lettore entusiasta    16 Dicembre, 2009

Elizabeth Abbott: STORIA DELLA CASTITA'

Un libro che calza a pennello contro l'ipocrisia e la doppiezza di moltissimi nei confronti della sessualità. Da non perdersi assolutamente - e ciò è rivolto ai cattolici - la trasmissione della colpa primigenia, altrimenti detta "peccato originale" secondo il padre della Chiesa S. Agostino (pag. 206). Favoloso!

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
...eclusivamente opere di morale e di etica sessuale limitativa!
Trovi utile questa opinione? 
00
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Troppo freddo per Settembre
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Fu sera e fu mattina
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Pimpernel. Una storia d'amore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita è un romanzo
Valutazione Utenti
 
2.3 (1)
Come foglie di tè
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Annette e la signora bionda e altri racconti
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il metodo del dottor Fonseca
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il dono di Antonia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Quello che manca
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una Cadillac rosso fuoco
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Riccardino
Valutazione Utenti
 
4.7 (5)
La linea del sangue
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri