Saggistica Scienze umane Gramsci per la scuola. Conoscere è vivere
 

Gramsci per la scuola. Conoscere è vivere Gramsci per la scuola. Conoscere è vivere

Gramsci per la scuola. Conoscere è vivere

La scuola, l'acquisizione della conoscenza, l'importanza della cultura: questi sono per Gramsci i temi che costituiscono l'essenza stessa della politica. Ne ha scritto moltissimo, ma questo inestimabile patrimonio di idee è andato disperso: strumentalizzato e spesso cancellato. Così come è stata cancellata la sua critica radicale all'ideologia religiosa, responsabile di aver condizionato la formazione degli italiani. D volume si pone l'obiettivo di recuperare l'organicità originaria del pensiero gramsciano, mostrandone la sua straordinaria attualità. Gramsci dice ai politici che hanno bisogno di cultura, agli intellettuali che devono essere politici, a tutti, come lui fa per l'intero arco della sua vita, che devono studiare e cercare, sempre. Contro la confusione, l'estemporaneità e l'indefinitezza delle ultime proposte per la scuola, scoprire e leggere Gramsci significa incontrare un pensiero non scisso tra teoria e prassi, potentemente coerente e contraddistinto da un interesse profondo per l'essere umano. Recuperare e restituire le idee di Gramsci sulla conoscenza che è vita, sulla storia degli esseri umani che è sempre progresso, sul sapere che non è mai facile, significa opporsi alla rassegnazione e all'idea della impossibilità di un cambiamento.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
5.0  (1)
Approfondimento 
 
5.0  (1)
Piacevolezza 
 
5.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Gramsci per la scuola. Conoscere è vivere 2018-08-26 17:49:05 siti
Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
siti Opinione inserita da siti    26 Agosto, 2018
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

IL SAPERE NON È MAI FACILE


Saggio di recente pubblicazione (giugno 2018) scritto a quattro mani, da Giuseppe Benedetti, docente e studioso di didattica della lingua, e da Donatella Coccoli, giornalista specializzata nel mondo della scuola. Ben suddiviso in dieci chiari capitoli, ha il pregio di enucleare il pensiero gramsciano secondo un sotteso criterio cronologico- la data dei singoli scritti- riunendo in macro concetti gli innumerevoli interventi che hanno caratterizzato la produzione del grande pensatore nelle diverse tappe, alcune molto drammatiche, della sua esistenza. Una produzione che si sa essere estremamente frammentaria e a tratti apparentemente ripetitiva ma che, riportata scrupolosamente al contesto culturale e individuale che la ha originata, vive sempre di una sua rinnovata originalità. Il pensiero gramsciano infatti stupisce precipuamente per questa marca di originalità e di contemporaneità, dunque per il forte carattere anticipatorio rispetto ai tempi coevi o meglio per lo spessore intellettuale che trascende le epoche e i luoghi, rendendosi valido in ogni dove, universale appunto. E questo a dispetto del fatto storico attribuibile alla sua personalità: il suo pensiero è stato letto, interpretato, condannato, strumentalizzato a fini politici, come quello di nessun altro pensatore. L’intellettuale non è stato scisso dal partito e dalla sua ideologia benché, a una lettura attenta dei suoi interventi (si rimanda al lavoro di Gerratana sui Quaderni), sia invece chiara la sua estrema indipendenza intellettuale. Viene giustamente ricordato anche il contributo di Giuseppe Fiori che primo nella sua Vita di Gramsci osò scindere quel connubio Gramsci-Togliatti così comodo, così intoccabile. In realtà tutto il saggio è basato su uno scrupolo storico e filologico che lo rende un ottimo testo propedeutico alla conoscenza del pensatore sardo, riporta infatti ampie citazioni degli scritti gramsciani e si nutre di un’eccezionale bibliografia, puntualmente citata a piè di pagina, in modo molto comodo, e nella nota bibliografica finale. L’obiettivo del saggio appare dunque quello di riscattare appieno il pensiero gramsciano cogliendo puntualmente tutti i nuclei teorici che oggi dovrebbero essere studiati a scuola per la scuola, da docenti e da discenti, insieme. La conoscenza di questo originale, innovativo e sempre valido pensiero fungerebbe così da spunto per invertire la marcia all’interno del sistema scuola riappropriandosi contemporaneamente della sua duplice funzione, quella educativa e quella istruttiva, mai scindibile. E oggi, a ben guardare, le derive più imminenti sono proprio quelle riconducibili all’educazione e alla conoscenza. Ci vuole Cultura per far rivivere la scuola. Senza sapere, senza comprensione, senza teoria e prassi, senza crescita, senza sapere disinteressato, senza umanesimo, senza disciplina, senza una classe politica di cultura, senza pensiero critico, senza creatività, senza storia, senza la difficoltà di imparare MA DOV’È CHE VOGLIAMO ARRIVARE? Buona lettura. Salutare. Indispensabile, corroborante.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

La disciplina di Penelope
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Luce della notte
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Basta un caffè per essere felici
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ultima scena
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'ombrello dell'imperatore
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Cercando il mio nome
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Un cuore sleale
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il tempo della clemenza
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Io sono l'abisso
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (3)
Quaranta giorni
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Abbandonare un gatto
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
L'uomo dello specchio
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri