Saggistica Scienze umane La famiglia adolescente
 

La famiglia adolescente La famiglia adolescente

La famiglia adolescente

Saggistica

Editore

Casa editrice

Genitori che faticano a diventare adulti, figli che faticano a crescere. E la famiglia adolescente. Nessuno vuole emanciparsi, nessuno sembra volerlo davvero, perché la famiglia adolescente ha natura vischiosa e il distacco è molto più complesso che nel passato. Si mangia tutti assieme, insieme si guarda la tv. I nostri figli ci seguono quando viaggiamo, quando si va fuori con gli amici. Discutiamo di fronte a loro di quasi ogni argomento e, talvolta, li coinvolgiamo nei nostri contrasti coniugali. Condividiamo con loro i modi di vestire, i gusti, i comportamenti. Li difendiamo con i professori, parliamo con loro delle prime esperienze amorose e sessuali. A prima vista sembra una condizione ideale. Ma siamo proprio sicuri che sia così? Uno dei più importanti psicanalisti italiani racconta i nuovi rapporti tra genitori e figli.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuti 
 
4.0  (1)
Approfondimento 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
La famiglia adolescente 2016-06-25 02:57:49 68
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuti 
 
4.0
Approfondimento 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
68 Opinione inserita da 68    25 Giugno, 2016
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Genitorialita' discreta e consapevole.

Massimo Ammaniti, psicoterapeuta di fama, affronta il tema della famiglia e del complesso percorso formativo, pedagogico ed evolutivo che la riguarda, analizzando aspetti e complessita' genitoriali e proiezione affettivo-educativa figliale.
Due i termini chiave, indispensabili per un percorso intra-famigliare costruttivo e collaborativo: " discrezione " e " consapevolezza ".
Discrezione come modus vivendi, l' addentrarsi con garbo nella intricata e complessa quotidianità' dei propri figli, rimanendone comunque guida autorevole, rispettandone il desiderio di autonomia, la libertà' espressiva, ascoltandoli ed invitandoli ad interagire con i coetanei, senza ergersi a giudici inflessibili ed autoritari, ponendo al contempo regole chiare e precise.
La consapevolezza riguarda la conoscenza di se', la chiarezza di ruolo e di azione, il delineare un preciso quadro famigliare, illuminato, sgombro da arrivismi aprioristici o desideri fuorvianti e " deliranti " di auto-affermazione e false speranze proiettate sui figli.
Questi, al contrario, devono affidarsi e fidarsi della figura genitoriale costruendo comunque una propria personalità', consapevoli della necessità' del distacco e di una cosciente autonomia.
L' idea ed il cammino auspicato nasce, prende forma e si plasma in una realtà' famigliare ideale, ma spesso utopica.
Gran parte del libro affronta, ahime', la cruda e compassionevole realtà' quotidiana, ovvero la tipica famiglia contemporanea, la cosiddetta " Famiglia adolescente ".
Ci appare una realtà' plasmata sull' orizzontalità', la permeabilità', la connivenza soffocante qualsiasi peculiarita', che posticipa e non affronta problematiche, diversità', in un trionfo dell' immediato, dell' oggi, in un giocoso ed amichevole abbraccio fraterno che disconosce le proprie responsabilità' e i doveri genitoriali, oltre che il significato di un amore figliale.
Le caratteristiche definenti la famiglia adolescenziale emergono da una età' matrimoniale posticipata, dalla disgregazione del nucleo tradizionale, dalla formazione di più' famiglie e figli provenienti da nuclei eterogenei, dalla perdita di verticalità' nei rapporti intra-famigliari a favore di una orizzontalita' inefficace e confusionaria, dal protrarre l' età' adolescenziale negli anni, il tutto a scapito di chiarezza, costruttivita', ruoli ben definiti, stabilita' sentimentale ed emotiva.
Il risultato? Genitori non adulti, figli che rimangono tali, non crescono, in un groviglio ludico di scambi alla pari, di ruoli confusi e mai chiariti, di precarietà' emotiva e superficialità' emozionale.
È' un testo chiaro, preciso, puntuale nel chiarirci concetti scontati solo in apparenza ma di difficile attuazione.
È' una dissertazione illuminante su quanto siamo figli di un universo tecnologico, profondamente cambiato ed in continuo divenire, narcisista ed auto- celebrativo, edonistico, consumistico, apparentemente socializzante, in realtà' schizofrenico e pericoloso se non meditato a sufficienza.
L' autore attraversa momenti di vita quotidiana, utilizza citazioni letterarie e sedute psicanalitiche, consigli di vita, semplici, concreti, efficaci, spingendoci a vivere la realtà', interrogandoci, riflettendo, soffrendo, sbagliando ma comunque indirizzando i propri figli verso un cammino personale, trattasi della loro vita e del loro futuro.
A questo si potrebbe aggiungere l' enorme capitolo riguardante la scuola, a sua volta fonte pedagogica primaria ( nel significato letterale del termine ) e magister vitae, e quell' amore per lo studio che è' sempre e comunque amore per la vita, il bello e cura di se'. Ma si sconfinerebbe in un territorio altrettanto complesso e spinoso.
Ricordiamoci, allora, citando D.F. Wallace, che " nel mondo reale non c'è' pubblico, nessuno che applaude, che ammiri, che ci veda "; " il vero eroismo, al contrario di quello che oggi si pensa, non riceve ovazioni, non intrattiene nessuno, nessuno fa la fila per vederlo ne' se ne interessa".

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
110
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

In tua assenza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La banda dei colpevoli
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La mappa nera
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La quarta profezia
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita paga il sabato
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
5.0 (2)
Obscuritas
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Gli avversari
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Le sorelle Lacroix
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultimo figlio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Questo post è stato rimosso
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
I killeri non vanno in pensione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Voci in fuga
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri

A proposito del senso della vita
Vietato scrivere
L'amore sempre
Homo Deus
Eros il dolceamaro
Quando i figli crescono e i genitori invecchiano
Questo immenso non sapere
Un mondo sbagliato
Il metodo scandinavo per vivere felici
Storia dell'eternità
Basta dirlo
Contro il sacrificio
Il corpo elettrico
Il grido di Giobbe
Verso un sapere dell'anima
Le leggi delle mappe mentali