Saggistica Scienze umane La mia sinistra
 

La mia sinistra La mia sinistra

La mia sinistra

Saggistica

Editore


La presentazione e le recensioni di La mia sinistra, opera di Edgar Morin edita da Centro Studi Erickson. «La» sinistra… ho sempre provato repulsione per questo «La» unificatore che occulta differenze, opposizioni e conflitti. Poiché la sinistra è una nozione complessa, nel senso che il termine comporta in sé unità, parallelismi e antagonismi. L’unità è nelle sue origini: l’aspirazione a un mondo migliore, l’emancipazione degli oppressi, sfruttati, umiliati, offesi, l’universalità dei diritti dell’uomo e della donna. Tali sorgenti, attivate dal pensiero umanista, dalle idee della Rivoluzione francese e dalla tradizione repubblicana, hanno fecondato nel XIX secolo il pensiero socialista, quello comunista, quello libertario. È ormai tempo che le sinistre riprendano l’avventura di difendere la speranza. Ma come rigenerare la speranza nel XXI secolo? Per dare l’avvio a questa reinvenzione, Edgar Morin, facendo leva su oltre quarant’anni di riflessioni e di interventi pubblici, ci aiuta a riconsiderare una sinistra che deve raccogliere la sfida della degradazione di ogni solidarietà, del pianeta in crisi e della mondializzazione. Il libro, raccolta di riflessioni e di analisi politiche, possiede l’energia intellettuale e la vitalità necessarie per offrire nuovi stimoli a coloro che desiderano uscire dalla «grande regressione». La diagnosi è severa, ma è quella di un amico.



Recensione della Redazione QLibri

 
La mia sinistra 2012-04-11 16:39:10 Éowyn
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuti 
 
5.0
Approfondimento 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
Éowyn Opinione inserita da Éowyn    11 Aprile, 2012
  -   Guarda tutte le mie opinioni

«Rigeneriamoci!»

«È necessario pensare la nostra era planetaria che ha assunto la forma della globalizzazione nell’unificazione tecno-economica sviluppatasi a partire dagli anni Novanta. La navicella spaziale Terra ha iniziato a viaggiare a velocità vertiginosa spinta dai quattro motori incontrollati scienza-tecnica-economia-profitto. Questa corsa ci sospinge vero pericoli crescenti: turbolenze critiche di un’economia capitalistica scatenata, degradazione della biosfera che è il nostro mezzo per continuare a vivere, moltiplicazione delle armi di distruzione di massa coincidente con le convulsioni belliche montanti, tutti pericoli che si sviluppano intrecciandosi vicendevolmente.»

Concepito – nelle parole dello stesso autore – con il proposito di considerare la grande regressione europea, Ma Gauche propugna oggi una «rigenerazione del pensiero, e in particolare del pensiero politico», ideale per cambiare “via” e porre rimedio alla gravità dei rischi dei popoli, delle democrazie e più in generale dell’umanità in crisi. Conformemente a questo intendimento, il filosofo e sociologo francese Edgar Morin ci dà un’immagine fedele del suo pensiero, che si muove fra istanze-impegno-proposte, e tende più a connettere che a distinguere le componenti della crisi planetaria e di civiltà che stiamo attraversando, «le crisi frammescolate e interdipendenti dell’economia, della civiltà occidentale, delle civiltà tradizionali, dello sviluppo»; una policrisi dunque, sulla quale torreggia – per lo più invisibile – la crisi del pensiero. Per meglio comprendere il corso attuale, del resto, è bene prendere coscienza del fatto che «non siamo soltanto in un’epoca di cambiamento, siamo soprattutto in un cambiamento d’epoca», ovverosia, a fronte delle urgenti sfide del nuovo secolo, è bene non occultare l’idea secondo la quale «il sistema planetario è condannato alla morte o alla trasformazione». Non bisogna dimenticare tuttavia le ragioni per sperare: la possibilità di una rifondazione antropo-politica, ma anche antropo-planetaria, e la realizzazione infine di una metamorfosi della politica dell’umanità – chiarirà Morin – in linea con un proficuo orientamento volto alla mondializzazione e parimenti alla demondializzazione, teso al tempo stesso alla crescita e alla decrescita e ancora allo sviluppo e alla contrazione.

Con la presentazione di Nichi Vendola, la nota introduttiva di Sergio Manghi e la postfazione di Mauro Ceruti, Il Centro Studi Erickson ha presentato nel 2011 i 23 articoli e saggi che compongono questo libro – capaci di motivare la volontà del lettore e di rigenerarne invero la speranza.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
100
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Scorrevolezza della lettura
Contenuti*  
Interesse suscitato
Approfondimento*  
Grado di approfondimento dei temi trattati
Piacevolezza*  
Grado di soddisfazione al termine della lettura
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Io e Mr Wilder
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il club Montecristo
Valutazione Utenti
 
4.4 (3)
La città di vapore
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La donna gelata
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il libro delle case
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Piranesi
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Il gioco delle ultime volte
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
Il silenzio
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Senza colpa
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Orfeo
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Una rabbia semplice
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
Sembrava bellezza
Valutazione Redazione QLibri
 
3.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri