Narrativa italiana Racconti di viaggio Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia
 

Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia

Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Testimonianza unica di un Tiziano Terzani reporter, giovane ed entusiasta, interessato ai “fatti”, che con stupore si avvicina a ogni dettaglio e crede ancora sia possibile influenzare la Storia, questo testo ricostruisce in presa diretta l’olocausto che trasformò il paese nel regno di un orrore onnipresente perché “l’orrore siamo noi”. I suoi dispacci dalla Cambogia, per la prima volta raccolti in forma di libro, come perle di una collana, giorno dopo giorno, ricostruiscono non solo la storia che ha trasformato un intero paese ma anche l’uomo che l’ha seguita per raccontarla.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 3

Voto medio 
 
4.8
Stile 
 
4.7  (3)
Contenuto 
 
5.0  (3)
Piacevolezza 
 
4.7  (3)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia 2012-06-25 00:05:44 rakovic
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
rakovic Opinione inserita da rakovic    25 Giugno, 2012
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

crudo e imperdibile

Un angolo di mondo del quale abbiamo sentito parlare ma del quale non sapremmo parlare se non cadendo in luoghi comuni: Cambogia, Vietnam, Thailandia, Pol-Pot, Kmer, Viet Cong, Ho-chi-min, chi erano, cosa fecero, chi li appoggiava, in che cosa differivano. Tutto narrato da chi c'era, da chi ha rischiato la vita per sapere e far sapere.

I khmer rossi occupano Phnom Penh, gli americani sono sconfitti; un'altra Saigon? No, un'altra storia, altra gente. Terzani in Vietnam andava spesso nei villaggi dei Viet Cong, ci parlava, li intervistava. In Cambogia ha rischiato seriamente di farsi uccidere dai Khmer, non gente che difendeva la propria terra da un invasore straniero, ma gente che ucciderà un terzo della popolazione civile del proprio paese.
Una volta al potere Pol Pot mostrerà sorrisi a 32 denti al mondo intero e richiamerà in patria i cambogiani colti che erano esuli all'estero. Medici, ricercatori, ingegneri, professori, rientrano in cambogia finalmente liberi dal giogo americano per costriure insieme il fututo del proprio paese. Verranno tutti uccisi dai khmer, un colpo a di pistola alla nuca e via. Poi quando ci si renderà conto che le munizioni costano verranno uccisi a bastonate. Porti gli occhiali? Vieni ucciso. Se hai gli occhiali sai leggere e la cambogia deve ripartire da zero, nessuno degli adulti deve saper leggere. Impareranno solo i bambini, allevati sotto l'ala del comunismo. Conosci una lingiua straniera? Idem.
Assistiamo ad uno dei più grandi eccidi compiuti da un dittatore contro il proprio popolo, fino a quando entrano in gioco le potenze straniere. Tutto si risolve in un derby comunista: il Vietnam filo-russo attacca la Cambogia filo-cinese, e per fortuna i vietcong hanno la meglio, anche se il popolo cambogiano ne esce distrutto: non dagli invasori stranieri, ma da un cancro interno.

Un libro che con lo stile del grande giornalista informa senza essere mai pesante. Bellissimo.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Terzani
Trovi utile questa opinione? 
21
Segnala questa recensione ad un moderatore
Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia 2011-10-20 21:42:44 andrea70
Voto medio 
 
5.0
Stile 
 
5.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
5.0
andrea70 Opinione inserita da andrea70    20 Ottobre, 2011
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Un piccolo paese nel mondo

Attraverso una raccolta di articoli scritti dal famoso giornalista Tiziano Terzani per Der Spiegel e numerose testate italiane, ricostruiamo la storia degli ultimi 30 anni della Cambogia. Un piccolo paese, un tempo povero ma dignitoso e felice si trasformò in pochi anni nel teatro di un autentico olocausto in cui morirono sterminati in modi crudeli quasi due milioni di persone (stime approssimative , si dice che le vittime potrebbero essere state da 1,5 a tre milioni) sugli otto miloni di abitanti, quasi un terzo della popolazione.
Tiziano Terzani racconta con grande lucidità, chiarezza ed umanità la tragedia di un popolo ma ci mette anche davanti al fallimento della politica , soprattutto di quella internazionale e di tutti gli interessi che la governano.
Stati Uniti e Cina , ma anche l'Onu in una certa misura, escono da questo racconto con un marchio quasi di infamia in quanto peggiori rappresentanti dell'opportunismo e della falsità di una certa politica, Terzani non giudica questo o quello , si limita a raccontarci i fatti , è il lettore a non potersi esimere da un biasimo totale che va da destra a sinistra senza distinzione di parte.
Ma in questo libro Terzani riesce anche ad esprimere il suo amore per questa terra piena di luoghi incantevoli come Angkor e per questa gente, forse il luogo che più ha amato nei suoi viaggi in oriente.
L'ho letto dopo essere tornato da una vacanza in Cambogia, dopo aver visto il museo dell'Olocausto a Phnom Penh (qualcosa di agghiacciante) , testimonianza da brivido di uno sterminio perpetrato a danno non solo dei propri simili ma del proprio fratello , qualcosa che l'occidente ha spesso trattato come un fatterello di poca importanza in un piccolo posto del mondo lontano da noi.
A trent'anni di distanza da quei giorni c'è ancora gente mutilata dalle mine tuttora numerose in quanto il paese non è mai stato "bonificato", uomini sfigurati dalle torture (acido in faccia), piccoli mendicanti coperti di stracci per le strade , a chiedere un pezzo di pane o un dollaro perchè i genitori li possano mandare a scuola : angeli senza cielo che ti fanno sentire un povero pellegrino in viaggio, che cammina sul confine sottile tra l'umana pietà e l'ipocrisia di chi al momento rimane scioccato ma poi magari dimenticherà. Ho deciso di non dimenticare questa terra bellissima ma straziata e straziante, di cercare di capire il perchè di certe cose, forse non ci sono riuscito, è qualcosa di inconcepibile. Lo stesso Terzani narra dell'incredulità e dello sgomento di fronte a qualcosa che superava la peggiore fantasia : "...questo paese è diventato per me la scoraggiante riprova di come al mondo non c'è giustizia, di come l'umanità ha perso la capacità morale d'indignarsi e di come la vita finisce sempre per trionfare sulla morte, ma lo fa nel più primitivo e crudele dei modi".
Pur nella sua crudezza è assolutamente da leggere, non sarà piacevole ma farà riflettere , certo non è una lettura facile.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Fantasmi. Dispacci dalla Cambogia 2010-12-10 13:57:50 grifoneovunque
Voto medio 
 
4.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
5.0
Piacevolezza 
 
4.0
grifoneovunque Opinione inserita da grifoneovunque    10 Dicembre, 2010
  -   Guarda tutte le mie opinioni

libro di un grande impatto

In questo libro più ancora che in altri si sente la lotta di Tiziano tra quello in cui ha creduto e la tragedia che vede passo dopo passo visitando la Cambogia. Scritto con piglio molto giornalistico, È ancora attualissimo 30 anni dopo. Utilissimo per riflettere e imparare a pensare con la propria testa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
Tiziano Terzani, Angela Terzani,
Trovi utile questa opinione? 
20
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il morso della vipera
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Echi in tempesta. L'Attraversaspecchi
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Il borghese Pellegrino
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il dolce domani
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La congregazione
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La strada di casa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
4.5 (2)
Questa tempesta
Valutazione Redazione QLibri
 
2.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Giura
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'enigma della camera 622
Valutazione Utenti
 
3.8 (2)
La nostra folle, furiosa città
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le imperfette
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Kaddish.com
Valutazione Redazione QLibri
 
2.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri