Narrativa italiana Racconti di viaggio Viaggi e altri viaggi
 

Viaggi e altri viaggi Viaggi e altri viaggi

Viaggi e altri viaggi

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

Dice Antonio Tabucchi: "Sono un viaggiatore che non ha mai fatto viaggi per scriverne, cosa che mi è sempre parsa stolta. Sarebbe come se uno volesse innamorarsi per poter scrivere un libro sull'amore". Eppure, in Viaggi e altri viaggi ci sono i luoghi del mondo, un mondo sufficientemente grande per non essere quel "villaggio globale" che vorrebbero i sociologi e i mass media. Vi entrano "alla rinfusa" la Lisbona di Pessoa, il Brasile distante dalle mete obbligate di Congonhas do Campo, la Madrid dell'Escorial, il Jardin des Plantes a Parigi, l'Australia di Hanging Rock, la Séte di Paul Valéry, e poi Creta, la Cappadocia, Il Cairo, Bombay, Goa, Kyoto, Washington. Tabucchi ci accompagna con sovrana gentilezza a conoscere e a riconoscere i luoghi di una mappa singolare, certo, ma condivisibile attraverso la lingua familiare del racconto. Una mappa che si apre volentieri ad "altre" forme di viaggio - la rassegna delle città fantastiche degli scrittori, le letture di Stevenson, la misteriosa frase di uno zio davanti agli affreschi del Beato Angelico, le montagne di Eça de Queirós, l'Egitto di Ungaretti, l'evocazione dell'Amazzonia attraverso un grande libro come Il ventre dell'universo. Nell'uno e nell'altro caso - nei viaggi effettivi e in quelli evocati dalla letteratura - Tabucchi ci invita a vedere e a restare, a muoverci e a ritornare. Ogni volta l'appuntamento è una sorpresa, perché il mondo è sempre un altrove, una scoperta di noi stessi attraverso gli altri.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 2

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (2)
Contenuto 
 
3.0  (2)
Piacevolezza 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Viaggi e altri viaggi 2020-04-12 16:43:42 Clangi89
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Clangi89 Opinione inserita da Clangi89    12 Aprile, 2020
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il Mondo, appunti e prospettive

Libro capitato per caso, lettura improvvisata di un importante autore che ammetto a malincuore non conosco. Mi riprometto quindi di mettere il lista altri libri di Tabuccchi. In questo libro sono riassunti appunti, scorci, momenti di viaggi che attraversano i quattro angoli del pianeta. Ogni luogo viene descritto in poche pagine in modo che il lettore può scegliere se e cosa leggere.
L'autore ci fa vedere il mondo da una prospettiva decisamente personale e alternativa rispetto alle classiche guide per il turista medio. Le mete sono infatti alternative e non mancano riferimenti culturali, storici e letterali ad arricchire le pagine. Sarò sincera, l'ho trovata una lettura a tratti curiosa, a tratti meno interessante, da tralasciare dettagli che ritengo superflui, in ogni caso il taglio stilistico è di livello. Gli spunti e le riflessioni sono molte e sicuramente profonde sono le riflessioni umane.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
90
Segnala questa recensione ad un moderatore
Viaggi e altri viaggi 2020-03-02 20:41:39 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    02 Marzo, 2020
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Istantanee dal mondo

Il viaggio trova senso solo in se stesso, cioè nell’essere viaggio. Molto di più che non nella meta in sé. Questo libro è una raccolta di istantanee di viaggi, “scattate” quando ancora la volontà di scrivere un libro di viaggi non era nemmeno lontanamente un’idea dell’autore e ci permette di scoprire quanto la meraviglia può essere considerata la dote migliore del viaggiatore. Le mie pagine preferite sono state quelle dedicate a Il Cairo, a Kyoto, ai chiles messicani ed alla saudade di Lisbona. Peccato solo per l’ultima sezione del libro, quella dedicata agli “altri viaggi”, che ho trovato davvero troppo astratta per il mio gusto personale.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Gelosia
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Su un letto di fiori
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
La mia vita con i gatti
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.4 (2)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.5 (3)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
3.8 (3)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (2)

Altri contenuti interessanti su QLibri