Diario sentimentale Diario sentimentale

Diario sentimentale

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

L’adolescenza, la povertà, Firenze, l’amore, la guerra, la guarigione. Raccolta dolceamara e autobiografica, Diario sentimentale tocca i temi e le atmosfere più cari a Pratolini, che lo definiva “un libro ancora assolutamente privato”, quasi un sognante “congedo della giovinezza”. Sono racconti di bambini e adolescenti “sbocciati sugli orti e sulla strada” di periferie campestri o quartieri diroccati. Come Valerio, in Via de’ Magazzini, orfano di madre in una Firenze popolare e falcidiata dalla guerra e dalle malattie. Come i monelli di Una giornata memorabile, che vivono tra scazzottate di strada, piccoli furti, baci sull’argine dell’Arno. Ugualmente spavaldi, anche se non più fanciulli, sono il narratore delle cronache dal sanatorio e il protagonista di Il mio cuore a Ponte Milvio: la loro sfida, tenace e sfrontata, stavolta è contro la morte – la malattia, la guerra – che minaccia di portarsi via gli anni più belli. Tutti loro, giovani e meno giovani, ladruncoli o soldati, hanno in comune il cuore: quell’impeto generoso e popolano che li guida attraverso i rovesci della vita, incrollabile e saldo come solo il sogno di un ragazzo può essere.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Diario sentimentale 2019-04-06 14:04:28 Mian88
Voto medio 
 
3.3
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Mian88 Opinione inserita da Mian88    06 Aprile, 2019
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Autoritratto

«Ne fui sgomento dapprima, impaurito anche in seguito ascoltai quanto veniva concertato alla mia presenza mentre mi si assegnava una parte, come la narrazione di un’avventura a cui avessi già partecipato facendomi onore, meritandomi la stima universale e un’intima soddisfazione. […] Intanto imparavo a guardare più a fondo gli uomini e le cose, almeno fino al fondo di me stesso se non al fondo di esse cose e di essi uomini»

Firenze. Firenze e la guerra. Firenze e il dopoguerra. Firenze e la povertà, Firenze e la guarigione, Firenze e un adolescente che con occhi ingenui, ma perspicaci, osserva il mondo che lo circonda e da esso trae la forza e l’esperienza per crescere e per scrivere. Dall’infanzia all’età adulta in un caleidoscopio di memorie, di episodi che coinvolgono gli ambienti e gli uomini, che narrano dell’allora presente e di quello che era stato il passato, del vigore, della debolezza, degli usi e costumi. Per salutare la giovinezza ed accogliere l’età adulta, per dar vita a un libro prima privato, poi, a tutti dedicato.
E così cambiano le storie, mutano i passi, variano le ambientazioni, conosciamo più approfonditamente di un capitolo dedicato alla Resistenza a Roma, riflettiamo su un’altra tematica, quella della morte, per cause belliche, per cause di malattia, ma che comunque è una presenza incessante, inevitabile, e andiamo avanti in una lettura che forse non è la migliore a firma Pratolini ma che comunque resta indelebile nella mente.
Questo e molto altro ancora è “Diario sentimentale”. Un diario autobiografico che è capace di farci riassaporare un mondo che ad oggi ci sembra lontanissimo, che è capace di farci rivivere quei luoghi e quelle situazioni come se le stessimo vivendo in prima persona in quel dato momento. Il tutto è avvalorato da una lirica curata, preziosa, erudita ma che a tratti può risultare lenta e farraginosa.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
140
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Il vizio della solitudine
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'uomo del porto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Urla sempre, primavera
Valutazione Redazione QLibri
 
2.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Indipendenza
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il vino dei morti
Valutazione Redazione QLibri
 
1.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
E verrà un altro inverno
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La rinnegata
Valutazione Utenti
 
3.9 (2)
Alabama
Valutazione Redazione QLibri
 
3.5
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
La non mamma
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
A grandezza naturale
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sotto la cenere
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Sanguina ancora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri