I due palazzi I due palazzi

I due palazzi

Letteratura italiana

Editore

Casa editrice

“I due palazzi” è un romanzo autobiografico, un mosaico di avvenimenti, episodi di vita quotidiana, scoperte ed emozioni dagli anni ’50 fino agli anni ’70. È una storia personale, ma anche quella di una generazione cresciuta tra il boom economico e il disincanto: prima bambini imbrigliati in un ordine conformista imposto da famiglie ancora spaventate dalla guerra, poi ragazzi con l’ossessione di cambiare il mondo. Un progetto ambizioso destinato al fallimento, ma al quale nessuno di loro era disposto a rinunciare.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
3.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
I due palazzi 2022-07-28 05:10:13 Pelizzari
Voto medio 
 
3.0
Stile 
 
3.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
3.0
Pelizzari Opinione inserita da Pelizzari    28 Luglio, 2022
Top 10 opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Il disordine della vita

Breve libro che racconta una storia di vita vera, di infanzia e giovinezza, in una cornice di sentimenti complessi di una famiglia dove si ha fretta di crescere e di consumare vita, salvo però sentire sempre la mancanza di qualcosa e di qualcuno. E in una vita, che di per sé mette disordine nelle nostre vite, sono forti i contrasti tra protezione e prigione, vuoto e volo, contrasti necessari per diventare adulti. Il racconto è strutturato a capitoli brevi, come se fossero fotogrammi di ricordi. Il tutto è velato da una malinconia triste e l’ultima pagina, con la lettera alla madre, è un po' il culmine di tanti pensieri laterali che io stessa ho percepito durante la lettura

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
50
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Foundryside
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La mala erba
Valutazione Utenti
 
4.8 (1)
Flashback
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La vita prima dell'uomo
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La voce dell'acqua
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
M. Gli ultimi giorni dell'Europa
Valutazione Redazione QLibri
 
4.8
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Cena di classe
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Bersaglio. Alex Cross
Valutazione Utenti
 
3.1 (2)
Sarti Antonio e l'amico americano
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Il sale dell'oblio
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il lampadario
Valutazione Utenti
 
4.5 (1)
Carne e sangue
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)

Altri contenuti interessanti su QLibri

Una persona alla volta
I due palazzi
Scottature
Al giardino ancora non l'ho detto
Il lato fresco del cuscino
Senza
Il carcere
Sempre tornare
Fiorire tra le rocce
Caro Pier Paolo
Libri che mi hanno rovinato la vita
Il tempo di vivere con te
Case, amori, universi
Gli anni forti
Mille scarpe da lucidare
Splendi come vita