Narrativa italiana Romanzi autobiografici Quando la mattina scendevo in piazzetta
 

Quando la mattina scendevo in piazzetta Quando la mattina scendevo in piazzetta

Quando la mattina scendevo in piazzetta

Letteratura italiana

Editore


Quando la mattina scendevo dalla mia casa sotto il Monte Solaro per andare in Piazzetta a comprare i giornali, sapevo di trovarli invariabilmente lì, gli ex ragazzi, isolati o in gruppo e sempre disposti a fare due chiacchiere. Parlare con loro era per me distensivo, mi portava immediatamente ai vecchi tempi, quelli che avevo abbandonato e dimenticato, ma di cui avevo in fondo un po' nostalgia.



Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
3.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Quando la mattina scendevo in piazzetta 2013-05-21 05:43:22 LuigiDeRosa
Voto medio 
 
3.8
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
4.0
LuigiDeRosa Opinione inserita da LuigiDeRosa    21 Mag, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Lo stile dell'anatra

Ora vi chiedo di chiudere gli occhi e di pensare ad un'anatra ,sì proprio ad uno di quei volatili che almeno una volta nella vita avete visto scorrazzare beati in uno specchio d'acqua. Ebbene l'anatra da l'impressione di "volare lieve e leggera" su tutta quell'acqua, senza sforzo alcuno ! Errore, grave errore di valutazione sarebbe il nostro, se ci fermassimo a tale considerazione.
L'anatra con le zampe, di sotto, rema incessantemente ed impegna in quest'azione tutta se stessa. Eppure a noi dalla superficie, offre l'idea di star semplicemente accoccolata sull'acqua. E' questo che fa un grande scrittore rende semplice e lieve ciò che a lui costa ogni giorno fatica, perché la semplicità che ci permette di parlare a tutti i lettori è un punto di arrivo che richiede un costante esercizio. Tempo fa ho ascoltato questa lezione di scrittura dalla viva voce del Maestro La Capria durante una trasmissione televisiva, "Che tempo che fa" condotta da Fabio Fazio, sono rimasto incantato, come sempre, a ottantanove anni La Capria mi ha emozionato come quando lessi tanti anni fa per la prima volta "Ferito a morte". Emozioni ne regala anche in questo piccolo volume nel quale sempre con lo stesso stile semplice e chiaro racconta di una Capri completamente scomparsa, quella degli Americani, degli amici che nella piazzetta scoprivano l'inizio del turismo fatto dal Jet Set internazionale. Racconta di un amore e di una fuga rocambolesca dalla Polonia, quella vissuta da Mya Tannenbaum pianista di origini russe sposata con Riccardo Landau addetto stampa dell'ambasciata di Roma che negli anni Cinquanta a Varsavia scoprirono la crudeltà del regime staliniano. Racconta l'amore per la grande Letteratura che spinse la sua amica Graziella a dare vita al Premio Malaparte che fece conoscere l'isola ai grandi scrittori del Novecento. La Capria ancora una volta c'incanta.Lo scrittore napoletano è capace di descriverti un piatto della cucina caprese: la cicerchia e quando ha finito ti accorgi che con te a tavola c'erano Isabelle Allende,Inge Feltrinelli, Alberto Moravia, Alberto Arbasino, Fazil Iskander, Saul Bellow ... in sintesi : lo stile dell'anatra.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Trovi utile questa opinione? 
170
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Tre
Tre
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
L'arresto
Valutazione Utenti
 
2.0 (1)
I sette killer dello Shinkansen
Valutazione Utenti
 
3.0 (1)
Vecchie conoscenze
Valutazione Utenti
 
4.6 (2)
La stagione dei ragni
Valutazione Utenti
 
4.3 (2)
Il pozzo della discordia
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Le vite nascoste dei colori
Valutazione Utenti
 
3.8 (1)
Figlia della cenere
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
Un bello scherzo
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
L'ossessione
Valutazione Redazione QLibri
 
3.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
La spiaggia degli affogati
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il suo freddo pianto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti su QLibri