Narrativa italiana Romanzi storici Giulia, una donna fra due papi
 

Giulia, una donna fra due papi Giulia, una donna fra due papi

Giulia, una donna fra due papi

Letteratura italiana

Editore



Finalmente dietro la storia e la leggenda della Sponsa Christi, appare la donna: Giulia Farnese. Un ritratto inedito e profondo di una figura femminile al centro di intrighi e trame di potere, che non si è sottratta al proprio destino, ma l'ha voluto vivere da protagonista e non da vittima. Bella, elegante, raffinata, questo ritratto le restituisce quella intensa umanità, che nessuno degli uomini che la possedevano, per folle desiderio, diritto familiare e amore coniugale (il cardinale e poi papa Rodrigo Borgia, l'ambizioso fratello Alessandro, il marito per procura Orsini) le poteva togliere.

Recensione della Redazione QLibri

 
Giulia, una donna fra due papi 2013-07-31 13:59:00 rondinella
Voto medio 
 
2.3
Stile 
 
2.0
Contenuto 
 
3.0
Piacevolezza 
 
2.0
rondinella Opinione inserita da rondinella    31 Luglio, 2013
Top 50 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

La felicità non è una scelta

Sponsa Christri, 'la Bella': Giulia Farnese, donna bellissima e colta, amante del papa, i suoi capelli affascinano, le sue labbra seducono, le sue dita indossano pietre ed anelli. Com'è possibile che una figura così luminosa spesso compaia solo di sfuggita nelle vicende dei Borgia?

La del Linz ha dedicato un libro intero a lei, Giulia Farnese, cercando di sondarne l'animo, ripercorrendo la sua vita da quando ancora giovanissima fu presentata al temibile Rodrigo Borgia. Troviamo le memorie di Giulia, che scrive alla sua amica Lucrezia per ricordare i momenti che l'hanno segnata, che ritorna con la mente indietro nel tempo per rivivere quei giorni tristi, malinconici, pieni di delusioni.
L'idea era davvero interessante ma, ahimé, lo sviluppo della trama e dei personaggi non mi ha colpito.
Lo stile è scorrevole e lineare, ma le frasi sono brevi, creano un ritmo spezzato; inoltre, quantomeno fino a metà libro, ci sono molti punti di vista che spesso servono solo ad aggiungere pagine, in quanto non presentano alcun seguito necessario.
Per quanto riguarda i contenuti, la ricostruzione è abbastanza verosimile (se non si fa troppo caso alla copertina...) sebbene questa Giulia Farnese-Orsini non mi sia sembrata all'altezza del nome: un po' troppo 'semplice', sintetica, lontana, non è una personalità che mi ha sorpreso per empatia, manca di un certo spessore; il suo ruolo tra il papa e il suo ambizioso fratello è chiaro, ma non c'è quel qualcosa che ti faccia compatirla o comprenderla, noi capiamo che è bella e nobile, ma la sua arguzia e determinazione non si intuiscono a tinte forti. Lei dovrebbe essere la protagonista, eppure non spicca in Roma e tra gli altri personaggi secondari, spesso abbozzati; inoltre, avrei preferito un maggior equilibrio tra le descrizioni degli eventi, alcuni dei quali importanti un po' trascurati, poco delineati.
Da metà libro si migliora un po' in tutti i campi, soprattutto si acquista una certa profondità nella persona di Giulia e alcuni aspetti di questa donna diventano più nitidi e concreti.
Si nota che l'autrice scrive per il teatro, ma purtroppo ciò non aiuta il romanzo storico che mira a dare una personalità ad un soggetto così rilevante.

In definitiva un libro che avrebbe avuto molte potenzialità, ma il livello è sceso a causa della scelta stilistica troppo succinta e dei personaggi che recitano una parte a memoria, muovendosi su un palcoscenico in cui luci e ombre non definiscono bene i contorni fondamentali.
Comunque se siete curiosi di indagare un po' sulla vita della 'Bella', di acquisire qualche nozione storico-sociale in più (che male mai non fa) e se cercate una lettura leggera potete provare, si finisce in poche ore ed è gradevole.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
no
Trovi utile questa opinione? 
150
Segnala questa recensione ad un moderatore
 

Recensione Utenti

Opinioni inserite: 1

Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0  (1)
Contenuto 
 
4.0  (1)
Piacevolezza 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Stile*  
Assegna un voto allo stile di questa opera
Contenuto*  
Assegna un voto al contenuto
Piacevolezza*  
Esprimi un giudizio finale: quale è il tuo grado di soddisfazione al termine della lettura?
Commenti*
Prima di scrivere una recensione ricorda che su QLibri:
- le opinioni devono essere argomentate ed esaustive;
- il testo non deve contenere abbreviazioni in stile sms o errori grammaticali;
- qualora siano presenti anticipazioni importanti sul finale, la recensione deve iniziare riportando l'avviso che il testo contiene spoiler;
- non inserire oltre 2 nuove recensioni al giorno.
Indicazioni utili
 sì
 no
 
Giulia, una donna fra due papi 2013-07-18 19:44:53 peucezia
Voto medio 
 
4.0
Stile 
 
4.0
Contenuto 
 
4.0
Piacevolezza 
 
4.0
peucezia Opinione inserita da peucezia    18 Luglio, 2013
Top 500 Opinionisti  -   Guarda tutte le mie opinioni

Com'è difficile essere donna

La scrittrice Lorusso Del Linz regala un mirabile ritratto di una donna che viene sacrificata per favorire la carriera dell'ambizioso fratello, il cardinale Alessandro Farnese. Giulia diventa ad appena 15 anni l'amante del cardinale Borgia poi papa Alessandro, uomo assetato di potere e vive sulla propria pelle la difficoltà dell'essere donna nella sua epoca al di là dall'appartenenza a una casta privilegiata che sicuramente sollevava le donne ricche dalle pesanti incombenze domestiche dell'epoca.
L'autrice presenta Giulia "in medias res" , nella sua nuova residenza: La donna ricorda il suo passato in una serie di lettere mai spedite alla figlia del suo ormai ex amante , cioè Lucrezia, di poco più giovane di lei. L'oscillamento continuo tra passato e presente e il piglio con il quale l'argomento è trattato fanno del romanzo un'opera di facile accesso anche grazie alla scorrevole narrativa,alle descrizioni e ai dialoghi di taglio quasi teatrale ( non bisogna dimenticare che la Lorusso Del Linz sia anche autrice di lavori teatrali). E' proprio grazie ai dialoghi che la storia prende vita diventando via via romanzo sotrico, d'avventura, sentimentale.
Il Rinascimento, epoca di luci ed ombre, tanto importante per la nostra arte ma tristemente famosa per la corruzione e la decadenza della Chiesa è un periodo noto ma al tempo stesso sconosciuto e poco studiato. In passato Maria Bellonci ha fatto conoscere gli splendori e le miserie dell'epoca soffermandosi sulla famiglia Borgia, ma è forse la prima volta che Giulia la bella, della nobile famiglia dei Farnese è protagonista assoluta.
Romanzo storico perché ambientato in un'epoca decisamente remota, ma anche romanzo scritto da una donna su una donna e su tante donne: le monache che hanno dato a Giulia una degna educazione, la sventurata Lucrezia vittima sacrificale delle smanie di potere di padre e fratello, la giovane e già oltremodo vissuta suocera di Giulia, le domestiche, a loro modo privilegiate perché al servizio di nobili e quindi meno sofferenti di tante consimili e la stessa Giulia che a suo modo seppe ribellarsi a un destino scritto da altri.
Una storia moderna che insegna come anche oggi il destino di molte donne non sia scritto di loro pugno e che aiuta a scuotersi dal torpore della predestinazione, una pagina di passato che aiuta a comprendere il nostro presente non certo migliore, una lezione di storia rinascimentale utile per chi si accosta al periodo per curiosità o motivi di studio. Questo e altro ancora è questo romanzo da leggere tutto d'un fiato.

Indicazioni utili

Lettura consigliata
Consigliato a chi ha letto...
romanzi storici, Maria Bellonci
Trovi utile questa opinione? 
160
Segnala questa recensione ad un moderatore

 

Le recensioni delle più recenti novità editoriali

Assolutamente musica
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Lo stato dell'unione. Scene da un matrimonio
Valutazione Utenti
 
3.5 (1)
Una vecchia storia. Nuova versione
Valutazione Utenti
 
3.3 (1)
La palude dei fuochi erranti
Valutazione Utenti
 
4.3 (1)
Il treno dei bambini
Valutazione Utenti
 
5.0 (1)
La bambina del lago
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
Il pittore di anime
Valutazione Redazione QLibri
 
5.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Rosamund
Valutazione Utenti
 
4.0 (1)
I testamenti
Valutazione Utenti
 
3.6 (2)
L'istituto
Valutazione Redazione QLibri
 
4.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
Impossibile
Valutazione Redazione QLibri
 
4.3
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
L'ultima notte di Aurora
Valutazione Redazione QLibri
 
4.5
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Altri contenuti interessanti di QLibri